La partita dei Mets-Nationals viene posticipata dopo un test positivo.

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 24 Secondo

WASHINGTON – La Major League Baseball ha attraversato circa sei settimane di allenamento primaverile senza grandi interruzioni del coronavirus, ma poche ore prima che i primi tiri fossero lanciati in tutto il paese, il problema si è ripresentato.

La partita di apertura della stagione dei Mets contro i Washington Nationals è stata posticipata giovedì a causa di almeno un test positivo sul coronavirus tra i giocatori nazionali e perché molti altri giocatori erano determinati ad avere stretti contatti con quell’individuo, il che richiede che siano isolati come bene.

La prima partita che può essere giocata è sabato.

La MLB ha rilasciato giovedì una dichiarazione dicendo che la partita è stata rinviata “a causa del continuo tracciamento dei contatti che coinvolge membri dell’organizzazione Nationals. Per un’abbondanza di cautela, venerdì la partita non sarà recuperata “.

Il ritardo significa che i Mets ei loro fan dovranno aspettare almeno qualche altro giorno per vedere Francisco Lindor, il loro nuovo interbase superstar che ha appena accettato un Estensione del contratto di 10 anni, 341 milioni di dollari, fa il suo debutto con i Mets.

Jacob deGrom dei Mets avrebbe dovuto iniziare la partita di giovedì contro Max Scherzer dei Nationals in un matchup dei vincitori del Cy Young Award. Probabilmente manterranno quegli incarichi per ogni volta che il gioco finisce per essere giocato.

Mercoledì, Mike Rizzo, direttore generale di Washington, ha detto che cinque giocatori e un membro dello staff erano già esclusi dalla partita di giovedì. Includono il giocatore non identificato risultato positivo e almeno altri quattro giocatori e lo staff, che erano in stretto contatto con lui. Alla fine potrebbero essere identificati altri.

Rizzo all’epoca era fiducioso che la partita si sarebbe giocata giovedì. Ha notato che i Nationals sono stati testati di nuovo mercoledì, ma i risultati di quei test non erano disponibili al momento in cui ha parlato. Non è noto se altri giocatori siano risultati positivi.

Il test positivo originale è venuto da un ciclo di test svolto lunedì, l’ultimo giorno di allenamento primaverile per le Nazionali. Dopo quella partita, la squadra tornò a Washington. Rizzo ha detto di essere stato avvisato del test positivo dopo l’una di notte di mercoledì.

L’anno scorso, dozzine di partite sono state rinviate a seguito di epidemie in varie squadre, con conseguenti complicati piani di riprogrammazione, con molte squadre che giocano più doubleheader in tutto lo sport. Quest’anno, la MLB avrebbe voluto posticipare la stagione di un mese per concedere più tempo ai giocatori e ai membri dello staff per la vaccinazione e per il calo dei tassi di infezione da virus in tutto il paese, ma non è stata in grado di ottenere l’approvazione del piano dal sindacato dei giocatori.

MLB si è offerta di allentare le restrizioni sul coronavirus sulle squadre una volta che l’85% dei giocatori e dei membri dello staff sarà completamente vaccinato.

– David Waldstein

#partita #dei #MetsNationals #viene #posticipata #dopo #test #positivo

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *