Muore a 68 anni Nancy Darsch, allenatrice campionessa di basket femminile

Visualizzazioni: 21
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 42 Secondo

Nancy Darsch, che ha contribuito a trasformare lo stato dell’Ohio in un basket femminile centrale elettrica e poi si unì ai ranghi professionisti, diventando il primo allenatore del New York Liberty e guidando la squadra ai WNBA campionato inaugurale game, è morta il 2 novembre nella sua casa nella sua città natale, Plymouth, Mass. Aveva 68 anni.

Aveva sofferto di morbo di Parkinson, ha detto sua cognata, Mary Darsch.

Darsch aveva solide credenziali quando si è unita all’Ohio State come head coach femminile nel 1985. Era stata assistente del famoso Pat Summit presso l’Università del Tennessee – la prima assistente allenatrice di basket femminile all’università a essere pagata – e ha contribuito a guidare le Lady Vols a cinque presenze nelle Final Four.

Era anche una allenatore in seconda per le squadre degli Stati Uniti che hanno vinto medaglie d’oro alle Olimpiadi estive del 1984 a Los Angeles e ai Giochi del 1996 ad Atlanta.

“Ci eravamo impegnati a trovare qualcuno con una reputazione nazionale”, il direttore sportivo dell’Ohio State, Rick Bay, detto Il Columbus Dispatch nel giugno 1985. Darsch, ha detto, aveva allenato “ogni grande giocatore di basket femminile del paese negli ultimi cinque anni”.

Nei suoi 12 anni all’Ohio State, le sue squadre hanno vinto quattro titoli Big Ten, fatto sette apparizioni in tornei NCAA e giocato in una partita di campionato, nel 1993, quando il numero 3 Buckeyes perduto al n. 5 Texas Tech, 84-82. Era la prima volta che una squadra femminile di Big Ten arrivava al campionato NCAA.

Sotto Darsch, le donne dello stato dell’Ohio hanno avuto la loro prima partita televisiva, su ESPN nel 1990. Lei portato dentro uno dei primi allenatori di forza a tempo pieno per una squadra femminile del college e una psicologa dello sport, un concetto emergente all’epoca.

Nel 1991-92, lo stato dell’Ohio reclutò la migliore classe da matricola del paese, firmando Katie Smith, che sarebbe stato inserito nella Naismith Basketball Hall of Fame di Springfield, Mass., nel 2018. Nella stagione 1993-94, i Buckeyes ha portato il paese in presenza di partite di basket femminile collegiale.

Darsch è stata anche conduttrice di “The Nancy Darsch Show” sulla televisione locale, in cui ha parlato di basket con gli ospiti. All’epoca, avere un proprio spettacolo era una rarità per le allenatrici.

Ha compiuto un’altra pietra miliare nel 1994, quando è diventata la primo allenatore di una squadra femminile dell’Ohio State per ricevere un contratto pluriennale – una svolta in un momento in cui la maggior parte allenatori femminili ha lavorato anno dopo anno.

Quando la WNBA iniziò nel 1997, Darsch, con quasi 20 anni di esperienza universitaria di alto livello, si iscrisse come capo allenatore of the Liberty, un team ancorato dalle superstar Rebecca Lobo e Teresa Weatherspoon e di proprietà del Madison Square Garden.

La sera prima dell’inizio degli allenamenti della squadra, Darsch, insieme al suo assistente allenatore, preparatore atletico e un manager di attrezzature volontario, si è seduto con un pennarello nero che metteva i numeri dei giocatori su calzini bianchi. La squadra aveva a malapena un campo di pratica – di solito si allenavano in un club sportivo – e nessun sistema video per realizzare registrazioni di giochi per studiare.

Ma non importa: Darsch ha portato i Liberty a vincere la prima partita giocata in WNBA, un 67-57 vittoria finita le scintille di Los Angeles. Ha poi portato la squadra al campionato partita quell’anno a Houston prima di perdere contro gli Houston Comets, 65-51.

Dopo due stagioni e un record di 35-23, Darsch è stato licenziato nel settembre 1998 dopo che il Liberty non era riuscito a fare i playoff quell’anno. Il febbraio successivo, è stata nominata capo allenatore dei Washington Mystics. Ma si è dimessa durante la sua seconda stagione con la squadra dopo un cattivo inizio e in mezzo segnalazioni di tensione con Chamique Holdsclaw, uno dei migliori giocatori del campionato.

“Non stavamo raggiungendo gli obiettivi che mi ero prefissato o la squadra”, Darsch disse al tempo. In seguito ha avuto periodi come assistente allenatore con il Minnesota Lynx e il Seattle Storm della WNBA e a Boston College.

Come allenatore, le sue squadre erano ben addestrate ed era rispettata per la sua conoscenza tecnica del gioco.

“Alcune persone si siedono e fanno due o tre cruciverba al giorno, o puzzle o videogiochi”, Darsch detto Il Washington Post nel 1999. Il basket era l’equivalente per lei, ha detto. “Mi piace guardarlo e vedere cosa corrono le persone”, ha detto. “Mi piace cercare di capire dall’esterno cosa sta facendo l’altra squadra.”

Nancy Mary Darsch è nata a Plymouth il 29 dicembre 1951. Sua madre, Arline (Giovanetti) Darsch, era un’infermiera di maternità. Suo padre, John Darsch, era un meccanico di automobili.

Darsch ha giocato nella squadra di basket femminile alla Plymouth-Carver High School e nel 1973 si è laureata in educazione fisica allo Springfield College. Ha iniziato a insegnare e ad allenare le squadre femminili di hockey su prato, softball e basket alla Longmeadow High School di Longmeadow, Massachusetts, fuori Springfield. Lì, sulla scia della legislazione federale del Titolo IX di recente istituzione che vieta la discriminazione sessuale nell’istruzione, lei lottato per migliorare le condizioni per programma atletico femminile.

Ha conseguito un master in educazione fisica presso l’Università del Tennessee nel 1979.

Suo fratello, John, è morto nel 2013 a 66 anni. Non aveva sopravvissuti immediati.

Darsch rimase un orgoglioso New Englander, trovando piacere nell’insegnare alle persone a mangiare l’aragosta e portarle a osservare le balene. Ha detto al Columbus Dispatch che se non avesse fatto del basket la sua vita, “vorrei possedere un bar a Cape Cod, come quello di” Cheers “”.

#Muore #anni #Nancy #Darsch #allenatrice #campionessa #basket #femminile

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *