C’è una ragione per cui tutti i semi delle donne n. 1 sono stati giocati martedì

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 8 Secondo

SAN ANTONIO – I fan del basket hanno avuto un’opportunità insolita questa settimana di guardare tutte e quattro le teste di serie in un torneo NCAA a poche ore l’una dall’altra. In generale, ciò sarebbe possibile solo se ogni squadra raggiungesse le Final Four, quando la sessione sarebbe limitata a due partite.

Ma per il torneo femminile di quest’anno, le prime teste di serie sono state deliberatamente schierate per giocare lo stesso giorno nei turni precedenti. La NCAA e l’ESPN, che hanno i diritti televisivi esclusivi del torneo insieme alla sua stazione sorella ABC, lo hanno voluto in questo modo in particolare per il secondo turno di martedì, quando il torneo maschile sarebbe stato inattivo. La mossa di pianificazione ha creato la possibilità di mostrare le squadre preferite.

“Ha fornito l’opportunità di mettere in luce e raccontare la storia dei semi n. 1”, ha scritto martedì in una e-mail Rick Nixon, un portavoce della NCAA.

L’accordo prevedeva una partita pomeridiana per lo Stato della Carolina del Nord, un inizio in tarda serata per la Carolina del Sud e incontri in prima serata per UConn e Stanford, le squadre che si consideravano più probabili per la finale.

La NCAA non ha deciso se tutte e quattro le teste di serie, supponendo che vincano tutte martedì, giocheranno di nuovo lo stesso giorno negli ottavi, in programma sabato e domenica.

Il torneo di basket maschile lunedì ha concluso le partite del secondo turno e non tornerà fino agli ottavi di finale questo fine settimana. La prima partita è tra Oregon State e Loyola Chicago alle 14:40 di sabato.

Tutte le teste di serie n. 1 sono state abbinate contro le teste di serie n. 8 nel secondo turno.

Anche se con una testa di serie superiore NC State ha battuto la Florida del sud, il branco dei lupi sembrava suscettibile di un ribaltamento nel primo tempo, rischiando di aumentare la tendenza di squadre che vengono spaventate da avversari con testa di serie inferiore negli ultimi giorni.

I Bulls erano in vantaggio di un punto alla fine del primo tempo, ma il Wolfpack si è allontanato per una vittoria per 79-67.

“Dobbiamo difendere e rimbalzare se vogliamo rimanere in giro”, ha detto l’allenatore di NC State Wes Moore in un’intervista post partita.

In una vittoria per 59-42 sullo Stato dell’Oregon, la Carolina del Sud ha avuto 50 rimbalzi contro i 32 dell’Oregon State e ha mantenuto i Beavers al di sotto del 32% dei tiri dal campo. Stanford ha spedito l’Oklahoma State con una vittoria per 73-62 e l’UConn ha battuto il suo 27esimo biglietto consecutivo per gli Sweet 16 con una sconfitta per 83-47 di Syracuse.

Posizionare UConn e Stanford durante una fascia oraria di prima serata era inteso a raggiungere un pubblico più ampio, ha scritto una portavoce di ESPN in un’e-mail e per garantire che i fan sulla costa occidentale potessero guardare il Cardinal dopo l’orario di lavoro.

Le semifinali, che di solito vengono mostrate su ESPN2, saranno su ESPN quest’anno, ha aggiunto.

La scorsa settimana ha fatto luce su alcuni dei disuguaglianze tra sport maschili e femminili, poiché ogni torneo si è aperto in ambienti ad accesso limitato a causa della pandemia di coronavirus: le donne in Texas, principalmente San Antonio, e gli uomini nell’area di Indianapolis.

Le disparità nell’organizzazione dei due tornei – viste nelle loro sale pesi, il cibo fornito, i test antivirus e persino nelle insegne del tribunale – hanno provocato ampi commenti. Sia gli allenatori che i giocatori hanno pubblicato dichiarazioni online e parlato delle differenze che, secondo loro, rappresentavano un problema sistemico all’interno dell’atletica universitaria.

Georgia Tech Coach Nell Fortner, la cui squadra si è assicurato il suo posto negli ottavi di finale Martedì battendo West Virginia, 73-56, ha pubblicato a dichiarazione Martedì su Twitter ha invitato la NCAA a trattare i suoi atleti allo stesso modo e ha notato l’interesse espresso dal pubblico in merito alla copertura delle disparità nella sala pesi.

L’allenatore ha attinto agli esempi forniti da Sedona Prince, un attaccante dell’Oregon, che giovedì ha condiviso i video della sala pesi in post su TikTok e Twitter. Un post di Prince su Tic toc ha avuto almeno 8,8 milioni di visualizzazioni e un altro su il suo Twitter account ha avuto almeno 17,1 milioni di visualizzazioni a partire da martedì sera.

“Abbiamo un pubblico televisivo enorme e fedele che pubblica valutazioni alla pari con alcuni dei più grandi eventi sportivi nel nostro paese”, ha scritto Fortner del gioco femminile. “Siamo una risorsa preziosa che ha costantemente guadagnato il diritto di essere commercializzato, promosso e condotto come un grande campionato piuttosto che come un ripensamento”.

Mentre il torneo maschile ha generato quest’anno oltre $ 850 milioni di diritti televisivi, il torneo femminile fa parte di un accordo di trasmissione multisport del valore di quasi $ 42 milioni quest’anno fiscale.

Natalie Weiner ha contribuito alla segnalazione.



#Cè #una #ragione #cui #tutti #semi #delle #donne #sono #stati #giocati #martedì

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *