Non contare Tiger Woods al Masters

Visualizzazioni: 19
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 47 Secondo

Poiché il Masters è l’unico grande campionato giocato annualmente sullo stesso campo, la familiarità con il layout è sempre stata un vantaggio considerevole. In un’intervista alla fine del mese scorso, Nick Faldo, tre volte campione del Masters, ha affermato di ritenere che l’esperienza di giocare più volte nel torneo possa valere da quattro a otto colpi nei quattro round dell’evento.

“I putt che sembrano rompere due piedi in realtà rompono otto piedi, e un tiro brillante che atterra a un metro dalla buca ma sul lato sbagliato di quel buco finisce quattro metri sopra il green”, ha detto Faldo, che sarà un analista per CBS al torneo di quest’anno. “Tutti cercano di tenere la palla sotto la buca, ma quando sei a 185 metri di distanza non sempre succederà. Quindi è meglio che tu impari a sentirti a tuo agio in discese così ripide che la tua palla potrebbe rotolare indietro nel fairway. La tensione mentale a cui sei sottoposto è costante. “

Rory McIlroy, il quinto giocatore al mondo, ha detto che le sfide dell’Augusta National erano così sottili che non potevano essere spiegate ma che invece dovevano essere vissute. La 14a buca, ad esempio, è l’unica nella proprietà senza bunker, ma il suo green è ingannevolmente diabolico.

“Il putt su per la collina al 14 ° green è il putt più lento dell’intero percorso”, ha detto McIlroy, che ha aggiunto che pochi giocatori si rendono conto di quanto duramente debbano colpire la palla finché non la lasciano a 3 metri dalla buca due o tre volte .

Ad aggiungere alla sfida quest’anno sarà una prima: a Master a novembre invece che nel suo ruolo tradizionale di rito di aprile. Non sorprende che Woods sia uno dei pochi giocatori di spicco ad aver giocato più round all’Augusta National a novembre.

“Ha fatto freddo, la palla non va molto lontano”, ha detto il mese scorso di quelle uscite.

Inoltre, dalla primavera all’autunno, il vento prevalente tende a cambiare. “Se si arriva al vento del nord in quel periodo dell’anno”, ha detto Woods, “può essere terribilmente difficile e lungo, e molto diverso da quello che suoniamo normalmente in aprile”.

#contare #Tiger #Woods #Masters

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *