La NCAA ordina la revisione dell’equità di genere dei tornei

Visualizzazioni: 6
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 33 Secondo

Di fronte alle disparità nel trattamento delle squadre che gareggiano nei suoi tornei di basket maschile e femminile, la NCAA ha dichiarato giovedì di aver assunto un importante avvocato per i diritti civili per condurre una revisione dell’equità di genere dei suoi eventi di campionato.

La decisione di mantenere Roberta A. Kaplan, che è salita alla ribalta durante una sfida riuscita al Defense of Marriage Act, è uno sforzo per sedare almeno parte della rabbia e della frustrazione dirette verso la NCAA negli ultimi giorni. Ma l’inchiesta potrebbe confermare anni di accuse – e prova – che la NCAA e le sue pratiche radicate hanno smorzato le opportunità per le donne che competono a livello collegiale.

Mark Emmert, presidente della NCAA, ha dichiarato giovedì in una dichiarazione che la revisione si concentrerà su ciò che deve essere affrontato “per raggiungere l’equità di genere”. L’associazione, ha detto, avrebbe “affrontato in modo aggressivo le differenze materiali e di impatto” tra le competizioni di basket.

Sebbene marzo sia tradizionalmente uno dei mesi più gloriosi – e redditizi – dell’anno per la NCAA, che sta guadagnando più di $ 850 milioni dai diritti televisivi del suo torneo di basket maschile, l’associazione è stata recentemente criticata per la sua gestione del corrispondente campionato femminile.

La scorsa settimana, i dirigenti della NCAA si sono scusati dopo che è emerso che avevano preparato un’area di allenamento leggermente rifornita per le squadre che gareggiavano nel torneo femminile in Texas, mentre gli atleti della competizione maschile in Indiana sono arrivati ​​per trovare un’area di allenamento spaziosa e ben attrezzata. L’organizzazione ha anche affrontato critiche per le differenze nei regali di benvenuto offerti ai giocatori di uomini e donne, i test del coronavirus offerti alle loro squadre e per la sua decisione permanente di utilizzare il suo marchio March Madness esclusivamente intorno all’evento maschile.

“Per troppo tempo, il basket femminile ha accettato un atteggiamento e un trattamento dalla NCAA che è stato inferiore alla media nei suoi campionati”, ha detto questa settimana Nell Fortner, l’allenatore di basket femminile alla Georgia Tech, in una dichiarazione che ha espresso sentimenti ampiamente condivisi tra allenatori e giocatori nel torneo.

“È tempo che finisca”, ha aggiunto. “È tempo che il basket femminile riceva il trattamento che si è guadagnato”.

Le decisioni della NCAA hanno anche attirato l’attenzione del Congresso, dove i legislatori hanno trascorso più di un anno a contemplare se o come intervenire nelle deliberazioni di lunga data dell’organizzazione sul lasciare che gli studenti-atleti traggano profitto dalla loro fama.

Emmert ha detto giovedì che sperava che il team di Kaplan avrebbe completato il suo lavoro preliminare alla fine di aprile e che avrebbe pubblicato un rapporto finale quest’estate. Ha detto che si aspettava che l’azienda di Kaplan fornisse “raccomandazioni sui passi che possiamo intraprendere per migliorare”, ma non si è impegnato esplicitamente ad attuare le proposte.

Kaplan non ha commentato immediatamente giovedì.

Dopo due turni di competizione in Texas, il torneo femminile riprenderà sabato a San Antonio con gli ottavi di finale. La partita del campionato nazionale è prevista per il 4 aprile.



#NCAA #ordina #revisione #dellequità #genere #dei #tornei

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *