NHL licenzia l’arbitro per un commento sulla chiamata di rigore

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 58 Secondo

La NHL ha licenziato Tim Peel, un arbitro di lunga data, dopo che un microfono dal vivo sul lato della pista lo ha colto dicendo che stava cercando un’opportunità per chiamare un rigore contro i Nashville Predators martedì sera.

Il commento è arrivato pochi minuti dopo che Viktor Arvidsson del Nashville era stato chiamato per aver inciampato Jon Merrill di Detroit con 15 minuti e 4 secondi dalla fine del secondo periodo della vittoria dei Predators. “Non era molto, ma volevo ottenere un rigore contro il Nashville in anticipo”, ha detto Peel, con un’imprecazione, con 12:42 rimasti nel periodo.

La lega ha agito ore dopo in una dichiarazione rilasciata mercoledì da Colin Campbell, un vicepresidente esecutivo senior delle operazioni di hockey. Peel era stato un arbitro dal 1999 e stava progettando di ritirarsi dopo questa stagione.

“Niente è più importante che garantire l’integrità del nostro gioco”, ha detto Campbell nella dichiarazione. “La condotta di Tim Peel è in diretta contraddizione con l’adesione a quel principio fondamentale che esigiamo dai nostri funzionari e che i nostri tifosi, giocatori, allenatori e tutti coloro che sono associati al nostro gioco si aspettano e meritano. Non c’è giustificazione per i suoi commenti, indipendentemente dal contesto o dalla sua intenzione, e la National Hockey League prenderà tutte le misure necessarie per proteggere l’integrità del nostro gioco “.

Sul gioco che ha portato alla chiamata di rigore, il piede sinistro di Arvidsson sembrava connettersi con la parte posteriore della gamba destra di Merrill, ma Merrill sembrava abbellire la sua caduta, pareggiando i due minuti di penalità. I Predators hanno vinto, 2-0, dietro a 31 parate di Juuse Saros. I Red Wings hanno terminato la partita con tre rigori; i Predator ne avevano quattro.

Peel ha lavorato alla partita di martedì con il suo collega arbitro Kelly Sutherland. Aveva arbitrato più di 1.300 partite di stagione regolare e 90 partite di playoff. È stato anche arbitro durante le Olimpiadi invernali del 2014 a Sochi, in Russia, e nel 2012 ha lavorato all’All-Star Game del campionato.

Ha subito una frattura alla caviglia di fine stagione durante una partita Chicago-Arizona nel dicembre 2019, ma è stato in grado di tornare in questa stagione, la sua ultima campagna. In precedenza era stato programmato per officiare la sua ultima partita il 24 aprile, secondo SportsNet.



#NHL #licenzia #larbitro #commento #sulla #chiamata #rigore

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *