N. 15 Orale di semi Roberts sconvolge lo stato dell’Ohio nel torneo NCAA

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 39 Secondo

Oral Roberts è entrato a far parte di un club d’élite.

Dietro un totale di 59 punti di Max Abmas e Kevin Obanor, i Golden Eagles sono diventati solo il nono seme numero 15 di sempre a rovesciare un 2 quando hanno stordito Ohio State, 75-72, ai tempi supplementari al primo turno. È stata la prima vittoria in un torneo NCAA dal 1974.

Alcuni avevano l’Ohio State classificato come potenziale squadra delle Final Four, ma sono fuori e Oral Roberts avanza per giocare il numero 7 in Florida domenica.

Oral Roberts è diventato il primo seme numero 15 a ribaltare un numero 2 da quando il Middle Tennessee State ha sconfitto il Michigan State nel 2016.

Altri famosi 15/2 ribaltamenti hanno caratterizzato la Florida Gulf Coast su Georgetown nel 2013, Lehigh su Duke nel 2012 e Richmond su Syracuse nel 1991.

Oral Roberts ha superato Ohio State 11-8 nel periodo supplementare.

Con Ohio State in svantaggio 73-69, EJ Liddell ha svuotato una tripla per tagliare il vantaggio a 73-72.

Obanor ha quindi effettuato due tiri liberi portando il vantaggio sul 75-72 a 13 secondi dalla fine. Ha concluso con 30 punti e 11 rimbalzi.

Ohio State ha mancato due tentativi da 3 punti negli ultimi secondi.

“Non sapevo se stava entrando o no. Sapevo che i ragazzi non avrebbero smesso di giocare, e quella è una grande squadra di basket che abbiamo appena battuto. Alla fine della giornata sapevamo che non avrebbero mollato e siamo stati in grado di uscire con una vittoria “, ha detto Abmas, il capocannoniere della divisione I. Ha versato 29 punti su 10 su 24 tiri per Oral Roberts, e aveva 18 a metà, quando Oral Roberts era in vantaggio per 36-33.

A circa 24 ore dall’inizio del torneo, due Big Ten sono fuori gioco: Ohio State e Michigan State, che hanno perso in una partita delle First Four giovedì sera contro l’UCLA

#Orale #semi #Roberts #sconvolge #stato #dellOhio #nel #torneo #NCAA

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *