Hideki Matsuyama prende il comando ai Master

Visualizzazioni: 13
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 39 Secondo

AUGUSTA, Ga. – La terza prova del torneo Masters è iniziata sabato con una raffica di vento che ha tormentato il campo e sembrava rendere più aridi, veloci e fastidiosi i green solidi e già croccanti dell’Augusta National Golf Club.

Poi, poco prima delle 4 del pomeriggio, un temporale con la possibilità di tuoni e fulmini ha mandato i giocatori di golf a correre verso la sicurezza della clubhouse. Dopo una sospensione del gioco di 78 minuti, i giocatori sono tornati su un campo da golf che era molto più indulgente con green smorzati e significativamente più lenti. Il vento era quasi scomparso.

Percependo la tregua, molti in campo attaccarono.

A guidare la carica era il giapponese Hideki Matsuyama, che ha realizzato un brillante 65 giocando le sue ultime otto buche in sei sotto il par. A 11 sotto la media per il torneo, Matsuyama, 29 anni, prenderà un autorevole vantaggio di quattro colpi nell’ultimo round di domenica. Quattro giocatori di golf sono in parità per il secondo: leader del secondo round Justin si alzò, Xander Schauffele, Marc Leishman e il debuttante di Masters Will Zalatoris.

Se Matsuyama, il debuttante dell’anno del PGA Tour 2017 e secondo classificato a Tiger Woods a i Master 2019, può mantenere il suo vantaggio domenica, diventerà il primo asiatico a vincere il Masters. È il primo giocatore giapponese a mantenere il comando alla fine di un round Masters.

Matsuyama ha detto di sentirsi rilassato durante il ritardo del tempo perché l’ultimo colpo che ha colpito prima della sospensione del gioco – un drive dall’undicesimo tee – è stato il suo peggior swing del round.

“Pensavo di non poter colpire niente di peggio di così”, ha detto attraverso un interprete. «Forse ha alleviato un po ‘la pressione. L’ho colpito bene dopo il ritardo. “

Questo è un eufemismo. Matsuyama, che è classificato al 25 ° posto nel mondo, ha messo in scena una superlativa dimostrazione di colpire la palla che un giorno potrebbe costituire gran parte del momento clou dei Masters 2021.

Matsuyama ha iniziato sabato con sei par consecutive e ha catturato Rose con un uccellino alla settima buca. Quindi lo ha versato, iniziando con il suo approccio all’elusivo 11 ° green che ha portato a un birdie putt di 12 piedi convertito. Il tee shot di Matsuyama sul difficile par-3 12 ° si è fermato a soli otto piedi dalla buca per un altro birdie. Dopo tre par consecutive, Matsuyama ha colpito la buca 15 del par-5 quando il suo secondo tiro – un 5-ferro imponente e preciso – è andato a segno a quattro piedi dall’asta della bandiera. Il suo birdie putt sul par-3 16 è stato ancora più vicino, che Matsuyama ha battuto a casa con sicurezza. La buca 17 era più o meno la stessa dopo due tiri estremamente precisi dal tee e dal fairway.

Il momento di maggior nervosismo che Matsuyama ha avuto sulle seconde nove è stato quando ha volato il suo secondo tiro a 20 yarde sopra il 18 ° green, ma un bel tiro di bump-and-run ha lasciato un tap-in par putt.

Dopo il temporale, Matsuyama ha ammesso che “ha colpito praticamente ogni colpo esattamente come volevo”.

Se Matsuyama vincesse domenica, sarebbe la seconda vittoria per un giocatore di golf giapponese negli ultimi otto giorni. Il 3 aprile, la diciassettenne Tsubasa Kajitani, originaria di Okayama, Giappone, ha vinto quest’anno l’Augusta National Women’s Amateur torneo.

“È stato fantastico”, ha detto Matsuyama della vittoria di Kajitani. “Spero di poterla seguire nei suoi panni e rendere orgoglioso il Giappone”.

Matsuyama ha ottenuto sette vittorie del PGA Tour e dell’European Tour dal 2014 al 2017. Ha detto che c’erano una serie di ragioni per cui è stato senza vittorie negli ultimi anni, ma ha notato che quest’anno ha iniziato a viaggiare con un allenatore giapponese, Hidenori Mezawa, che lui chiamato “grande vantaggio”.

“Le cose che sentivo nel mio swing, potrei parlargli di questo, e lui mi dà un buon feedback”, ha detto Matsuyama. “È come avere uno specchio per il mio swing. Si spera che ora tutto stia iniziando a riunirsi “.

Prima del ritardo del tempo, la maggior parte dei leader del secondo turno ha giocato in modo incoerente o addirittura ha lottato. Rose, che ha iniziato sabato con un vantaggio di un colpo a sette sotto il par, ha aperto con birdie consecutivi sulle prime due buche ma poi ha avuto spauracchi successivi sulla quarta e quinta buca. Rose si è mobilitata per sparare alla pari per il resto del percorso. Brian Harman, che ha seguito Rose di un colpo per iniziare il suo round, è crollato a un 74 che lo ha lasciato a quattro sotto la pari per il torneo.

L’uscita più sulle montagne russe è stata consegnata da Jordan Spieth, che nel secondo round si era spostato a due colpi da Rose. Alla settima buca di sabato, Spieth ha lanciato il suo tiro di avvicinamento sul green, poi ha respinto un chip shot e ha colpito un bunker eccessivamente aggressivo che ha portato a un doppio spauracchio. Era nei guai ancora peggiori nella buca successiva quando il suo tee shot era così lontano a sinistra che sembrava stesse quasi rigiocando il settimo. Sepolto nel bosco, Spieth lanciò una pallina di ferro su un alto gruppo di pini che atterrò a tre piedi dall’ottava buca per un facile uccellino. Seguì un birdie chip-in alla decima buca, così come un’aquila alla quindicesima, ma quei successi furono compensati dalle battute d’arresto precedenti, e Spieth concluse con un round di 72, dietro Matsuyama di sei colpi.

Zalatoris sembrava il più a suo agio quando il terzo round è iniziato con una serie di pars e un nifty birdie sulla terza buca par-4. Ma Zalatoris, 24 anni, non sembra adattarsi bene alle velocità del green più lente dopo il temporale e ha mancato diversi tentativi di birdie putt sui back nove per sparare a 71.

Corey Conners, con un buco in uno alla sesta buca, sabato ha fatto la più grande mossa iniziale in classifica per finire a sei sotto il pari, appena dietro il gruppo legato per il secondo.

Schauffele, che era di gruppo con Matsuyama, ha girato un impressionante 68 e ha avuto ancora il tempo di scambiare battute in giapponese con il suo compagno di gioco. I nonni materni di Schauffele vivevano in Giappone e ha detto di aver imparato un po ‘di lingua.

O come ha detto Matsuyama della sua conversazione con Schauffele: “Non abbiamo avuto la possibilità di parlare molto, ma quando lo abbiamo fatto, ci siamo scambiati delle buone battute giapponesi e ci siamo fatti una bella risata”.

Matsuyama e Schauffele sono di nuovo accoppiati insieme per l’ultimo round di domenica e sono programmati per il gioco alle 14:40, ora orientale.

#Hideki #Matsuyama #prende #comando #Master

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *