La NCAA ospiterà il torneo di basket maschile in una città per il 2021

Visualizzazioni: 10
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 33 Secondo

La NCAA consoliderà il suo torneo di basket universitario maschile di solito tentacolare in una singola città nel 2021 invece di tenere le partite in 13 siti negli Stati Uniti, nella speranza di limitare i viaggi durante la pandemia.

La NCAA ha annunciato lunedì che era in trattative preliminari con i funzionari del governo locale e statale per far sì che Indianapolis ospitasse il torneo maschile di Divisione I a 68 squadre, il fulcro di quello che i fan di hoops chiamano affettuosamente March Madness.

Il comitato di pallacanestro maschile che sovrintende al torneo ha stabilito che una posizione singolare sarebbe più favorevole alla “sicurezza e al benessere” dell’evento.

“Comprendiamo la delusione che 13 comunità proveranno a non far parte della March Madness del prossimo anno”, ha detto il direttore del Kentucky Athletic Mitch Barnhart, che guida il comitato. “Con l’Università del Kentucky che ospiterà le partite del primo e del secondo turno a marzo, questo è qualcosa che ha un impatto diretto sulla nostra scuola e sulla nostra comunità, quindi condividiamo sicuramente il loro rammarico”.

Il torneo è solitamente diffuso in tutto il paese a marzo e aprile. Il Barclays Center di Brooklyn avrebbe dovuto ospitare tre partite nel bel mezzo del torneo il prossimo anno.

I tornei maschili e femminili del 2020 sono stati tra i primi grandi eventi sportivi negli Stati Uniti a essere cancellati a causa della pandemia che ha preso piede a marzo.

Il comitato ha affermato che, pur limitando i viaggi, stava cercando un luogo che potesse offrire tribunali sufficienti, alloggi e risorse mediche. Le Final Four erano già previste per il 3-5 aprile al Lucas Oil Stadium di Indianapolis, la città in cui ha sede la NCAA.

“Il comitato e il personale hanno attentamente monitorato la pandemia per sviluppare potenziali piani di emergenza”, ha detto il presidente della NCAA Mark Emmert. “Il consiglio dei governatori e le mie priorità principali sono proteggere la salute e il benessere degli atleti del college, pur mantenendo la loro opportunità di competere ai massimi livelli.”

Il comitato attualmente non sta conversando con rappresentanti di altre città, ha detto l’addetto stampa della NCAA David Worlock, ma ha notato che potrebbe cambiare. I funzionari non hanno in programma di tenere l’intero torneo in un unico sito altamente limitato.

“Non possiamo operare in una bolla come, ad esempio, l’NBA ha fatto quest’anno con la sua postseason, anche se avremo protocolli simili in atto per proteggere la salute e la sicurezza delle persone coinvolte”, ha detto.

Le discussioni riguardanti il ​​torneo di basket femminile di divisione I sono ancora in corso, ha detto Lynn Holzman, vice presidente della NCAA per il basket femminile. Quel torneo utilizza generalmente più siti rispetto al torneo maschile, con 16 squadre che ospitano partite di primo e secondo turno che alimentano siti regionali e alla fine le Final Four, che è prevista per il 2-4 aprile in San Antonio.

“Il comitato intende mantenere un campo di 64 squadre e una serie di piani di emergenza – inclusa la riduzione del numero di siti del primo e del secondo turno o portare l’intero torneo in una posizione – sono allo studio”, ha detto Holzman.

Lo ha riferito il dipartimento della salute dell’Indiana un tasso di positività dell’11,7% per i test sui virus negli ultimi sette giorni. I casi giornalieri sono raddoppiati nello stato negli ultimi 14 giorni rispetto alla media giornaliera delle due settimane precedenti, e lo stato ha avuto 87,6 casi ogni 100.000 residenti negli ultimi sette giorni.

Nella contea di Marion, dove si trova Indianapolis, il tasso di positività ha superato il 10% la scorsa settimana, spingendo il sindaco e le autorità sanitarie locali a istituire protocolli di allontanamento sociale più rigorosi. A partire da lunedì, la capacità interna di luoghi di intrattenimento, palestre e centri fitness è stata ridotta al 25%. E i funzionari sanitari della contea di Marion hanno detto che avrebbero bisogno di approvare qualsiasi evento che prevede di ospitare più di 50 persone.

“Questi cambiamenti non mi portano gioia”, il sindaco Joe Hogsett ha detto in una dichiarazione di giovedì. “È straziante per me come qualcuno che ama questa città e vuole disperatamente vedere una pronta guarigione dagli effetti di questa pandemia”.



#NCAA #ospiterà #torneo #basket #maschile #una #città

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *