La Super League Europea includerà sei squadre della Premier League

Visualizzazioni: 7
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 40 Secondo

LONDRA – Un gruppo delle squadre di calcio più ricche e leggendarie del mondo ha concordato in linea di principio un piano per creare una competizione europea separatista che, se si realizzerà, sconvolgerebbe le strutture, l’economia e le relazioni che hanno legato il calcio globale per quasi un secolo.

Dopo mesi di colloqui segreti, le squadre separatiste – che includono Real Madrid e Barcellona in Spagna, Manchester United e Liverpool in Inghilterra e Juventus e Milan in Italia – potrebbero fare un annuncio già domenica, secondo molti che hanno familiarità con i piani.

I tempi dell’annuncio sembrano progettati per oscurare il piano di lunedì dell’organo di governo del calcio europeo, la UEFA, di ratificare una Champions League di nuova concezione, una competizione che sarebbe stata decimata dalla partenza delle sue squadre più grandi.

Almeno 12 squadre si sono iscritte come membri fondatori o hanno espresso interesse ad unirsi al gruppo separatista, comprese sei squadre di spicco della Premier League inglese, tre dalla Spagna e tre dall’Italia, secondo le persone a conoscenza dei piani. Il gruppo ha cercato di convincere altre squadre di punta come il Bayern Monaco e il Borussia Dortmund tedeschi a unirsi a loro nella loro impresa, ma fino ad oggi quei club – e altri – hanno rifiutato di voltare le spalle alle strutture nazionali e alle competizioni continentali vecchie di decenni hanno sostenuto il calcio europeo per generazioni.

Il New York Times ha contattato una serie di club coinvolti nei piani separatisti, ma tutti hanno rifiutato di commentare o rispondere. Un portavoce della UEFA non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento.

La UEFA e le principali leghe europee, tuttavia, si stanno preparando per l’annuncio della fuga. I funzionari hanno trascorso il fine settimana discutendo sui modi per bloccare il piano, incluso il potenziale divieto delle squadre in fuga dai campionati nazionali e dalla Champions League della prossima stagione, con l’inizio della fuga nel 2022. Le ripercussioni di quel tipo di rottura sarebbero sismiche per tutti. coinvolti; senza le migliori squadre, la UEFA e le leghe dovrebbero far fronte alla richiesta di milioni di dollari di rimborsi da parte delle emittenti che pagano miliardi per i diritti televisivi dei tornei, e i club perderebbero flussi di entrate che potrebbero paralizzare i loro budget mentre il calcio europeo continua a emergere dal naufragio finanziario causato dalla pandemia di coronavirus.

Tra le squadre coinvolte nel gruppo separatista c’è la Juventus, campione italiano seriale. Il suo presidente, Andrea Agnelli, guida anche la European Club Association, un ente ombrello per oltre 200 club di massima divisione, la maggior parte dei quali sarà esclusa dalla Super League proposta. Chiesto dal New York Times all’inizio di quest’anno per discutere del suo ruolo nei colloqui di una lega separatista, Agnelli ha respinto l’idea come una “voce”. È anche membro del comitato esecutivo della UEFA.

Tuttavia, secondo i documenti esaminati dal Times a gennaio, i piani per la lega separatista avevano preso ritmo dall’estate. I migliori club hanno cercato di trarre vantaggio dall’incertezza nel settore del calcio causata dalla pandemia per forgiare un nuovo percorso che avrebbe assicurato loro un certo grado di stabilità finanziaria, ma quasi certamente avrebbe portato a una significativa e potenzialmente devastante perdita di valore e di entrate per le squadre. escluso dal progetto. A ciascuno degli aspiranti membri permanenti della super league proposta vengono promessi 350 milioni di euro, o 425 milioni di dollari per iscriversi, dicevano i documenti.

Le squadre coinvolte sono finora limitate a quelle provenienti da Spagna, Italia e Inghilterra, con una coorte di sei della Premier League – United, Liverpool, Manchester City, Arsenal, Chelsea e Tottenham – che rappresenta il più grande gruppo di un singolo paese. L’Atlético Madrid è l’altra squadra spagnola che si dice abbia appoggiato il progetto, mentre le rivali del Milan Inter e AC Milan si uniranno alla Juventus come rappresentanti dell’Italia.

L’evento, secondo i documenti, genererebbe centinaia di milioni di dollari di entrate aggiuntive per le squadre partecipanti, che sono già le società più ricche di questo sport. (Una versione alternativa del piano proponeva 15 membri permanenti e cinque posti di qualificazione.) Il gruppo aveva avviato discussioni con JPMorgan Chase & Co. per raccogliere finanziamenti per il progetto, secondo le persone a conoscenza della questione. L’azienda ha finora rifiutato di commentare.

La UEFA ha trovato un potente alleato in opposizione ai piani della FIFA, l’organo di governo globale del calcio. La FIFA ha avvertito che qualsiasi giocatore che ha preso parte a un campionato così non autorizzato sarebbe stato bandito dalla partecipazione alla Coppa del Mondo. La dichiarazione è arrivata dopo che il presidente della UEFA, Aleksander Ceferin, ha chiesto il supporto della sua controparte FIFA, Gianni Infantino, tra le crescenti speculazioni che la fuga avrebbe il sostegno della FIFA.

I leader del calcio europeo si sono rannicchiati al telefono e in videoconferenze durante il fine settimana per forgiare un contrattacco. Tuttavia, trovare una soluzione alla potenziale perdita dei più grandi marchi del calcio non è un compito facile. La Premier League, ad esempio, perderebbe gran parte della sua lucentezza – e quasi sicuramente molto dell’appeal commerciale che l’ha trasformata nella lega più ricca del calcio – se dovesse bandire le sue prime sei squadre.

In quanto club di proprietà dei membri, il Barcellona e il Real Madrid avrebbero probabilmente bisogno del supporto di migliaia di loro sostenitori prima di unirsi formalmente, e qualsiasi club tedesco che acconsentisse a prenderne parte incontrerebbe ostacoli simili. Tutti possono aspettarsi una forte opposizione interna; gruppi di fan di tutta Europa hanno già espresso opposizione da quando i dettagli dei piani per una Super League sono emersi all’inizio di quest’anno.

#Super #League #Europea #includerà #sei #squadre #della #Premier #League

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *