Cosa aspettarsi il secondo giorno del Master 2020

Visualizzazioni: 16
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 12 Secondo

Il temporale mattutino di giovedì all’Augusta National ha sufficientemente confuso i piani al Masters 2020. Ma dopo un ritardo di quasi tre ore che lo ha vanificato La strategia di Bryson DeChambeau per il dominio – è rimbalzato da un double-bogey sulla 13a buca par-5 per tirare un 70 con due sotto il par – il gioco è ripreso con 27 dei 48 giocatori che avevano terminato i loro round infrangendo il par della giornata. Tra loro c’era il campione in carica, Tiger Woods, che ha registrato un quattro under 68 nel Day 1 per finire tre colpi dietro al leader, l’inglese Paul Casey.

Il venerdì ad Augusta dovrebbe offrire più chiarezza: senza previsioni di pioggia, i verdi notoriamente increspati del club dovrebbero giocare più velocemente e fornire una certa separazione nel logjam della classifica.

A Casey non piaceva dover iniziare il Masters dal secondo nove, perché la 10a buca è storicamente la più dura dell’Augusta National.

Se il torneo fosse stato in aprile, quando si svolge tradizionalmente, non avrebbe dovuto preoccuparsi, perché tutti i giocatori partono dal numero 1. Ma a novembre, con la luce del giorno a premio, i funzionari della Nazionale Augusta non hanno avuto altra scelta che manda i giocatori fuori entrambi i nove.

Giovedì, la squadra in cui i giocatori hanno iniziato i loro turni ha fatto la differenza nei loro punteggi, ma non nel modo in cui Casey si era preoccupato.

Per i destrimani come Casey, il miglior gioco dal decimo tee è un gancio da destra a sinistra, ma se il tiro va troppo a sinistra mette in gioco gli alberi, motivo per cui Casey ha detto: “Non è il tee shot più facile . Preferisco di gran lunga iniziare da 1. “

Eppure Casey birdied il 10 ° sulla strada per un sette sotto 65 in quanto i 24 giocatori della prima ondata che hanno iniziato al numero 10 hanno ottenuto una media di 71,2. Coloro che hanno iniziato il numero 1 hanno ottenuto una media di 72,4 sul tracciato par 72.

Woods ha anche iniziato il numero 10 e lo ha parato in un round senza bogey.

Dustin Johnson, il numero 1 al mondo, e Rory McIlroy, chi può completare un Grande Slam in carriera con una vittoria Masters, può sperare che la tendenza continui; sono tra i giocatori che giocheranno al n. 10 per i loro secondi turni mentre tornano in campo venerdì per completare i primi 18.

La decisione di Augusta National quest’anno di introdurre un taglio più rigido è sembrata un colpo di genio dopo che le tempeste elettriche hanno attraversato l’area giovedì. Il ritardo ha praticamente garantito che il campo di 96 uomini non avrebbe completato il secondo turno entro il tramonto alle 17:25 e che non poteva essere tagliato fino a sabato mattina.

Dopo che il torneo del 2019 ha prodotto il campo più grande del fine settimana – 65 – nella storia del Masters, i funzionari del club hanno deciso di eliminare la regola che aveva garantito un posto nel fine settimana a qualsiasi giocatore entro 10 colpi dal leader di 36 buche.

Il numero di qualificazioni questo fine settimana sarà il minimo di 50, inclusi i pareggi.

Fred S. Ridley, presidente dell’Augusta National, ha detto mercoledì che i funzionari avevano apportato il cambiamento perché la regola dei 10 tempi più tollerante aveva permesso ai giocatori di continuare sabato e domenica anche se non avrebbero seriamente conteso una giacca verde.

“Negli ultimi anni, penso che abbiamo avuto solo due giocatori che sono stati in lizza che hanno fatto il taglio solo a causa della regola dei 10 colpi”, ha detto Ridley. “Anche se certamente può succedere”, ha aggiunto, “semplicemente non è così”.

Alan Blinder ha contribuito a questo rapporto.

#Cosa #aspettarsi #secondo #giorno #del #Master

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *