Conteggi delle presentazioni, partite veloci e pareggi: le nuove regole dell’allenamento primaverile

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 6 Secondo

Lunedì era il quarto inning di una partita di allenamento primaverile tra Reds e Athletics, e Sal Romano era in difficoltà.

Romano aveva rinunciato a quattro colpi contro la A nell’inning e tre punti erano segnati. Dopo una passeggiata, c’erano i corridori di base di Oakland sul primo e sul secondo, e sembrava che altre piste potessero essere in arrivo.

Invece, l’inning è stato interrotto e gli A sono stati richiamati alla loro panchina.

Nel prossimo inning, un nuovo lanciatore dei Reds, Shane Carle, non se la cavò meglio. Ha rinunciato a quattro run e ha messo i corridori in seconda e terza con uno eliminato. Ancora una volta un grande inning sembrava trasformarsi in un grande inning per gli A’s.

E ancora una volta l’inning fu interrotto.

Romano e Carle sono stati entrambi salvati dal nuovo migliore amico del lanciatore della Major League: il conteggio del campo. Scene strane come quella della partita dei Reds-A a Mesa, in Arizona, si sono verificate in diverse partite di allenamento primaverili della major league negli ultimi due giorni a causa di una nuova regola che consente alle squadre di fermare un inning alla fine di un at- mazza se il lanciatore ha effettuato 20 lanci, indipendentemente da dove si trova l’inning.

La regola ha salvato domenica il lanciatore degli Orioles Thomas Eshelman in un primo inning duro contro i Pirates, e ha fatto lo stesso per il titolare dei Red Sox Garrett Richards contro i coraggiosi di lunedi

Il conteggio dei lanci è solo la più stridente di una serie di nuove regole introdotte per le prime settimane di allenamento primaverile di questa stagione. Le partite sono inizialmente programmate per sette inning, ma le squadre potrebbero accettare di giocarne anche solo cinque. Lunedì, c’è stata una partita di cinque inning tra i White Sox e gli Angels, più partite di sei, sette, otto e nove inning.

I cambiamenti non sono universalmente popolari, anche tra i giocatori di baseball. “Ora giocheremo cinque e sei e sette partite inning”, ha detto Dayton Moore, il direttore generale di Kansas City Royals. “Abbiamo 75 giocatori in campo e 41 di loro sono lanciatori. Stiamo cercando di ottenere loro inning e svilupparli, ma non stiamo dando loro la possibilità di farlo, ei fan non sanno se verranno a vedere un cinque, sei, sette o nove inning. partita nelle prime due settimane. “

A volte, le squadre non lo sanno nemmeno. Domenica, i Royals hanno giocato una partita di sei inning contro i Rangers e poi, dopo che il Texas ha concluso la giornata, hanno giocato altri tre inning intrasquad di Royals vs Royals.

Nessuno che va agli allenamenti primaverili si illude che i giochi contino in un senso reale. Ma le nuove regole continuano a spingere i giochi, per i quali i fan appena tornati stanno pagando l’ammissione, sempre più lontano dai concorsi tradizionali e più vicini a pratiche glorificate.

Le regole per il conteggio delle piazzole sono progettate principalmente per proteggere le braccia di lancio nei primi giorni della stagione. “I fan si grattano la testa, a volte”, l’allenatore del lancio dei Brewers Chris Hook ha detto a MLB.com. “Ma per noi, da parte nostra, sarà davvero utile per preparare i nostri ragazzi per la stagione”.

Gli inning non devono nemmeno terminare dopo 20 lanci; la decisione spetta alla squadra del lanciatore. Anche se sarebbe a loro danno competitivo, una squadra può scegliere di continuare un inning dopo 20 tiri, forse per fare un allenamento di sollievo nell’uscita da un jam. Quindi lo starter può tornare al prossimo inning, grazie a un’altra nuova regola che consente ai lanciatori di rientrare in partita.

Anche la pandemia di coronavirus ha influenzato la regola. Con maggiore certezza sul numero di lanciatori che useranno in una partita, le squadre possono limitare il numero di giocatori vestiti e in panchina o bullpen durante le partite.

La regola viene chiamata in alcuni punti una “regola della misericordia”, un riferimento al tipo di governatore sul punteggio che si potrebbe vedere in una partita di softball o di T-ball sbilenca. Ma questo non è del tutto esatto. Non c’è pietà quando una squadra non ha segnato nessun punto, come è successo domenica nella partita dei Diamondbacks-Rockies.

Zac Gallen ha lanciato il primo inning per i Diamondbacks. Ma con due eliminati e due uomini, ma senza punti segnati, ha raggiunto i 20 tiri. Era giunto il momento per quello che molti giocatori chiamano “roll the inning”.

“Non sapevo che fosse una cosa quest’anno”, Gallen ha detto a MLB.com. “Quindi, quando ho sentito ‘Roll’, ho pensato che fosse uno scherzo.”

Gallen ha concluso la giornata con due inning a reti inviolate per l’Arizona. I corridori di base nel primo inning si sono conclusi con una passeggiata in panchina invece che con la possibilità di raggiungere casa base.

Tyler Kepner ha contribuito alla creazione di report.

#Conteggi #delle #presentazioni #partite #veloci #pareggi #nuove #regole #dellallenamento #primaverile

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *