Cosa sapere sulle cause legali contro Deshaun Watson

Visualizzazioni: 13
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 11 Secondo

Il quarterback degli Houston Texans Deshaun Watson è oggetto di sette cause civili intentate a metà marzo che lo accusano di violenza sessuale. Non è stato accusato penalmente. Ecco dove stanno i casi:

Deshaun Watson, 25 anni, è una star quarterback degli Houston Texans, uno dei migliori nella NFL nella sua posizione.

Nel settembre 2020 ha firmato un prolungamento del contratto quadriennale quasi $ 111 milioni garantiti, legandolo ai texani fino al 2025. Ma Watson, disincantato dalle scarse mosse del personale della squadra e dall’incapacità di mantenere la promessa di includerlo nel processo di ricerca di un nuovo allenatore e direttore generale, ha chiesto uno scambio. Watson ha una clausola di non scambio, quindi può scegliere la sua prossima destinazione. Ma i texani hanno sottolineato a gennaio che non hanno intenzione di scambiarlo, creando un vicolo cieco per più di due mesi.

L’anno scorso, Watson è diventato una voce di primo piano tra i giocatori neri che hanno protestato contro l’ingiustizia razziale e la brutalità della polizia. Durante la bassa stagione del 2020, ha preso parte a un video guidato dai giocatori che esortava la lega a sostenere le proteste dei giocatori, e dopo che la polizia di Minneapolis ha ucciso George Floyd, Watson ha marciato con la sua famiglia – Floyd è cresciuto a Houston – in un centro cittadino protesta.

Sette donne hanno accusato Watson di aggressioni in cause civili intentate nella contea di Harris, in Texas. L’avvocato che le rappresenta, Tony Buzbee, ha detto che altre 15 donne hanno fatto eco alle accuse di cattiva condotta sessuale e comportamento coercitivo contro Watson.

Sebbene le sette cause fino ad oggi presentate condividano molte somiglianze, solo una – in cui si diceva che Watson avesse fatto pressioni su una donna per fare sesso orale durante un massaggio – include una denuncia di violenza sessuale, sebbene tutti sostengano che Watson abbia costretto le donne a toccarlo. in modo sessuale. Tutte le cause accusano Watson di un modello di comportamento osceno negli incidenti verificatisi da marzo a dicembre 2020: esporsi a donne che aveva assunto per i massaggi; ordinare alle donne di massaggiare aree sensibili come l’inguine e l’interno coscia; e muovere il suo corpo in modi che li costringessero a toccargli il pene.

Meredith J. Duncan, che insegna diritto civile e diritto penale presso il Centro legale dell’Università di Houston, ha definito l’aggressione civile come il toccare intenzionalmente o consapevolmente qualcuno in un modo che una persona ragionevole considererebbe offensivo.

“In questo caso succede così, l’aggressione civile coinvolge i suoi genitali”, ha detto Duncan. “Ma costringere un’altra persona a compiere un atto sessuale, questa è una forma più aggravata di violenza sessuale”.

Watson non ha commentato pubblicamente dalla notte del 16 marzo, quando è stata presentata la prima denuncia. Ha detto su Twitter di non aver “mai trattato nessuna donna con nient’altro che il massimo rispetto” e di aver rifiutato “una richiesta di insediamento a sei cifre senza fondamento” avanzata da Buzbee prima che fosse presentata la prima causa.

Rusty Hardin, che rappresenta Watson, ha rilasciato una dichiarazione il 19 marzo definendo le accuse contro il suo cliente “prive di valore”. Lo stesso giorno, l’agente di Watson, David Mulugheta, difeso pubblicamente il suo cliente nei post sui social media.

Il dipartimento di polizia di Houston ha detto in una dichiarazione 19 marzo che “non era a conoscenza di alcun contatto tra HPD e l’avvocato di Houston Tony Buzbee in merito alle accuse contenute nelle sue cause legali recentemente presentate e nessun rapporto di incidente relativo a queste accuse è stato presentato nella nostra giurisdizione”.

La lega ha aperto un’indagine sulla condotta di Watson il 18 marzo. In a lettera indirizzata a Buzbee, Lisa Friel, consulente speciale per le indagini presso la Lega, ha chiesto la collaborazione degli accusatori. Un portavoce della lega ha detto che la questione è in corso di revisione in relazione alla politica di condotta personale della NFL. Questa politica regola il comportamento fuori campo che coinvolge giocatori e allenatori.

I texani hanno dichiarato in una dichiarazione lo stesso giorno che avrebbero “continuato a prendere sul serio questo e tutte le questioni che coinvolgono chiunque all’interno dell’organizzazione di Houston Texans” e che la squadra non avrebbe commentato ulteriormente fino a quando le indagini della lega non fossero terminate, un processo senza tempistiche pubbliche. .

Tony Buzbee è un avvocato della parte civile di Houston che ha lavorato per anni su casi di lesioni personali, ma lo è forse il più noto per il suo coinvolgimento in casi di illecito civile e class action, compreso il contenzioso successivo all’uragano Ike e al Fuoriuscita di petrolio BP nel Golfo del Messico un decennio fa. Non sembra aver rappresentato molte donne in casi di violenza sessuale.

Un ex marine, Buzbee ostenta la sua personalità e ricchezza fuori misura sui social media. Le prime due parole sul sito web per lo studio legale di Buzbee sono “Just Win” e sfoggia un tatuaggio di uno squalo sull’avambraccio destro.

Anche se ha detto di non sostenere i texani, Buzbee, laureato in Texas A&M, nel 2014 metti 10 cartelloni pubblicitari esortando l’ormai defunto proprietario della squadra, Bob McNair, a reclutare Johnny Manziel, un quarterback di Aggies; McNair non ha seguito il suo consiglio. Buzbee vive nella stessa strada di Houston del presidente texano Cal McNair, ma in una conferenza stampa ha detto di non conoscere McNair. Anche Buzbee senza successo candidato sindaco di Houston nel 2019.

Ex procuratore dello stato del Texas che è diventato avvocato difensore, Rusty Hardin ha rappresentato numerosi clienti di spicco, dagli atleti famosi alla società di contabilità Arthur Andersen nello scandalo Enron. Ha anche lavorato nell’ufficio del consulente legale indipendente nell’indagine Whitewater durante l’amministrazione Clinton.

Tra gli atleti che ha difeso ci sono il lanciatore Roger Clemens, contro le accuse di falsa testimonianza nel 2012; la NFL che torna indietro Adrian Peterson, accusato di abusi sui minori nel 2014; e la star dell’NBA James Harden, accusato nel 2017 di aver pagato quattro persone per attaccare e rapinare Moses Malone, Jr., il figlio del giocatore NBA Hall of Fame.



#Cosa #sapere #sulle #legali #contro #Deshaun #Watson

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *