Metà della squadra aveva il Coronavirus. I maghi si stanno ancora riprendendo.

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 57 Secondo

Bertans era stato finalmente liberato dall’isolamento mentre i suoi compagni di squadra non c’erano, tornando a casa da sua moglie e sua figlia. Il suo primo allenamento è stato un calvario – “Potrei sicuramente dire che non avevo fatto nulla per quasi due settimane”, ha detto – e poi ha perso tutti e sette i suoi colpi in una perdita di 16 punti contro gli Atlanta Hawks a gennaio. 29.

“La sensazione per il gioco è stata la più grande lotta”, ha detto.

Smith stava avendo i suoi problemi. La lega usa qualcosa chiamato soglia del ciclo, una misura della quantità di virus nel corpo, per determinare se un giocatore può essere autorizzato a tornare. In generale, quel numero deve essere almeno 30, con numeri più alti che implicano una minore presenza di virus. Una settimana dopo il primo test positivo, Smith registrava valori di soglia del ciclo di soli 28, ha detto.

Smith correva su per le scale di casa sua per valutare la sua forma fisica.

“Ognuno è diverso, e volevo assicurarmi che non fosse una situazione in cui non riuscivo a respirare”, ha detto Smith.

I suoi compagni di squadra e gli allenatori tifavano per lui da lontano.

“Mi ha ricordato le Olimpiadi invernali”, ha detto Sheppard. “Gli americani non sanno nulla di questi sport, ma entro due giorni siamo tutti esperti. Era la stessa cosa con Ish: ‘Andiamo, Ish! Devi superare i 30 anni! “”

Smith sapeva di essere stato fortunato, ha detto. Aveva supervisione medica. Era sottoposto a test giornalieri. I suoi sintomi non sono mai stati seri. Pensò ai suoi fratelli, che sono insegnanti, e innumerevoli altri che vivono la pandemia senza quel tipo di supporto.

“Non ho lamentele”, ha detto. “Devi solo raccoglierlo e tenerlo in movimento.”

Smith è tornato il 31 gennaio, segnando 13 punti in una drammatica vittoria sui Nets. Brooks ha celebrato con una lattina di White Claw.

I Wizards hanno avuto più bassi che alti, andando 3-8 da quando è ripresa la loro stagione patchwork. Il tempo di pratica è arrivato ad un premio. Non esiste un playbook per una pandemia, ha detto Brooks, e può solo sperare che i suoi giocatori abbiano sopportato il peggio e che possano costruire un po ‘di chimica. Ma non ci sono garanzie, non in questa stagione.

#Metà #della #squadra #aveva #Coronavirus #maghi #stanno #ancora #riprendendo

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *