Justin Thomas si sforza di vincere il campionato dei giocatori

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 55 Secondo

PONTE VEDRA BEACH, Florida – È stato subito evidente che il round finale del Players Championship potrebbe non svolgersi come previsto quando Bryson DeChambeau ha preso uno dei suoi potenti colpi e ha appena toccato la parte superiore della sua pallina da golf, che si è tuffata in picchiata e scivolò in uno stagno a circa 100 metri di distanza.

Successivamente, sullo stesso tee, c’era Lee Westwood, che era in testa al torneo e prevedeva di duellare con DeChambeau, che era al secondo posto dopo i primi tre round, per tutta la domenica pomeriggio. Westwood ha colpito una fetta così storta che avrebbe riscaldato il cuore dell’hacker di tutti i giorni. La palla di Westwood finì in uno stagno diverso da quello di DeChambeau, ma il tono della giornata era innegabilmente espresso.

Giocando nella coppia davanti a DeChambeau e Westwood, Justin Thomas non era a conoscenza dei travagli in corso dietro di lui. Ma aveva una comprensione studiata.

“Ho guardato questo torneo per anni”, ha detto Thomas, “e so che possono accadere molte cose folli”.

Thomas ha iniziato l’ultimo round tre colpi dietro a Westwood ma ha superato lui e DeChambeau per prendere il comando del torneo con un’aquila all’undicesima buca. Da lì, mentre i suoi rivali vacillavano, è stato stabile, soprattutto quando ha fatto birdwatching il 16 ° e ha fatto par duri sulle due insidiose buche di chiusura del percorso TPC-Sawgrass.

In una giornata di alti e bassi imprevisti, la costanza di Thomas ha portato a una vittoria in un colpo solo e ad un altro titolo degno di nota, il suo 14 ° nel PGA Tour. Thomas, 27 anni, ha anche vinto un campionato PGA e i playoff della FedEx Cup 2017.

“Sono stato coraggioso quando dovevo essere – ho preso dei rischi”, ha detto in seguito Thomas, che ha concluso il torneo a 14 sotto il par. “Ma ero anche paziente quando le cose non andavano esattamente come previsto perché sapevi che sarebbe stato quel tipo di giornata.”

La vittoria è stata anche una tregua in un anno burrascoso per Thomas, il secondo giocatore di golf al mondo.

A gennaio, un microfono boom televisivo lo ha sorpreso a borbottare un insulto omofobo a se stesso dopo un breve putt mancato al Sony Open. Thomas si è scusato immediatamente e non ha evitato le conseguenze, tra cui una protesta sui social media e la perdita del suo sponsor per l’abbigliamento.

A febbraio è morto suo nonno paterno di 89 anni, Paul, un professionista della PGA con cui Thomas parlava quotidianamente. Più tardi quel mese, Tiger Woods, che è diventato uno degli amici più stretti di Thomas, è rimasto gravemente ferito in un incidente automobilistico.

Dopo l’incidente, Thomas è rimasto in contatto quasi quotidiano con Woods, anche la domenica, quando Woods ha augurato buona fortuna a Thomas prima del round finale. Nei suoi ultimi quattro tornei quest’anno, Thomas era sembrato distratto e aveva ottenuto scarsi risultati, soprattutto per un giocatore del suo recente pedigree.

“Sono stati un brutto paio di mesi”, ha detto Thomas dopo la vittoria di domenica. Ha aggiunto: “Ho detto alla mia famiglia che sono pronto per qualcosa di buono che accada quest’anno. Direi che questo si qualifica. “

Thomas rischiava di saltare il taglio con nove buche rimanenti nel suo secondo round venerdì, ma si è ripreso con quattro birdie sui nove posteriori per guadagnare un posto negli ultimi due round. Ha iniziato domenica con sette par consecutive in una giornata calda ma per lo più senza vento nel nord-est della Florida. Sebbene le condizioni fossero favorevoli, non portavano ancora a molti punteggi bassi sul diabolico Layout progettato da Pete Dye. Thomas, il cui punteggio finale di 36 buche di 12 sotto il par è stato un record del torneo, è salito in cima alla classifica con uccellini sulla nona, decima e dodicesima buca – insieme alla sua aquila sull’undicesima buca par-5.

Con DeChambeau e Westwood, i primi due classificati all’Arnold Palmer Invitational della scorsa settimana, in svantaggio ma non del tutto fuori dai giochi, Thomas è arrivato alla sedicesima buca par-5 con bisogno di uno strike audace. Per il suo secondo tiro dal fairway, Thomas ha colpito un coraggioso 5-legno che si è arricciato sul 16 ° green da 228 yard. È stato il primo tentativo di Thomas di fare un putt dell’aquila nella sua carriera sulla 16a buca del campo da golf, che non ha fatto da 46 piedi. Ma ha sfruttato la palla per un uccellino cruciale e tempestivo.

“Ero orgoglioso di aver preso alcune possibilità che hanno dato i loro frutti”, ha detto Thomas.

Il secondo posto consecutivo non ha lasciato Westwood, che compirà 48 anni ad aprile, abbattuto. È apparso in una conferenza stampa con un ampio sorriso.

“Mi sto divertendo così tanto – tutti continuano a dirmi quanti anni ho”, ha detto Westwood, ridendo. “Sono ancora qui a lottare per i tornei e giocare nei gironi finali con grandi giocatori”.

DeChambeau ha detto di non aver mai colpito un colpo in gara come il suo colpo di nocche sbagliata dal tee alla quarta buca di domenica, ma non era nemmeno eccessivamente scoraggiato.

“Non so cosa sia successo su quattro – questo è il gioco e sto bene con esso”, ha detto DeChambeau. “Ancora sorridendo dopo. Sembrava solo che qualcosa non stesse andando per la mia strada oggi per qualche motivo. Potevo solo sentirlo. Era strano.”

Thomas, nonostante il risultato, non è stato senza almeno un momento di paura che uno dei suoi colpi potesse trovare un ostacolo d’acqua in un momento inopportuno. Il suo drive dal 18 ° tee è atterrato a pochi metri dal grande stagno a sinistra del fairway.

“Pensavo fosse 50-50 se sarebbe stato a secco o in acqua”, ha detto Thomas del tiro, che è rimbalzato a destra, lontano dall’ostacolo, al suo primo rimbalzo.

Ha continuato: “Quando vinci i tornei, ottieni delle pause fortunate in questo modo”.

#Justin #Thomas #sforza #vincere #campionato #dei #giocatori

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *