I criminali più lisci (pallacanestro) sono in Indiana

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 26 Secondo

In alcuni modi ovvi, Myles Turner e TJ McConnell non potrebbero essere più diversi come giocatori di basket. Turner è un centro di 6 piedi e 11 che fa gran parte del suo lavoro migliore sopra il bordo. McConnell è un playmaker alto 6 piedi e 1 che interpreta un marchio più terrestre del gioco. Turner spara colpi, mentre McConnell buca le tasche. Uno è un file presenza minacciosa nella vernice; l’altro, un auto-definito “parassita” che vaga per il perimetro.

Ma in una stagione impegnativa per gli Indiana Pacers, Turner e McConnell si sono uniti per pressare, spogliare e contrastare gli avversari, una macchina della miseria a due uomini. Nel processo, potrebbero diventare la prima coppia di compagni di squadra a guidare l’NBA in blocchi e palle rubate dalla stagione 2000-1, quando lo fecero Theo Ratliff (blocca) e Allen Iverson (ruba) dei Philadelphia 76ers.

“Il finale difensivo è solo uno sforzo”, ha detto McConnell, che è uscito dalla panchina per una media di 1,8 palle rubate a partita leader del campionato. “Questo è veramente ciò a cui si riduce, ed è qualcosa che posso controllare. Posso sempre dare il massimo impegno possibile. “

Turner, che sta facendo una media di 3,4 blocchi a partita, leader in campionato e in carriera, ha dato ai Miami Heat enormi problemi nelle vittorie consecutive durante il fine settimana, bloccando un totale di 10 tiri. Domenica, ha avuto due di loro ai tempi supplementari per aiutare i Pacers a sigillare la loro vittoria per 109-106.

“Nessun colpo è sicuro intorno a lui”, ha detto McConnell.

Dicono di essersi resi giocatori migliori a vicenda – “Sapere di avere qualcuno che eguaglierà o addirittura amplificherà la tua intensità ti aiuta”, ha detto Turner – e probabilmente hanno giocato un ruolo nell’aumentare i reciproci risultati di leader del campionato.

McConnell sente di poter saltare nelle corsie di sorpasso ed essere ancora più aggressivo, ha detto, perché sa che Turner è di stanza dietro di lui come rete di sicurezza. Turner è arrivato al punto di incoraggiare McConnell e le altre guardie della squadra a incanalare i giocatori nella sua direzione.

“Mi parla sempre di come possiamo farci andare avanti a vicenda”, ha detto McConnell. “Mi sta anche dando angoli per mandare i giocatori verso il bordo. Se offendo qualcuno, lui si avvicina e dice: ‘Ehi, non fare fallo. Ti ho preso. Bloccherò il tiro. “

Tutto può succedere prima della scadenza commerciale di giovedì, specialmente per una squadra in difficoltà come i Pacers, che è scesa a 19-23 dopo aver perso contro i Milwaukee Bucks in aumento lunedì sera. Si dice che diverse squadre abbiano interesse per Turner, anche se il prezzo sarebbe alto.

Per ora, Turner e McConnell continuano a coltivare la loro bromance in campo, che ha iniziato a prendere forma nel 2015 quando si sono trovati in tre degli stessi allenamenti pre-draft, incluso uno per i Pacers. Si conoscevano già, avendo entrambi giocato a basket al college: McConnell in Arizona e Turner in Texas.

Nel loro allenamento per i Pacers, si sono uniti in una partita tre contro tre e hanno dominato, ha detto McConnell. I Pacers hanno selezionato Turner con l’undicesima scelta quell’anno. McConnell è stato annullato.

“Ci scherza sempre su: ‘Sono io quello che ti ha arruolato qui'”, ha detto Turner.

Alla fine McConnell firmato con i 76ers, che stavano guadando le folte erbacce della loro famigerata epoca di tank. È stato un esperimento che ha dato a McConnell l’opportunità di mettersi alla prova nella stagione 2015-16, che non ha sprecato. Oltre ad operare come distributore pass-first – ha una media di 4,5 assist in 19,8 minuti a partita – ha collezionato 95 palle rubate.

Rimase con i 76ers per quattro stagioni e di tanto in tanto si ritrovò a incontrare una figura familiare: Turner, che era rapidamente emerso come uno dei difensori interni più temibili della lega. McConnell si considera fortunato di non aver mai avuto nessuno dei suoi colpi bloccati da Turner. E in un certo senso, McConnell potrebbe avere Turner un rialzo rubando uno dei suoi passaggi quando erano giocatori del primo anno.

“Mi assicurerò che sia a conoscenza di quella statistica”, ha detto McConnell.

Nella loro seconda stagione, però, Turner ha cancellato un potenziale assist per McConnell. I 76ers stavano giocando con i Pacers quando McConnell corse fuori in transizione e lanciò un pallonetto al suo compagno di squadra di allora Robert Covington perché quello che quasi tutti nell’arena dovevano aver pensato fosse un facile layup alley-oop. Ma all’ultimo momento, Turner è arrivato da dietro per piombare sulla corsia e respinto Covington sul bordo.

“Molte persone in quella situazione avrebbero paura di essere schiacciate”, ha detto Turner. “Ma non mi interessa se mi inzuppano. Devi sviluppare quella mentalità da bloccante. Tutti i grandi bloccanti vengono schiacciati. “

McConnell, che ha firmato con i Pacers prima dell’inizio della scorsa stagione, e Turner, che ha trascorso tutta la sua carriera in Indiana, dicono entrambi che molto di quello che fanno in difesa non può essere insegnato. Turner ha descritto la sua capacità di bloccare i colpi come “un dono”. McConnell ha detto che il suo tipo di difesa era una mentalità.

“Voglio solo rendere il più difficile possibile per i ragazzi entrare nel loro attacco, per loro di superare metà campo – qualsiasi cosa”, ha detto. “Tu entri in gioco, e io non sono fisicamente imponente o così veloce. Ma ti farò pressione. “

Mentre si affidano all’istinto, al tempismo e allo sforzo, hanno affinato le loro abilità. Al college, ha detto Turner, era spesso più atletico dei giocatori che difendeva. Ma quando è entrato nella NBA, ha scoperto un campionato popolato da decatleti come Russell Westbrook, giocatori che potevano superarlo o superarlo. Quindi Turner ha perfezionato il suo posizionamento con l’aiuto di Dan Burke, un ex assistente allenatore dei Pacers che ora lavora per i 76ers.

“Devi essere nel posto giusto al momento giusto”, ha detto Turner. “Devi arrivarci prima.”

McConnell era nel basket sin dalla tenera età. Suo padre, Tim, era il suo allenatore alla Chartiers Valley High School fuori Pittsburgh, dove i giocatori occasionalmente facevano diapositive difensive tenendo in mano i mattoni.

“Non lo faremmo così spesso”, ha detto McConnell. “Ma l’abbiamo sicuramente fatto.”

Crescendo, McConnell avrebbe studiato L’abilità difensiva di Chris Paul – “Rende le cose così difficili per i ragazzi”, ha detto McConnell – mentre si guadagnava la strada nell’NBA con lo stesso tipo di determinazione. McConnell è regolarmente sottovalutato dai giocatori avversari, ha detto Turner.

“Soprattutto dai giovani che entrano in campionato”, ha detto Turner. “Lo guardano, come, ‘Chi è questo ragazzo bianco di fronte a me?’ Ma TJ, è come se lo prendesse a cuore. Ama la sfida, la sfida delle persone che lo guardano in quel modo. “

All’inizio di questo mese, prima della pausa All-Star, McConnell ha disputato una delle migliori partite della sua carriera, finendo con 16 punti, 13 assist e 10 palle rubate in una vittoria contro i Cleveland Cavaliers. Durante uno straordinario tratto del primo quarto, ha rubato cinque beni consecutivi. Ha stabilito un record NBA con nove palle rubate nel primo tempo.

“Questo è un bel gioco come vedrai”, ha detto Malcolm Brogdon dei Pacers.

Anche McConnell guida la classifica nelle deviazioni, anche se non vuole conoscere il suo conteggio in tempo reale durante le partite, ha detto, perché teme di poter diventare “troppo zelante”.

Allo stesso tempo, McConnell è riuscito a bloccare 14 colpi. Ogni volta che succede, ha detto, è una sorpresa totale. E per il momento più breve, ha un’idea di come deve essere la vita per il suo compagno di squadra più alto.

“È un po ‘come,’ L’ho appena fatto? ‘ “Ha detto McConnell.

#criminali #più #lisci #pallacanestro #sono #Indiana

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *