Nelle Filippine, tutti conoscono il nome di Jordan Clarkson

Visualizzazioni: 10
0 0
Tempo per leggere:8 Minuto, 21 Secondo

Per molto tempo, Paolo del Rosario si è sentito solo. Nelle Filippine, era quel raro tipo di appassionato di basket: tifava per lo Utah Jazz.

Aveva adottato la squadra da ragazzo alla fine degli anni ’90 perché amava il gioco a due di John Stockton e Karl Malone – e perché il resto della sua famiglia, come molte famiglie filippine, amava i Los Angeles Lakers e i Lakers. lo irritava.

“Immagino di averli trovati troppo rumorosi”, ha detto.

Ora con sede a Manila emittente sportiva, del Rosario, 30 anni, è rimasto da solo nel suo fandom Jazz per anni fino a quando improvvisamente, verso la metà della scorsa stagione, ha scoperto di non essere più solo. I Cleveland Cavaliers avevano ceduto Jordan Clarkson al Jazz, e del Rosario iniziò a ricevere messaggi di testo da amici: “Ehi, sei pronto? Non sarai più l’unico fan del jazz nelle Filippine. “

Anche se i Jazz si sono occupati del loro compito di costruire il miglior record della NBA in questa stagione, hanno lottato per sfuggire alle lunghe ombre proiettate dai rivali più brillanti. Amati nello Utah, i Jazz non hanno esattamente un seguito globale.

L’unica chiara eccezione, tuttavia, è la loro crescente presenza nelle Filippine, un paese impazzito dal basket dove il 28enne Clarkson, che si identifica come filippino-americano, è un nome familiare. I suoi punti salienti inondano i social media.

“Dirò questo: se non vince il sesto uomo dell’anno, non sono sicuro che l’NBA sia pronta per la reazione online da questa parte del mondo”, ha detto Nikko Ramos, il redattore capo di l’edizione delle Filippine della rivista Slam.

Nelle Filippine, dove, a causa della differenza di fuso orario, molte persone si svegliano con la colazione e il basket, i fan stanno ricevendo un’enorme porzione di Clarkson per andare con il loro tapsilog e pandesal.

“NBA League Pass è il tuo migliore amico qui”, ha detto Ramos.

I fan hanno trascorso il 45% in più di tempo sul servizio di streaming guardando le partite di Jazz in questa stagione rispetto alla scorsa stagione, secondo la lega. E sulla pagina Facebook dell’NBA Filippine, i post relativi a Clarkson superano in media da tre a quattro volte tutti gli altri contenuti. Un video del suo momento clou da una vittoria contro i Los Angeles Clippers a dicembre è stato visto più di 1,2 milioni di volte.

Le clip di Clarkson sono diventate una parte del rituale mattutino per i tre giovani figli di Gabe Norwood, che hanno un legame più diretto con la guardia tiratrice di molti: il loro padre ha giocato con lui nella squadra nazionale filippina, conosciuta come Gilas Pilipinas.

“I miei figli si preparano per la scuola guardando le partite dell’NBA piuttosto che i cartoni animati”, ha detto Norwood, piccolo attaccante di lunga data degli Elastopainters Rain o Shine, una delle 12 squadre del Philippine Basketball Association.

Clarkson, che sta vivendo la migliore stagione della sua carriera di sette anni, con una media di oltre 17 punti a partita, ha detto di essere profondamente consapevole delle sue radici filippine che crescono a San Antonio. Ne ha assicurato la nonna materna, Marcelina Tullao. Ha raccontato storie su Pampanga, la provincia a nord-ovest di Manila dove è nata, e ha preparato piatti tradizionali come l’adobo di pollo e la lumpia.

Quei pasti lo hanno aiutato a sentire un legame con il posto, che è diventato più forte con l’invecchiamento e che alla fine lo ha portato a sviluppare un’amicizia con Norwood, che è cresciuto negli Stati Uniti ma è diventato un po ‘di un pifferaio magico per il basket filippino.

“Se c’è un filippino da qualche parte che gioca a canestro, Gabe lo trova e si comporta come un fratello maggiore per loro quasi per impostazione predefinita”, ha detto Ramos.

Norwood, la cui parte materna della sua famiglia è filippina, ha giocato al George Mason, dove, da giovane, è uscito dalla panchina per la squadra che ha raggiunto le Final Four nel 2006. La Final Four di solito funge anche da convention di allenatori e un paio di allenatori delle Filippine si sono avvicinati alla madre di Norwood un pomeriggio. Aveva un figlio che giocava al torneo? “Abbastanza sicuro, ha fatto: No. 5 per George Mason”, ha detto Norwood.

L’estate successiva, Norwood si è recato nelle Filippine con un gruppo del ministero dello sport chiamato Athletes in Action, e ha utilizzato il viaggio per fare rete. Dopo la sua stagione da senior, è stato nominato nella squadra nazionale filippina e ha firmato un contratto con Pioggia o sole della PBA “Sono stato qui da allora”, ha detto Norwood, che ha incontrato sua moglie, Lei, nelle Filippine.

Nel processo, Norwood è diventato uno dei principali evangelizzatori del basket del paese, un punto fermo della squadra nazionale dal 2007 e un sostenitore di questo sport. In quanto tale, ha svolto un ruolo nell’aiutare a tracciare il percorso di Clarkson verso Gilas Pilipinas.

Clarkson era ancora al college quando Norwood ha sentito parlare di lui da un amico. Quando Clarkson ha dichiarato per il draft NBA nel 2014 dopo la sua stagione da junior al Missouri, Norwood gli ha chiamato e gli ha inviato un paio di scarpe da ginnastica Nike che erano state una versione speciale nelle Filippine, parte della linea di firma di Kobe Bryant. Clarkson ha detto che ha finito per indossarli nei suoi allenamenti predraft.

“Volevo solo dargli un avvertimento in termini di supporto che ha qui”, ha detto Norwood.

A quel tempo, Clarkson era ancora abbastanza sconosciuto nelle Filippine. Ramos, ad esempio, ha detto di non aver mai nemmeno sentito parlare di lui fino a quando Norwood non ha menzionato che c’era una prospettiva di discendenza filippina che si stava preparando per il progetto.

“E lavoro nel basket”, ha detto Ramos, “quindi per me non aver sentito il suo nome quando era a Mizzou, questo tipo di dice quanto di un nuovo nome fosse nella coscienza del paese.”

Clarkson è diventato molto famoso molto velocemente. Molto di questo ha a che fare con il suo ingresso nei Lakers dopo essere stato scelto al secondo turno nel 2014. I Lakers sono popolari nelle Filippine, dove molti fan ancora idolatrano Bryant – una superstar che ha fatto almeno una mezza dozzina di apparizioni nel paese nel fiore degli anni.

“Quindi, se l’intenzione era quella di ottenere alla Giordania quanta più popolarità possibile con i filippini, quello era lo scenario da sogno”, ha detto Ramos.

Clarkson ha anche dimostrato presto di essere un giocatore NBA in buona fede, con una media di 11,9 punti a partita come esordiente. L’estate successiva, ha fatto un viaggio a Manila – e attirava folle ovunque andasse. Aveva viaggiato nel paese come parte di un’iniziativa NBA Cares con molti altri giocatori, tra cui Trey Burke e Horace Grant. Ma è diventato evidente che Clarkson era l’attrazione principale.

Ramos ha aiutato a mostrare Clarkson e Burke in giro. In una delle loro prime notti lì, Ramos li portò a cenare in uno dei club più alla moda della città, anche se aveva le sue preoccupazioni.

“Ricordo di avergli detto: ‘Ehi, sei sicuro di volerlo fare?’” Ricorda Ramos. “E Jordan ha detto: ‘Gioco per i Lakers e vivo a LA, sono abituato a ricevere un po’ di attenzione. Andrà bene.'”

Non andava bene. Mentre la scena si trasformava in qualcosa che assomigliava al caos, Ramos ha afferrato un asciugamano da gettare sulla testa di Clarkson – un travestimento inefficace – e lo ha fatto uscire dall’edificio attraverso una porta sul retro.

“Non potevamo camminare 10 passi”, ha detto Ramos. “Tutti sapevano che era in campagna.”

Alla fine sono riusciti a raggiungere una pizzeria a tarda notte, dove anche le persone in attesa di ordinare hanno riconosciuto Clarkson. Quando hanno insistito perché saltasse in prima fila, ha comprato fette per tutti.

“Ricordo solo quanto amore mi mostravano tutti”, ha detto Clarkson. “Non sapevo che la gente sapesse nemmeno che ero filippino.”

L’adorazione del paese per Clarkson, che ha un passaporto filippino, è salita a un altro livello quando ha gareggiato per Gilas Pilipinas ai Giochi asiatici del 2018 e ha quasi portato la squadra a sconvolgere la Cina nel gioco di gruppo. Sua nonna l’avrebbe fatto guarda le partite e piangi.

“Per i fan filippini vederlo effettivamente giocare per la nostra squadra nazionale, è stato quasi surreale”, ha detto del Rosario, l’emittente televisiva e appassionato di jazz di lunga data.

Clarkson prevede di tornare a Gilas Pilipinas nel 2023, ha detto, quando la squadra prenderà parte alle gare di qualificazione olimpica, inclusa la Coppa del Mondo, che le Filippine ospitano insieme. La FIBA, l’ente organizzatore internazionale dello sport, consente un giocatore naturalizzato per squadra, anche se Clarkson ha detto che sperava che la FIBA ​​lo considerasse un giocatore locale in vista del prossimo ciclo olimpico. “Penso che sia la cosa più importante che si sta cercando di capire in questo momento”, ha detto.

Da parte sua, la FIBA ​​ha sostenuto che Clarkson è idoneo a competere per le Filippine solo come giocatore naturalizzato.

In ogni caso, Clarkson ha imparato quanto i filippini si preoccupino. Nella scorsa stagione NBA, i giocatori avevano la possibilità di mettere messaggi approvati dalla lega sulle loro maglie e i giocatori internazionali potevano visualizzarli nella loro lingua madre. Clarkson ha scelto la parola “Pace”, che ha causato un piccolo tumulto nelle Filippine perché non aveva usato la parola filippina per la pace, “Kapayapaan”. È diventato un argomento così caldo che suo padre, Mike, è andato su Instagram per assicurare a tutti che suo figlio “continua a rappresentare le sue radici filippine con orgoglio”, aggiungendo un filo di cuori per buona misura. Clarkson ha detto che non gli era nemmeno venuto in mente che usare la parola filippina fosse un’opzione.

“Immagino sia stato un po ‘controverso”, ha detto.

Alcuni imprenditori industriosi di Manila hanno preso in mano la situazione producendo maglie clarkson bootleg con “Kapayapaan” sul retro. Si è rivelato un oggetto popolare. Del Rosario è riuscito a procurarsene uno. Non era solo.



#Nelle #Filippine #tutti #conoscono #nome #Jordan #Clarkson

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *