Bryson DeChambeau vuole battere la storia ai Master

Visualizzazioni: 40
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 2 Secondo

AUGUSTA, Ga. – Bryson DeChambeau martedì è stato specifico sui suoi piani di guida a lungo termine per invadere sfacciatamente l’Augusta National Golf Club, sede del torneo Masters dal 1934. Per gli appassionati di sport che non seguono il golf, ecco alcuni punti di riferimento:

Ciò che DeChambeau immagina è qualcosa di simile a calciare un field goal di 75 yard. O sbattere un fuoricampo di 200 piedi. Affondare un tiro a metà campo con la facilità di un tiro libero. Ora immagina di fare queste cose 14 volte consecutive nel bel mezzo di un’unica grande competizione.

Questo è ciò che il file muscoloso DeChambeau ha in programma di scatenarsi sul Masters quando giocherà al primo turno alle 7:33 AM di giovedì. Ciò non significa che DeChambeau registrerà un punteggio record, ma gli spettatori abituali dell’evento più visto del golf potrebbero vedere alcune cose che non hanno mai visto prima. E poiché DeChambeau è stato straordinariamente preciso con i suoi giri imponenti nei turni di prova di questa settimana, vale la pena notare che è anche il favorito della linea di scommesse per sostenere la sua vittoria agli United States Open a settembre con il suo secondo grande campionato di golf al Masters.

Martedì, il sempre meticoloso, DeChambeau guidato dai numeri, che ha guadagnato 40 libbre nell’ultimo anno e ovunque da 30 a 70 iarde di lunghezza sui suoi dischi, è andato buca per buca con i suoi piani per l’Augusta National.

Ha saltato le buche par-3, perché, ammettiamolo, che senso ha parlare di sfide brevi? DeChambeau va solo alla grande e ha in programma di bombardare colpi di tee su alberi di pino alti 100 piedi per tagliare gli angoli su buche da 510 yard. Oppure, considera la prima buca di 445 yard, che è interamente in salita ed è stata giocata questa settimana in condizioni di erba morbida e bagnata che inibiscono nettamente il tiro di un tee shot.

Almeno per il golfista professionista multimilionario di tutti i giorni. Non DeChambeau-flex.

Si aspetta di avere solo 60 yard rimaste al suo secondo colpo alla prima buca. È un colpo di cuneo piuttosto semplice da lì per chiunque. Sulla seconda buca, DeChambeau ha detto che nei giri di prova ha colpito un ferro 7 per il suo secondo colpo in quel par 5, che è lungo 575 yard. Tieni presente che molti altri giocatori di golf nel campo colpiscono i boschi e sperano di atterrare su quel green.

La terza buca da 350 yard? Pezzo di torta; lo ha spinto fuori dal tee. La quinta buca da 495 yard? Bene, ha giocato controvento, quindi ha dovuto accontentarsi di un ferro 9 per il suo secondo colpo. Peccato che non sia anche un cuneo.

E ancora e ancora è andato martedì, mentre DeChambeau ha evidenziato la facilità con cui alcuni dei green dell’Augusta National potevano essere raggiunti. Per lui.

Per quanto riguarda le buche finali più cruciali e tipicamente scoraggianti del percorso, DeChambeau ha grandi progetti anche per quelle. Un pitching wedge all’undicesimo green, stessa cosa per la 13a buca da 510 yard, par 5. Ha in programma un ferro 8 nel par-5 15 °. E la famosa diciottesima buca?

DeChambeau calcola i bunker sulla sinistra, un vecchio stratagemma del campione del Masters del 1991 Ian Woosnam, tranne per il fatto che la buca era di dozzine di yard più corta 29 anni fa. Allora, qual è il vantaggio di quella strategia sul 18 ° moderno e allungato?

Disse DeChambeau con una scrollata di spalle: “Posso avere solo 110 yarde sul green.” Come in, un altro cuneo.

I suoi contemporanei sono in gag e sanno cosa sta per succedere. Justin Thomas, il terzo giocatore di golf al mondo, ha giocato lunedì con DeChambeau.

“È un campo da golf sostanzialmente più facile per lui che per tutti gli altri”, ha detto Thomas con una risata. “Di sicuro mi piacerebbe colpire dai suoi colpi di testa invece che dalla mia distanza.”

A Thomas è stato chiesto perché si è preso la briga di fare un giro di prove con DeChambeau. Non sarebbe meglio per la sua psiche evitare l’immagine delle svettanti tee shot di DeChambeau?

“Voglio dire, l’ho visto prima, non è come se non avessi mai giocato con lui”, ha detto Thomas. “Ha solo confermato quello che già sapevo.”

E poi Thomas ha aggiunto un’altra possibilità.

“Una volta che inizia a scherzare con quel pilota più lungo e ha un po ‘più di tempo libero”, ha detto, “allora per quanto sia pazzo, potrebbe essere in grado di colpirlo ulteriormente”.

DeChambeau si è esercitato con un driver che ha un albero da 48 pollici, il più lungo consentito dalle regole. La lunghezza standard del PGA Tour è di circa 45 pollici e mezzo. Un albero più lungo può significare una maggiore velocità di oscillazione e colpi più lunghi, anche se è più difficile mantenere la palla in linea retta.

Tuttavia, DeChambeau non ha escluso di svelare il suo driver da 48 pollici questa settimana. Fino a giovedì pomeriggio, lo stava ancora provando sul campo pratica. Con l’albero più lungo, aveva portato la sua velocità di rotazione fino a 144 miglia all’ora. La maggior parte dei giocatori di golf ricreativi fatica a superare le 90 miglia all’ora.

“Voglio dire, sembra davvero promettente in questo momento”, ha detto DeChambeau del conducente. “Non mi aspettavo che funzionasse ieri. Ma ieri ha funzionato. Non sono ancora sicuro al 100% se lo metterò in gioco “.

Tante decisioni per l’uomo che è stato al centro di tutto il brusio che ha preceduto i Master 2020. E poi ci saranno le centinaia di scelte che DeChambeau dovrà fare mentre schiera i putt sui green ondulati e irritanti dell’Augusta National, dove il torneo è stato solitamente vinto o perso.

DeChambeau è a conoscenza.

“Si tratta di mettere e scheggiare qui”, ha ammesso.

Poi, è tornato a parlare delle pulsioni gigantesche. Perché nessuno parla di field goal da 25 yard, home run da 300 piedi o tiri in salto da 20 piedi.

#Bryson #DeChambeau #vuole #battere #storia #Master

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *