Mentre l’Australian Open continua, i funzionari del Victoria ordinano un blocco Covid con “interruttore di circuito”.

Visualizzazioni: 5
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 12 Secondo

Più di sei milioni di persone nel Victoria, in Australia, entreranno in un blocco per cinque giorni in risposta a un’epidemia di coronavirus in un hotel di quarantena.

L’ordine è arrivato mentre l’Australian Open si stava svolgendo a Melbourne, la capitale del Victoria, ma il torneo proseguirà – senza spettatori – hanno detto le autorità venerdì.

Gli abitanti del Victoria potranno uscire di casa solo per gli acquisti essenziali, il lavoro, l’esercizio fisico e l’assistenza e dovranno indossare maschere ogni volta che escono di casa.

Ma mentre le strutture sportive e di intrattenimento verranno chiuse, gli atleti professionisti come i giocatori di tennis saranno classificati come “lavoratori essenziali” e autorizzati a continuare le loro partite.

“Non ci sono fan; non ci sono folle. Queste persone sono essenzialmente al loro posto di lavoro “, ha detto ai giornalisti Daniel Andrews, il premier di Victoria. Ha detto: “Non è che le uniche persone che sono al lavoro siano i lavoratori del supermercato”.

In una dichiarazione rilasciata venerdì al New York Times, Tennis Australia ha affermato che informerà tutti i possessori di biglietti delle modifiche e continuerà a “lavorare con il governo per garantire la salute e la sicurezza di tutti”.

Il blocco, che entrerà in vigore alle 23:59 di venerdì, arriva dopo un’epidemia in un Holiday Inn vicino all’aeroporto di Melbourne che era utilizzato per ospitare i viaggiatori di ritorno.

Entro venerdì, 13 persone collegate all’hotel erano risultate positive alla nuova e più virulenta variante del virus emersa per la prima volta in Gran Bretagna. Nelle ultime 24 ore sono stati identificati cinque nuovi casi, portando il numero totale di casi dello Stato a 19.

Descrivendo il blocco come un “interruttore di circuito”, le autorità hanno affermato che era fondamentale fermare la diffusione della variante, che è altamente contagiosa e ha superato i traccianti di contatto prima che possano contenere focolai. Negli ultimi mesi simili blocchi improvvisi nelle città di Perth e Brisbane hanno avuto successo nell’annullare le infezioni.

“Il gioco è cambiato”, ha detto il signor Andrews. “Questo non è il virus del 2020”.

Ha detto che sperava vittoriani, che hanno resistito tra i blocchi più lunghi del mondo l’anno scorso, lavorerebbero insieme per impedire allo Stato di entrare in una terza ondata di coronavirus. “Saremo in grado di soffocare questo”, ha detto.

L’ordine ha avuto effetti a catena negli altri stati australiani, che hanno tutti annunciato restrizioni di viaggio con Victoria. Si prevede inoltre che danneggerà le attività commerciali locali come ristoranti e fioristi, che facevano molto affidamento sui profitti di San Valentino per riprendersi dal lungo blocco dell’anno scorso.

#Mentre #lAustralian #Open #continua #funzionari #del #Victoria #ordinano #blocco #Covid #con #interruttore #circuito

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *