Hsieh Su-Wei affronterà Naomi Osaka agli Australian Open

Visualizzazioni: 6
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 6 Secondo

MELBOURNE, Australia – Il campo da tennis diventa un divertente specchio da casa quando il giocatore dall’altra parte della rete è Hsieh Su-Wei, la regina del drop shot dall’alto, le cui rotazioni malvagie, angoli intelligenti e colpi a due mani da entrambi i lati possono scuotere i suoi avversari .

Naomi Osaka, tre volte campionessa del Grande Slam, ha sospirato in modo udibile domenica quando è stata informata che la sua ricompensa per aver respinto due match point contro Garbine Muguruza era un incontro con Hsieh, che ha conquistato il suo posto nei quarti di finale mentre Osaka stava lottando per risolvere il problema quello era Muguruza.

“È una di quei giocatori che, per me, se fosse un videogioco, vorrei selezionare il suo personaggio solo per interpretarla”, ha detto Osaka, la campionessa del 2019. “Perché la mia mente non riesce a capire le scelte che fa quando è in campo.”

Osaka, 23 anni, ha aggiunto: “Non è divertente interpretarla, ma è davvero divertente da guardare”.

Hsieh, 35 anni, è più abile nel doppio, dove lei e la sua compagna, Barbora Strycova, sono arrivate a Melbourne Park come le prime teste di serie ed sono uscite al secondo turno. Tre volte campione del Grande Slam in doppio, Hsieh non era mai passato ai quarti di finale in singolo nelle 37 precedenti apparizioni del tabellone principale del Grande Slam.

“Probabilmente mi colpirà in campo”, ha detto allegramente Hsieh. “Cerco di fare il mio gioco, fare il mio lavoro, vedere cosa succede.”

Hsieh ha una faccia felice e riposante, ma dietro il sorriso si nasconde un avversario d’acciaio. Ha giocato a Osaka cinque volte e quattro delle partite sono andate in tre set, inclusa l’unica vittoria di Hsieh, nel terzo round a Miami nel 2019, quando Osaka era il numero 1 al mondo.

Alla domanda su cosa rende il gioco di Hsieh una tale sfida, Osaka ha risposto: “L’hai vista suonare?” Lei rise. “È come, ‘Cosa?'”

Ha aggiunto: “So che per me, ogni volta che la interpreto devo aspettarmi tutto”.

La resa dei conti tra Hsieh di Taiwan e Osaka del Giappone, è uno studio di contrasti. Osaka crea ritmo e Hsieh lo reindirizza. Osaka è una calamita del marketing che ha aggiunto Louis Vuitton, Tag Heuer e Workday al suo portafoglio di sponsor in vista degli Australian Open. Hsieh non ha sponsor, in parte per design.

“Preferisco rimanere semplice”, ha detto Hsieh, la cui routine del torneo di acquisto di abbigliamento da tennis scontato è stata ribaltata dal blocco statale istituito la scorsa settimana.

Come incarnato da Osaka, il gioco del potere è in voga. Ma lo stile più raffinato di Hsieh non passerà mai di moda. È un’artista che ribalta le convenzioni con una visione insolita che dà al campo la sua forma, il modo in cui una padella Bundt dà forma alla pastella che vi viene versata.

“Penso che abbia mani incredibili e occhi incredibili”, ha detto l’allenatore di Serena Williams, Patrick Mouratoglou. “Vede la palla molto presto, vede e anticipa molto”.

Ecco perché ha una tale economia di movimento, ha aggiunto, “e perché è così difficile da interpretare”.

Nelle ultime tre settimane, il difficile compito di preparare l’astuta Hsieh per le sue partite è toccato ad Andrew Whittington, che è avanzato alle semifinali in doppio maschile agli Australian Open 2017 e ha raggiunto la top 200 in singolo.

In un soleggiato lunedì di Court 17, contro i binari del tram nella periferia orientale del parco, Whittington ha trascorso quasi un’ora a dare a Hsieh i servizi duri, piatti e ben piazzati che sono la firma di Osaka.

L’allenatore di Hsieh, Paul McNamee, ha incaricato Whittington di non trattenere nulla. Dopo che Hsieh non è riuscita a portare la sua racchetta su una palla al rovescio, McNamee si è avvicinata a Hsieh e ha detto che avrebbe visto quel servizio molto da Osaka.

Hsieh annuì solennemente. Pochi secondi dopo, ha sollevato una palla fuori dal campo con la sua racchetta, ha voltato le spalle alla rete e ha colpito un arcobaleno senza sguardo a Whittington, che poteva solo ridere.

McNamee ha descritto Hsieh come uno spirito libero e ha detto: “Non vuoi inscatolare quello spirito. Devi lasciarlo salire ed essere libero. “

Ridendo, McNamee ha aggiunto: “Ho imparato molto la gioia del silenzio lavorando con Su-Wei”.

Durante gli ultimi minuti della pratica di un’ora, Whittington ha messo in campo i servizi di Hsieh, inclusi alcuni subdoli. Era più preparato a quelle che alla domanda che lei gli aveva lanciato verso la fine dell’esercitazione.

“Il mio servizio è molto lento?” lei disse.

Era il raro caso in cui non stesse scherzando. Percependo la vulnerabilità di Hsieh, Whittington si è mossa rapidamente per assicurarle che il suo servizio andava bene. Come il resto delle frecce nella sua faretra, è ingannevolmente affilata. Hsieh ha messo in gioco il 71% delle sue prime battute in questo torneo.

L’autenticità di Hsieh, la sua disinvoltura, è “ciò che la rende così unica e così fantastica con cui lavorare”, ha detto Whittington.

Whittington ha portato più racchette da tennis nella sessione di colpi di Hsieh, che generalmente viaggia con una. La palla trova il punto debole sulla sua racchetta con una tale regolarità, ha spiegato McNamee, che Hsieh è rimasta tre anni senza rompere una corda.

Un’intrattenitrice che brandisce la sua racchetta come il sostegno di un mago, Hsieh è dispiaciuta che il blocco escluderà i fan fino a mercoledì – e forse più a lungo.

“Penso di rimanere lo stesso, divertirmi, cercare di essere positiva”, ha detto. “Se non vinco, spero che la quarantena finisca molto presto, così posso uscire per divertirmi un po ‘.”

Anche se Osaka si aggiudica la vittoria, dubita che sarà divertente. Nel terzo round degli Australian Open 2019, Osaka ha sconfitto Hsieh, 5-7, 6-4, 6-1.

Non è un ricordo piacevole.

“Ricordo solo di aver avuto, tipo, così tante emozioni solo perché sentivo che non c’erano molte cose che potevo controllare mentre la stavo interpretando”, ha detto Osaka.

È la più grande forza di Hsieh. Può far sentire impotenti i giocatori migliori e più potenti.

#Hsieh #SuWei #affronterà #Naomi #Osaka #agli #Australian #Open

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *