James Harden torna a Houston. Peccato che non rimanga.

Visualizzazioni: 7
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 7 Secondo

Statistiche che entrano nelle partite di lunedì sera.

Martedì ha segnato un intero anno di lavoro per Leon Rose come presidente della squadra dei Knicks. I Knicks sono 18-17, meglio di quanto previsto da molti esperti, ma la storia accumulata contro Rose è presagio: questa è la 20a stagione di proprietà di James L. Dolan, durante la quale i Knicks sono 661-982 – con il risultato di la percentuale di vittorie più bassa del campionato in quell’intervallo, a .402.

Le tre migliori percentuali di vittorie in regular season durante il regno di Dolan appartengono alle tre squadre del Texas: San Antonio .688 (1,131-512), Dallas .599 (988-662) e Houston .576 (949-698).

Quando i Knicks hanno selezionato Obi Toppin con la scelta numero 8 nel draft di novembre, Toppin è stato annunciato come il potenziale successore di Julius Randle in zona d’attacco. Invece Randle, che ha un’opzione di squadra molto amichevole per la prossima stagione a $ 19,8 milioni, giocherà domenica nel suo primo All-Star Game. Senza preavviso, Randle è emerso come il fulcro offensivo per l’allenatore Tom Thibodeau, che è la cosa più vicina a un tendone che firma i Knicks realizzati in bassa stagione.

L’ex presidente della squadra dei Knicks Dave Checketts entrerà a far parte del consiglio di amministrazione di Burnley a giugno e diventerà il quinto club della Premier League inglese da 20 squadre con una connessione NBA a livello di proprietà. L’Arsenal è di proprietà di Stan Kroenke, il cui figlio, Josh, è il governatore e presidente della squadra dei Denver Nuggets e fa parte del consiglio di amministrazione dell’Arsenal. Aston Villa è di proprietà di Wes Edens, uno dei principali proprietari dei Milwaukee Bucks. Il Crystal Palace è di proprietà del duo dei Philadelphia 76ers composto da Josh Harris e David Blitzer. E LeBron James dei Los Angeles Lakers è proprietario di minoranza del Liverpool dal 2011.

La diversità del panorama generale della NBA è rimasta sostanzialmente invariata dopo le mosse di allenatore in Minnesota e Atlanta negli ultimi nove giorni. Delle prime 60 posizioni del campionato, solo 16 sono occupate da allenatori e capi di front office non bianchi.

  • Con un pool di giocatori stimato a oltre il 75% dei neri, il campionato ha solo sette allenatori neri. Nate McMillan ha sostituito il deposto Lloyd Pierce ad Atlanta come allenatore ad interim degli Hawks e si è unito a JB Bickerstaff di Cleveland, Dwane Casey di Detroit, Stephen Silas di Houston, Doc Rivers di Philadelphia, Monty Williams di Phoenix e Tyronn Lue dei Los Angeles Clippers.

  • James Borrego di Charlotte, che è messicano-americano, e Erik Spoelstra di Miami, che è filippino-americano, sono gli altri due allenatori di colore della lega.

  • I sei dirigenti neri con maggiore autorità decisionale nel front office sono Koby Altman di Cleveland, Troy Weaver di Detroit, Rafael Stone di Houston, James Jones di Phoenix, Brian Wright di San Antonio e Masai Ujiri di Toronto. Gersson Rosas del Minnesota è stato il primo latinoamericano nella storia del campionato a dirigere le operazioni di basket di una squadra.

Rosas ha assunto Chris Finch, che è bianco e aveva lavorato con lui a Houston, per sostituire Ryan Saunders come capo allenatore dei Timberwolves il 22 febbraio. Rosas ha dovuto affrontare notevoli critiche per aver assunto Finch, un assistente allenatore dei Toronto Raptors, nel a metà stagione piuttosto che promuovere David Vanterpool, che è Black, dall’interno, o commissionare una ricerca più ampia. Nel front office, Rosas ha assunto due indiano-americani, Sachin Gupta e Robby Sikka, e Joe Branch, un ex agente giocatore nero.


Colpiscimi in qualsiasi momento Twitter (@TheSteinLine) o Facebook (@MarcSteinNBA) o Instagram (@thesteinline). Invia qualsiasi altro feedback a marcstein-newsletter@nytimes.com.



#James #Harden #torna #Houston #Peccato #che #rimanga

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *