Lewis Hamilton lega i sette titoli di Schumacher in Formula Uno

Visualizzazioni: 15
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 48 Secondo

ISTANBUL – Lewis Hamilton ha conquistato un settimo titolo di Formula 1 da record, dopo aver vinto un umido e cupo Gran Premio di Turchia per la 94esima vittoria di domenica.

Hamilton ora è al fianco del grande Michael Schumacher della Formula 1 in sette titoli, dopo aver sostituito il pilota tedesco alla Mercedes nel 2013.

Hamilton doveva solo finire davanti al suo compagno di squadra Valtteri Bottas per sigillare il suo sesto titolo per la Mercedes, e Bottas si è piazzato un modesto 14 ° dopo aver fatto una brutta partenza.

L’altro titolo di Hamilton era con la McLaren nel 2008.

Sembrava in lacrime quando ha parlato alla radio della squadra pochi istanti dopo aver tagliato il traguardo a Istanbul.

“Questo è per tutti i ragazzi là fuori che sognano l’impossibile”, ha detto Hamilton. “Puoi farlo.”

Poi, parlando poco tempo dopo, si asciugò le lacrime.

“Sono decisamente un po ‘senza parole”, ha detto Hamilton, ringraziando la sua famiglia. “L’ho sognato da bambino. Questo è molto, molto al di là dei nostri sogni. “

Il pilota britannico è partito dal sesto posto ma ha approfittato degli errori e delle strategie di pneumatici scadenti di altre squadre per vincere una quarta gara consecutiva e un decimo di un’altra stagione estremamente dominante.

“So che spesso dico che è al di là dei sogni più sfrenati, ma tutta la mia vita segretamente ho sognato così in alto”, ha detto Hamilton. “Sembrava così inverosimile. Ricordo di aver visto Michael vincere quei campionati del mondo. Ottenere uno o due o anche tre è così difficile.

“Seven è inimmaginabile. Non c’è fine a quello che possiamo fare insieme, io e questa squadra “.

Hamilton si è piazzato circa 30 secondi davanti a Sergio Perez della Racing Point e Sebastian Vettel della Ferrari, che ha superato il compagno di squadra Charles Leclerc per il suo primo podio di una stagione difficile.

“È un po ‘una sorpresa strappare il podio, ma sono sicuramente molto felice”, ha detto Vettel. “È stato abbastanza intenso ma divertente.”

È stato anche il primo podio di Perez della campagna, mentre il compagno di squadra Lance Stroll è arrivato nono nonostante fosse in testa dalla pole position per gran parte della gara di 58 giri.

Vettel, quattro volte campione di Formula 1, si è affrettato a congratularsi con il suo rivale di lunga data, accovacciandosi vicino alla sua cabina di pilotaggio e stringendogli la mano mentre parlava.

La passeggiata è iniziata dalla pole davanti a Max Verstappen della Red Bull su un circuito riasfaltato e scivoloso non utilizzato in Formula 1 dal 2011, rispetto a una “pista di pattinaggio” di Hamilton.

Un inizio caotico ha visto Verstappen fermarsi mentre Hamilton è risalito al terzo posto solo per perdere aderenza e farsi sorpassare da Alexander Albon e Verstappen della Red Bull. Vettel ha fatto un ottimo passaggio dall’11 ° al terzo posto, ma Bottas è andato in testacoda ed è caduto.

Vettel e Hamilton si sono fermati ai box per le gomme nuove al 9 ° giro, seguiti da Stroll, Perez e Verstappen tre giri dopo.

La safety car virtuale è stata attivata al 13 ° giro dopo che Antonio Giovinazzi dell’Alfa Romeo si è fermato a lato della pista.

Alla ripartenza Hamilton ha provato a sorpassare Vettel ma ha bloccato le gomme, mentre Albon ha superato Hamilton e Vettel per portarsi al quarto posto.

“I freni non funzionano”, ha detto Hamilton alla radio del team.

L’impaziente Verstappen ha spinto troppo alle spalle del secondo posto Perez e ha perso il controllo per girare due volte in pista. Ha inscatolato di nuovo le gomme nuove al 19 ° giro.

A metà gara, Stroll e Perez erano davanti a Hamilton ma perdevano terreno. Stroll è entrato per nuovi pneumatici al 37 ° giro e Hamilton ha usato il Drag Reduction System per superare Perez un giro dopo e prendere il comando.

Il cambio gomme di Stroll ha fallito ed è stato subito superato da entrambe le Ferrari, mentre Bottas è andato in testacoda per la quarta volta in fondo al gruppo.

In una giornata umiliante per il pilota finlandese, è stato doppiato da Hamilton verso la fine.

Perez verrà sostituito da Vettel alla fine della stagione, con Racing Point che cambia il suo nome in Aston Martin. Ciò lascia Perez attualmente senza un posto, nonostante sia al suo apice a 30 anni e con nove podi a suo nome.

“Devi dare risultati weekend dopo weekend, sei bravo solo come la tua ultima gara”, ha detto. “Quindi è importante finire in alto, ma il resto non è nelle mie mani.”

#Lewis #Hamilton #lega #sette #titoli #Schumacher #Formula #Uno

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *