L’FC Barcelona si prepara a eleggere Joan Laporta come presidente

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 55 Secondo

Sei giorni dopo che un’irruzione della polizia nei suoi uffici ha portato al sequestro di file e all’arresto di quattro dirigenti del club, domenica l’FC Barcelona sembrava pronto a eleggere Joan Laporta come nuovo presidente.

Laporta, un avvocato che in precedenza è stato presidente del Barcellona più di un decennio fa, era sulla buona strada per sconfiggere due rivali in quelle che ha definito “le elezioni più importanti della storia” del Barcellona, ​​uno dei club più decorati d’Europa.

Ha guidato il suo più vicino rivale, dal 57% al 31%, con il 50 per cento dei voti contati in tarda serata di domenica, e in video trasmesso sulla rete televisiva del club i due sfidanti, Victor Font e Toni Freixa, sembrava concedere e congratularsi con Laporta in uno spettacolo di unità.

Ma la sua ricompensa – un’organizzazione da un miliardo di dollari che deve prendere decisioni difficili su alcuni dei suoi giocatori più popolari e un’incombente crisi finanziaria aggravata dalla pandemia di coronavirus – non sembra quasi un premio.

Laporta deve affrontare una casella di posta piena di sfide immediate che includono la navigazione nella più grande crisi del debito nel calcio europeo, attualmente più di $ 1,3 miliardi; abbassare il conto salariale della squadra, al momento il più alto d’Europa; ed evitare la sconfitta – forse già questa estate – di Lionel Messi, il più grande giocatore del club.

Forse la sua sfida più grande, tuttavia, sarà guidare un club un tempo venerato per aver elevato il calcio moderno a un’arte alta da un’era di lotte intestine, trucchi sporchi e inchiostro rosso. La serie di crisi in atto hanno trasformato il Barcellona da un modello di storia di successo commerciale e sportivo in, a volte, la battuta finale di un brutto scherzo.

Il predecessore del nuovo presidente, Josep Maria Bartomeu, si era dimesso con tutto il suo consiglio in ottobre, poco prima di una votazione per rimuoverlo. A quel punto, più di 20.000 dei 140.000 membri di Barcellona avevano moduli firmati a mano cercando la sua cacciatae la scorsa settimana è stato arrestato dalla polizia come parte delle sue indagini sulla squadra.

Ma domenica, Bartomeu è ancora in fila – insieme ai fan di tutti i giorni, ai dirigenti delle squadre, agli ex giocatori e allenatori del Barcellona e persino a una manciata di membri dell’attuale prima squadra, tra cui Messi e il suo giovane figlio – per esprimere il suo voto presidenziale. Nonostante le attuali turbolenze, l’affluenza ha rappresentato il tipo di etica di un tifoso e di un voto di cui Barcellona è orgogliosa.

Se il suo vantaggio tiene, Laporta avrà sconfitto due rivali alla presidenza, Victor Font e Toni Freixa, in un’elezione ritardata dalle continue ripercussioni della pandemia. Le restrizioni alle riunioni di massa hanno richiesto a Barcellona di cambiare il proprio processo di voto diffondendo i seggi elettorali in tutta la Catalogna e consentendo la posta nelle schede elettorali per la prima volta nella sua storia. Ma migliaia dei circa 140.000 membri del club si sono presentati di persona per consegnare le loro schede durante le 12 ore in cui la votazione era aperta domenica.

Il club ha detto che sono stati espressi più di 55.000 voti; i membri hanno scelto non solo un nuovo presidente, ma anche i membri del consiglio che serviranno fino al 2026.

Nella scelta di Laporta, i membri del Barcellona sembravano aver optato per un candidato che molti ricordano con affetto da un precedente mandato come presidente. Come presidente del Barcellona dal 2003 al 2010, ha inaugurato un decennio d’oro di successi per il club centenario.

Più recentemente, il Barcellona è diventato sinonimo di negatività, con le cattive notizie che arrivano a ondate. Da giugno, il team ha dovuto fare i conti con un impatto enorme del coronavirus sulle sue finanze; un scandalo coinvolgendo una campagna sui social media finanziata dal club che ha preso di mira i rivali di Bartomeu, inclusi diversi giocatori famosi; uno storico e umiliante Uscita Champions League; un litigio pubblico tra Messi e Bartomeu che ha quasi portato a La partenza di Messi prima della stagione; e poi, più di recente, il raid della scorsa settimana negli uffici del Barcellona che ha provocato l’arresto di quattro funzionari della squadra, tra cui Bartomeu.

Con il Barcellona che affronta la crisi del debito a breve termine più urgente nel calcio europeo, il nuovo presidente affronta immediatamente la duplice sfida di mantenere a galla il club pur mantenendo le promesse di mantenerlo competitivo non solo con rivali nazionali come il Real Madrid e l’Atlético Madrid, ma anche sfidanti stranieri in tasca come Manchester City, Paris St.-Germain, Liverpool, Chelsea e Manchester United, molti dei quali finanziati da Golfo Stati nazionali, Oligarchi russi o americano miliardari.

In quanto club supportato dai membri, il Barcellona non ha quel lusso. Laporta dovrà decidere se andare avanti o meno con un piano messo insieme dal team esecutivo del club e Goldman Sachs per raccogliere 250 milioni di euro (quasi $ 300 milioni) vendendo un paniere di beni di proprietà del club a investitori esterni. La mossa sarebbe insolita e probabilmente controversa e richiederebbe il sostegno di un’adesione fratturata dalla recente crisi.

Sotto Bartomeu, il team è diventato il più grande generatore di denaro in Europa, ma anche uno dei suoi più dissoluti. Il suo conto salariale – che stava già consumando quasi 80 centesimi di ogni dollaro portato nel club – dovrà essere tagliato e gli alti guadagni scaricati in un mercato in cui le squadre colpite dal coronavirus continuano ad essere venditori piuttosto che acquirenti.

Il nuovo consiglio dovrà anche ricalibrare le aspettative dei sostenitori e invertire la rotta rispetto a uno stile di gestione – incluso da Laporta durante il suo precedente mandato – che ha attirato critiche per aver dato la priorità ai premi a breve termine, sotto forma di spese sontuose per popolari (e costosi) acquisti, oltre la sicurezza finanziaria a lungo termine.



#LFC #Barcelona #prepara #eleggere #Joan #Laporta #presidente

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *