L’avvocato che ha condotto una revisione dei campionati NCAA ha promesso di essere indipendente.

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 0 Secondo

L’avvocato che supervisiona un’indagine sulle disuguaglianze di genere agli eventi del campionato NCAA ha insistito lunedì sul fatto che avrebbe agito indipendentemente dai dirigenti sportivi del college che l’hanno assunta il mese scorso.

L’avvocato, Roberta A. Kaplan, ha una reputazione per un lavoro legale pionieristico: lei, ad esempio, ha intrapreso una causa fondamentale contro una legge federale che escludeva le coppie dello stesso sesso nella sua definizione di matrimonio. Ma alcune delle figure di spicco del basket femminile hanno espresso dubbi sulla sua nomina da parte della NCAA, che ha trascorso le ultime settimane a rispondere al furore del pubblico per le disparità tra i suoi tornei di basket maschile e femminile.

“Abbiamo la reputazione di chiamarli come li vediamo”, ha detto Kaplan in un’intervista lunedì, quando ha descritto l’indagine della sua azienda come “completamente indipendente”.

Mark Emmert, il presidente della NCAA, ha detto la scorsa settimana che né lui né l’associazione avevano precedenti precedenti con Kaplan o con la sua azienda, Kaplan Hecker & Fink. Ma finora ha resistito alle chiamate, in particolare dalla Women’s Basketball Coaches Association, per una revisione guidata da una commissione o da un avvocato selezionato da qualcuno al di fuori della leadership NCAA.

“Ho il mio avvocato nella tasca posteriore dei pantaloni e so che farà quello che deve fare per farmi avere un bell’aspetto”, Dawn Staley, allenatore di basket femminile della Carolina del Sud, ha detto Emmert durante una videoconferenza la scorsa settimana. “E non sto dicendo che sia così, ma chiunque stia pagando il suonatore di cornamusa, molto probabilmente ti darà quello che vuoi sentire.”

Emmert ha risposto che aveva fiducia nello studio di Kaplan, ma che aveva capito che c’era “un problema di percezione”. Non ha annunciato passi specifici per cercare di alleviare queste preoccupazioni.

Nell’intervista di lunedì, Kaplan ha rifiutato di dettagliare il suo accordo finanziario con la NCAA, ma ha detto che l’associazione, che negli ultimi anni ha speso decine di milioni di dollari in avvocati, non aveva limitato le spese del suo studio. Ha detto che l’azienda è all’inizio della fase di accertamento dei fatti e ha esortato gli atleti e gli allenatori attuali ed ex a contattare gli investigatori, che secondo lei condurranno interviste e riunioni del municipio nelle prossime settimane. Ha detto che alcuni ex allenatori avevano già parlato con le persone coinvolte nella revisione.

“La stessa NCAA ammette che c’era chiaramente un errore”, ha detto Kaplan. Ma, ha aggiunto, voleva rivedere se le disparità nei tornei di basket fossero “solo un sintomo di un problema più ampio, che potrebbe anche non essere intenzionale”.

“Potrebbe”, ha detto, “essere solo supposizioni vecchie di decenni su come funzionano le cose”.

Kaplan ha detto che si aspettava che la sua inchiesta sarebbe stata condotta efficacemente in due fasi: la prima, che è già iniziata, si concentrerà sul basket femminile, mentre la seconda esaminerà altri campionati in altri sport sanzionati dalla NCAA. Ha detto che si aspettava che la revisione si concludesse entro la fine dell’estate, ma ha lasciato aperta la possibilità che la sua indagine su altri sport potesse richiedere più tempo.

Le sue scoperte e raccomandazioni dovrebbero essere rese pubbliche.

La NCAA si è ripetutamente scusata per le carenze al suo torneo femminile in Texas, come una sala pesi leggermente rifornita rispetto alle strutture di allenamento messe a disposizione per la competizione maschile. Ma i funzionari del basket femminile hanno affermato che i guai delle ultime settimane facevano parte di una lunga storia del basket maschile, che è la linfa vitale finanziaria della NCAA, favorito rispetto al loro sport.

#Lavvocato #che #condotto #una #revisione #dei #campionati #NCAA #promesso #essere #indipendente

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *