In Chaos of Super League Fiasco, Johnson coglie un’opportunità per segnare

Visualizzazioni: 11
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 19 Secondo

LONDRA – I fan lo detestavano, i politici si opposero e persino il principe William avvertì dei danni che avrebbe rischiato “al gioco che amiamo”.

Così rapido e feroce è stato il contraccolpo a un piano per creare una nuova super lega per il calcio europeo che mercoledì sei dei club più famosi dell’Inghilterra sono stati allo sbando, emettendo scuse spregevoli mentre rinnegavano il calcio europeo. progetto separatista fallito si erano impegnati a partecipare.

Eppure non tutti erano un perdente. Per il primo ministro britannico Boris Johnson, la crisi ha rappresentato una rara opportunità per conquistare un alto livello morale su una questione che conta per molti degli elettori che lo hanno aiutato a una schiacciante vittoria nelle elezioni del 2019.

Minacciando di usare ogni mezzo possibile per bloccare il piano, il signor Johnson si è posizionato come il difensore dei tifosi di calcio della classe operaia i cui antenati hanno creato le squadre di calcio inglesi – e il nemico dei proprietari miliardari che ora dominano il gioco inglese.

“Boris Johnson è un populista per istinto”, ha detto Anand Menon, professore di politica europea e affari esteri al King’s College di Londra, aggiungendo che il primo ministro ha individuato un’opportunità politica in un disastro sportivo. Il contraccolpo al piano della Super League è stato così completo che l’opposizione di Mr. Johnson è stata “un gioco da ragazzi”, ha detto – l’equivalente politico di segnare in un obiettivo aperto.

“La sua unica piccola scommessa nel cercare di fermarlo era che avrebbe potuto perdere, ma era difficile vedere come ciò potesse accadere”, ha detto il professor Menon. Una volta inglese e autorità calcistiche internazionali ha minacciato rappresaglie contro i club e i giocatori della Super League, la loro posizione era insostenibile, ha detto.

Altri ritengono che potrebbero esserci rischi su tutta la linea, tuttavia, e che nel permettere al suo governo di minacciare di mettere tutto sul tavolo per impedire la formazione del nuovo campionato – anche sollevando la prospettiva di manomettere la proprietà delle squadre di calcio – il sig. Johnson potrebbe aver sollevato aspettative che non potevano essere soddisfatte.

Significativamente, il governo ha rifiutato di escludere suggerimenti secondo cui potrebbe legiferare sulla proprietà o copiare le regole tedesche che danno ai fan un controllo reale impedendo agli investitori commerciali di possedere più del 49% dei club.

Nel breve periodo, tuttavia, la crisi del calcio ha aiutato il signor Johnson distogliendo l’attenzione dai titoli negativi su uno scandalo di lobbying in gran parte incentrato su uno dei suoi predecessori, David Cameron, e sui suoi contatti con un attuale ministro del governo.

Mercoledì la questione si è avvicinata al signor Johnson con l’emergere di messaggi di testo che ha inviato a un uomo d’affari e sostenitore della Brexit, James Dyson, promettendo che i dipendenti del signor Dyson non avrebbero dovuto pagare tasse extra se fossero venuti in Gran Bretagna per fabbricare ventilatori durante le prime fasi della pandemia. La compagnia del signor Dyson annunciato nel 2019 che avrebbe spostato la sua sede a Singapore, citando la crescente domanda in Asia.

Negli ultimi mesi, il lancio di successo dei vaccini contro Covid-19 ha rilanciato le fortune di Mr. Johnson dopo una serie di passi falsi l’anno scorso quando la gestione della pandemia da parte del governo ha vacillato.

Il calcio è così diffuso oggi nella vita nazionale britannica che è apparso anche allora.

Nell’aprile 2020, il segretario alla salute, Matt Hancock, ha attaccato giocatori di calcio ben pagati, invitandoli a “prendere una riduzione dello stipendio e fare la loro parte”, durante la pandemia. Ma in pochi mesi il governo è stato sconfitto da Marcus Rashford, un fuoriclasse del Manchester United e dell’Inghilterra.

Invocando la propria infanzia povera, il signor Rashford ha galvanizzato una campagna contro la povertà infantile e alla fine ha costretto il signor Johnson a cambiare politica sui pasti scolastici gratuiti.

Questa settimana lo stivale era sull’altro piede poiché Mr. Johnson è stato in grado di condannare i piani della Super League prima di Mr. Rashford, il cui club inizialmente ha aderito alle proposte.

Non richiedeva alcuna esperienza per essere “inorridito” alla prospettiva che la Super League “venisse inventata da un piccolo numero di club”. ha scritto il giornale Mr. Johnson nel Sun.

“Le squadre di calcio in ogni città e in ogni livello della piramide hanno un posto unico nel cuore delle loro comunità e sono una fonte impareggiabile di appassionato orgoglio locale”, ha aggiunto.

Mai un grande tifoso di calcio, il signor Johnson ha incorniciato la sua opposizione al piano nella sua fede nella competizione.

Ogni anno i tre club con le peggiori prestazioni vengono retrocessi dalla Premier League inglese – la sua massima divisione nazionale – mentre i migliori si qualificano per giocare nelle competizioni europee nella stagione successiva. La proposta della Super League europea avrebbe visto un certo numero di grandi club di calcio diventare membri permanenti – qualcosa che il signor Johnson ha paragonato alla creazione di un cartello.

In effetti, quando la prima Football League inglese fu fondata nel 1888, si basava su un modello simile e la sua iscrizione non era stata selezionata in base al merito, ha detto Matthew Taylor, professore di storia alla De Montfort University, Leicester, che ha scritto ampiamente sul calcio.

Eppure il furore per la Super League europea illustra il ruolo crescente che il calcio ha svolto nella vita nazionale negli ultimi decenni.

“Negli ultimi 15-20 anni sembra essere così pervasivo e così significativo per la cultura britannica – definita in modo molto ampio – che i politici devono dire qualcosa”, ha detto il professor Taylor.

Non sembra più strano che politici e membri del governo “facciano dichiarazioni su questioni che 40-50 anni fa sarebbero state viste come questioni private”, ha aggiunto.

Quel cambiamento è diventato evidente per la prima volta sotto la premiership di Tony Blair, poiché il crescente successo della Premier League inglese, combinato con il marchio “cool Britannia” del paese, ha dato al calcio un grande profilo.

Ma il calcio può essere un territorio pericoloso anche per i politici. Il signor Cameron è stato molto deriso quando una volta sembrava aver dimenticato la sua lunga pretesa di sostenere l’Aston Villa del team di Birmingham e sembrava suggerire che preferisse un rivale che giocava con colori simili.

Il signor Johnson, che sembra preferire il rugby al calcio, ha evitato quel destino non dichiarando mai la sua fedeltà a nessuna squadra.

Ma i suggerimenti che il governo potrebbe legiferare per controllare la proprietà dei club sembravano in conflitto con gli istinti di libero mercato del signor Johnson.

Sebbene un piano dell’Arabia Saudita per acquistare il club della Premier League Newcastle United alla fine fallì, il signor Johnson ha promesso al principe ereditario saudita, Mohammed bin Salman, che avrebbe indagato su una rapina alla proposta di acquisizione, secondo i resoconti dei media britannici.

“Una delle tante disonestà in tutto questo è che permetterebbe ai soldi di corrompere il calcio”, ha detto il professor Menon, riferendosi al piano della Super League europea. “Il denaro ha già corrotto il calcio. I club ricchi diventano più ricchi “.

Il professore ha affermato di ritenere che alla fine ben poco sarebbe cambiato perché qualsiasi intervento sostanziale avrebbe sconvolto le operazioni di successo della Premier League, e quindi infastidito i tifosi.

Ma il professor Taylor ha indicato la Germania come un modello alternativo di successo e ha detto che minacciando di intervenire nella gestione del calcio, il signor Johnson potrebbe alla fine deludere alcuni di coloro che lo stanno applaudendo ora.

“Avendo fatto una dichiarazione così significativa e audace, non credo che questa discussione finirà ora”, il professor Taylor.

#Chaos #Super #League #Fiasco #Johnson #coglie #unopportunità #segnare

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *