Paul Hornung, il ‘Golden Boy’ del Midcentury Football, è morto a 84 anni

Visualizzazioni: 29
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 2 Secondo

In seguito ha investito in immobili e altre iniziative imprenditoriali, è diventato una figura popolare negli spot pubblicitari della birra Miller Lite e trasmette college e calcio professionistico. Ha creato scalpore in un’intervista del marzo 2004 con una stazione radio di Detroit quando ha detto che Notre Dame aveva bisogno di allentare i suoi standard accademici per “ottenere l’atleta nero”. Un portavoce di Notre Dame ha definito l’osservazione “offensiva”. Sebbene Hornung abbia espresso rammarico per il commento, ha interrotto le sue trasmissioni dei giochi della sua alma mater per la radio Westwood One, dicendo che “Notre Dame non mi vuole lì”.

Anche sua moglie, Angela (Cervilli) Hornung, ha citato in giudizio Riddell nel 2016, citando la perdita della compagnia di Hornung a causa della sua disabilità. Il suo primo matrimonio, con Patricia Roeder, si è concluso con un divorzio. Non aveva figli da nessuno dei due matrimoni e non aveva fratelli.

Nella sua autobiografia, “Golden Boy” (2004, con William F. Reed), Hornung alternava i racconti delle sue imprese calcistiche con i racconti delle sue conquiste amorose e del suo bere.

Ha detto che la sua reputazione di playboy aveva attirato l’attenzione del giornalista di gossip sindacato Walter Winchell, che ha scritto in un articolo all’inizio del 1964: “Myrna Loy è stata presa d’assalto da Paul Hornung, il ragazzo glamour del calcio. Allontana a lungo l’ex star di Hollywood dalla sua vecchia casa del Kentucky “.

Hornung ha detto a un giornalista che ha chiesto informazioni sull’argomento che non aveva mai nemmeno parlato con la signora Loy e che Winchell avrebbe potuto confonderla con un’aspirante attrice di nome Myrna Ross, con la quale aveva un appuntamento.

Hornung ha espresso pochi rimpianti per la sua vita notturna.

“Sono sicuro che durante i miei giorni di gioco non ero considerato un buon modello per i giovani della nazione”, ha scritto nel suo libro di memorie. “Ma come sono cambiati i tempi, sembrerei un chierichetto se suonassi oggi. Non ho mai picchiato una donna, non ho mai portato una pistola o un coltello, né ho sparato a qualcuno né sono stato arrestato per aver disturbato la pace. Non ho mai nemmeno sperimentato droghe durante la stagione.

“Tutto quello che ho fatto, davvero”, ha continuato, “è stato cercare il divertimento ovunque potessi trovarlo. Tutto era collegato insieme: il bere, le donne, le feste, i viaggi, il gioco d’azzardo. E, naturalmente, il calcio ha reso tutto possibile “.

#Paul #Hornung #Golden #Boy #del #Midcentury #Football #morto #anni

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *