La vittoria al Super Bowl di Tom Brady è la fine familiare di una stagione dispari

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 58 Secondo

Mahomes aveva vinto 16 partenze su 17 in questa stagione, ma lui e la sua squadra sono crollati in mezzo a un diluvio di rigori, cadute e pressioni dei Bucanieri, che, sfruttando la linea offensiva diluita dei Chiefs, si sono cimentati, inflitto, addirittura abbracciato. All’intervallo, Mahomes aveva 67 yard e Kansas City era sotto di 15 punti, a pari merito per il suo più grande deficit dell’era Mahomes, secondo Pro Football Reference.

L’unica altra volta che la squadra di Mahomes era rimasta indietro di così tanti punti nelle sue tre stagioni da titolare di Kansas City si è verificata nell’ottobre 2018, in una sconfitta contro Brady al New England. Brady ha trascorso due decenni lì, dove lui e Belichick sono stati gli oggetti inamovibili della postseason, vincendo sei campionati come il più famoso tandem quarterback-coach di questa generazione.

Cosa deve essersi chiesto Belichick domenica notte mentre il New England piangeva, guardando Brady lanciare ogni touchdown a un ex compagno di squadra dei Patriots – due per Rob Gronkowski, che è uscito dalla pensione per avere la possibilità di giocare di nuovo con il suo vecchio amico e uno, poco prima dell’intervallo, a Antonio Brown.

Il tempo di Brady nel New England sarà per sempre parte di lui, ma ora indossa un teschio e ossa incrociate sul casco, può vestirsi in pantaloncini per allenarsi in inverno e fa rapporto a un allenatore di 68 anni, Bruce Arians, che, uscire dal ritiro per allenare i Bucanieri, rappresenta l’antitesi stilistica di Belichick. Quando gli è stato chiesto di recente di perseguire Brady durante la bassa stagione, Arians ha risposto con una domanda retorica: “Ti siedi e vivi in ​​un armadio cercando di essere al sicuro o ti divertirai un po ‘?”

L’arrivo di Brady a Tampa rifletteva una certa convergenza armonica, una confluenza di lungimiranza, audacia e serendipità in gran parte estranea ai Buccaneers, che non avevano vinto una partita di playoff da quando avevano conquistato il loro unico titolo nella stagione 2002. La loro ricerca è stata soprannominata Operazione Shoeless Joe Jackson, strizzando l’occhio alla profezia del film “Field of Dreams”: “Se lo costruisci, verranno”. Brady ha apprezzato il modo in cui il direttore generale Jason Licht aveva messo insieme una squadra che ha risolto i problemi intorno a lui invece di chiedergli di risolverli da solo.

#vittoria #Super #Bowl #Tom #Brady #fine #familiare #una #stagione #dispari

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *