Cleveland Spiders? Un fan a Washington cerca un marchio.

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:8 Minuto, 36 Secondo

Dopo decenni di resistenza alle chiamate per cambiare il loro nome, i Cleveland Indians annunciato lo scorso luglio che avrebbero discusso del futuro del loro soprannome sulla scia di appelli intensificati per la riforma sociale in tutto il paese. Cinque mesi dopo, la squadra ha fatto un ulteriore passo avanti, dicendo che avrebbe abbandonato il nome che ha usato dal 1915, a partire dalla stagione 2022.

Entro pochi giorni dall’annuncio dell’estate iniziale, l’ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti ha ricevuto diversi depositi di marchi per potenziali nuovi nomi. Tra questi c’era una delle prime opzioni preferite dagli oddsmakers: i Cleveland Spiders.

Ma la richiesta non è arrivata da nessuno che rappresentava la squadra di baseball. Invece, la domanda è stata presentata da un uomo che vive in un sobborgo di Portland, Oregon, e lavora per una compagnia di cellulari.

Come Arlen Love, 33 anni, sia finito qui è una storia su molte cose: la sua passione per la sua città natale e le sue squadre sportive; il suo hobby nel creare magliette; il suo risveglio sull’attuale nome di Cleveland; le numerose squadre devono saltare per cambiare i loro nomi; e le complesse regole che governano i marchi. Mescolato anche lì c’è il potenziale di profitto.

“Non ne so nulla”, ha detto Love in una recente intervista telefonica quando ha cercato di spiegare le sfumature della legge sui marchi.

Tra le sfumature c’è l’occupazione dei marchi, un processo in cui persone relativamente sconosciute cercano di prevedere i nomi che saranno preziosi e depositano i marchi prima degli annunci solo in modo che possano in seguito vendere il nome. È un processo scoraggiato dall’ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti.

Mentre Love insiste nel dire che non sta occupando il marchio, riconosce la sua volontà di considerare di vendere il marchio in futuro, se la sua domanda alla fine fosse approvata.

Ma per Love, questo sforzo è iniziato quando è diventato chiaro che Cleveland avrebbe cambiato nome.

Il movimento per inviare nomi e simboli pregiudizievoli e controversi si è affrettato dopo che George Floyd, un uomo di colore, è stato ucciso dalla polizia a Minneapolis lo scorso maggio e sono seguite proteste. Scuole ed edifici governativi si sono trasferiti per cambiare nome, le aziende hanno rinominato i loro prodotti e le statue sono cadute.

Forse il voltafaccia più importante si è verificato nello sport. Nonostante la gente abbia spinto per anni per la franchigia NFL di Washington a cambiare il suo logo e nome, che era stato a lungo considerato un insulto contro i nativi americani, il proprietario della squadra, Dan Snyder, aveva detto che non l’avrebbe mai fatto. Ma dopo una maggiore pressione da parte di società e investitori, Snyder cedette e la squadra annunciò il 3 luglio che aveva iniziato una revisione del suo nome. Dieci giorni dopo, abbandonò il nome e divenne la Washington Football Team, un nome segnaposto mentre navigava nel complesso mondo dei marchi e delle licenze.

Cambiare il nome di una squadra è un’impresa enorme perché il moniker e il logo sono presenti su tutto, dalla merce ai siti Web agli accordi di sponsorizzazione, e i marchi sono necessari per proteggerli. In questi casi, gli squatter del marchio tendono a uscire dal lavoro in legno.

“Questo è un buon consiglio per chiunque si occupi di qualsiasi prodotto: prima di renderlo pubblico, depositare”, ha detto Andrew Skale, un avvocato specializzato in marchi di fabbrica presso lo studio legale Mintz, che non lavora con il team di Cleveland o con Love.

“L’ufficio marchi degli Stati Uniti offre questo tipo di capacità unica di archiviare quando non hai iniziato a utilizzarlo, quindi approfittane”, ha detto Skale. “Perché ho visto persone che hanno rilasciato comunicati stampa su nuovi prodotti e non l’hanno ancora presentato, e poi hanno problemi in seguito perché alcuni idioti hanno deciso di accovacciarsi”.

Mentre l’intento delle persone dietro di loro è sconosciuto – e alcuni non hanno risposto alle richieste di commento – i seguenti marchi sono stati depositati dopo il primo annuncio di Cleveland: Cleveland Baseball Team (da qualcuno in Georgia), Cleveland Baseball Club (da una società in Ohio ), Cleveland Guardians (da qualcuno a New York), Cleveland Rockers (da qualcuno in California che ha anche presentato istanza per Cleveland Natives e Cleveland Warriors) e Cleveland Spiders (da Love). L’attuale squadra di baseball di Cleveland ha presentato estensioni per opporsi ad alcuni.

L’amore insiste sul fatto che il suo interesse per il nome dei ragni viene dal cuore. Indipendentemente dal fatto che la domanda di marchio sia stata ispirata da quello o dal portafoglio, è certamente vero che è cresciuto un fan sfegatato dello sport di Cleveland. Sebbene consideri i Browns della NFL la sua squadra principale da casa, Love è cresciuto partecipando alle partite di baseball a causa della sua famiglia. Il suo giocatore preferito era il catcher Sandy Alomar Jr., una delle stelle delle talentuose squadre degli anni ’90 che hanno raggiunto due volte le World Series.

“Pensavo che lo sport di Cleveland sarebbe andato a fuoco per tutta la mia vita”, ha detto Love durante una video intervista in cui indossava una maglietta per i Cavaliers dell’NBA mentre era seduto davanti a due maglie firmate Browns sul muro.

Love ha detto che quando aveva 7 anni i suoi genitori, che ha scherzosamente descritto come hippy, lo hanno portato all’annuale Hessler Street Fair, che mescolava musica, mercatini e attivismo. Ha ricordato suo padre che indossava una spilla che mostrava uno sciopero attraverso l’immagine del capo Wahoo, una caricatura di un nativo americano usata dalla squadra di baseball fino a quando non è stata eliminata gradualmente nel 2019, e ha visto altre persone chiedere la fine del logo.

Allora, Love disse che non capiva l’opposizione e pensava che forse le persone che si opponevano al nome e ai simboli fossero fan degli Yankees.

Alla fine si è sbarazzato della maggior parte della sua attrezzatura con quell’iconografia, anche se si è aggrappato a una maglia vintage Bob Feller con il logo originale di Chief Wahoo.

Nel corso degli anni, Love ha sognato potenziali sostituzioni di nomi. È sempre stato affezionato al soprannome di Ragni perché nessun’altra grande squadra sportiva professionale lo aveva, e gli aracnidi sembravano e suonavano alla moda nonostante la loro sfortunata storia a Cleveland. Dal 1889 al 1899, il I ragni erano una squadra della National League. Nella loro ultima stagione prima dello scioglimento, sono andati 20-134, ancora il record per il peggior risultato nella storia della major league.

“Che nome perfetto per Cleveland”, ha detto Love. (Dopo che i Chicago Cubs hanno sconfitto Cleveland nelle World Series 2016, la squadra di baseball preferita di Love detiene la siccità del titolo attiva più lunga nel baseball, risalente al 1948.)

Ha fatto alcune ricerche online sui marchi ed è rimasto sorpreso dal fatto che non ce ne fossero attivi per i Cleveland Spiders. Quindi ha parlato con un amico di un amico che è un avvocato e ha compilato la sua domanda. Costa $ 275. Poiché ha detto che lo faceva principalmente per divertimento, ha fatto domanda solo per un marchio di fabbrica per le maglie e non per tutti gli altri necessari a un franchising sportivo.

Love ha disegnato un logo con una “C” che forma il corpo del ragno. Vende leggings ($ 44,99) e canotte (fino a $ 26,99) online. Sebbene Love abbia rifiutato di dettagliare le sue vendite fino ad ora, ha detto: “Non lascio il mio lavoro”.

Anche se ha detto che vendere il marchio ai proprietari di Cleveland non era il suo intento originale, avrebbe parlato felicemente con loro.

“È un po ‘come se acquistassi qualcosa che ti piace, e poi diventasse un oggetto da collezione e qualcuno ti offrisse abbastanza soldi per questo, lo venderesti?” Egli ha detto. “Forse, sì.”

Durante l’inverno, il nome Spiders è apparso frequentemente quando si discuteva di potenziali sostituzioni, ma Love è scettico sul fatto che verrà scelto. Ha detto che non gli piacciono gli altri marchi di fabbrica che l’attuale club di Cleveland detiene dal 2010: i Blues, i Bronchos e i Naps, tutti nomi precedenti per il franchise risalenti all’inizio del secolo scorso.

“Non si può chiamare una squadra sportiva a Cleveland the Blues”, ha detto Love. “È semplicemente troppo triste.”

(Il team ha rifiutato di commentare tramite un portavoce. Proprietario Paul Dolan ha detto il nuovo nome della squadra non avrebbe temi dei nativi americani.)

I sostituti del nome preferiti di Love sono, ovviamente, il suo e quello di qualcun altro, i Guardiani, che è un riferimento alle statue sull’Hope Memorial Bridge in città. Ha insistito che non era un marchio di fabbrica accovacciato; poiché è un nativo di Cleveland che ha progettato altri attrezzi in passato, ha a lungo avuto un legame con le squadre sportive della città e comunque non sa davvero cosa sta facendo in termini di applicazione del marchio.

A dicembre, l’ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti ha respinto preliminarmente il deposito di Love per vari motivi, tra cui il fatto che la sua domanda era incompleta e il suo marchio poteva essere confuso con i ragni dell’Università di Richmond.

Ma il processo relativo al marchio può richiedere del tempo e prevede diversi periodi di revisione. Love ha sei mesi per rispondere al rifiuto e ha detto che potrebbe assumere un avvocato perché è testardo. Ma il processo relativo al marchio può richiedere del tempo e prevede diversi periodi di revisione. Love ha sei mesi per rispondere al rifiuto e ha detto che potrebbe assumere un avvocato perché è testardo.

L’amore affronta una dura battaglia. Sebbene l’acquisto di marchi esistenti avvenga, Skale ha affermato che la ricerca di marchi non è redditizia come, ad esempio, nome del dominio squatting, perché i marchi possono essere contestati per malafede, sono complicati e richiedono che un’azienda o una persona ne dimostri un uso continuativo, altrimenti viene perso.

Di recente, Love ha indossato un cappello e una maglietta dei ragni creati da altri due gruppi con sede a Cleveland perché gli piacevano i loro attrezzi e i loro loghi meglio dei suoi. Se quel nome alla fine viene scelto dai Dolan, Love ha detto che potrebbe farsi un tatuaggio con i ragni.

“Spero davvero che si prendano il loro tempo e prendano una decisione che renda davvero felici le persone di Cleveland”, ha detto.

#Cleveland #Spiders #fan #Washington #cerca #marchio

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *