I fan tornano in tribuna dopo un blocco di cinque giorni a Melbourne.

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 25 Secondo

Quello rumore della folla a Melbourne Park è reale oggi dopo che lo stato australiano di Victoria è riemerso da un blocco di cinque giorni per frenare un focolaio di casi di coronavirus non correlato al torneo.

Secondo il direttore del torneo, Craig Tiley, saranno ammessi solo 7.477 fan per sessione, mettendo le tribune a circa il 50 percento della capacità. I fan sono tenuti a indossare maschere quando sono al chiuso o quando non sono in grado di distanziarsi socialmente, in linea con le procedure in vigore all’inizio del torneo.

“La scorsa settimana abbiamo avuto la nostra prima vera esperienza di sport dal vivo con i fan sugli spalti e l’atmosfera era elettrizzante”, ha detto Tiley in un annuncio invitando i fan a tornare. “I giocatori hanno apprezzato l’opportunità di competere di fronte alla folla per la prima volta in quasi un anno, e molti hanno parlato di quanto fosse emozionante connettersi di nuovo con i fan”.

Lo scorso venerdì l’Australia è entrata in un blocco istantaneo dopo che il conteggio dei casi di Victoria è salito a 13. Le maggiori restrizioni, che hanno impedito ai residenti che non erano considerati lavoratori essenziali di rimanere a casa con eccezioni minime, si sono concluse alle 23:59 di mercoledì, Premier Daniel Andrews di Victoria annunciato, dopo non sono stati annunciati nuovi casi su oltre 39.000 test.

C’erano ancora 25 casi attivi del virus nelle ultime 24 ore, uno dei quali è stato attribuito a un individuo in quarantena fuori dal paese, secondo Victoria’s Dipartimento della salute.

Il blocco non ha interessato i giocatori o molti altri associati agli Australian Open perché considerati lavoratori essenziali dal governo.



#fan #tornano #tribuna #dopo #blocco #cinque #giorni #Melbourne

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *