Pronto o no, il baseball inizia l’allenamento primaverile questa settimana

Visualizzazioni: 5
0 0
Tempo per leggere:7 Minuto, 20 Secondo

Steve Sparks si recherà presto all’addestramento primaverile per trasmettere alla radio i giochi della mostra degli Houston Astros. Ma con lo sport e il Paese ancora sotto la morsa del coronavirus, gli mancherà l’accesso ravvicinato che conferisce all’allenamento primaverile il suo fascino.

“Probabilmente avremo alcune aree delimitate dove possiamo arrivare a un certo punto, ma non come quei giorni in cui potevi stare proprio accanto al bullpen, guardare i potenziali clienti e ascoltare l’insegnamento”, ha detto Sparks, un ex lanciatore della major league. “Un giorno ero a otto o 10 piedi da Justin Verlander che lanciava nel bullpen, vedendolo guardare un iPad dopo ogni lancio e fare questo aggiustamento di cui ho potuto parlare per metà stagione a causa di quello che ha fatto per la sua palla veloce. “

Anche i fan possono spesso avvicinarsi abbastanza per i propri momenti di meraviglia nei complessi in Florida e Arizona, che mercoledì aperto per lanciatori e ricevitori per 15 squadre e tutte le squadre entro venerdì. La maggior parte delle squadre consente ai fan di vagare per i campi posteriori con poche restrizioni. A Mesa, Arizona, i Chicago Cubs incoraggiano i fan a portarsi dietro la passerella dei giocatori dal complesso di allenamento allo stadio, portando un tocco di Wrigleyville nel deserto.

Ahimè, questa primavera sarà diversa. La partecipazione sarà limitata al 20-25% della capacità, a seconda della città. La solita atmosfera – banchi erbosi affollati sopra le pareti del campo esterno, fan che si accaparrano autografi – prenderà una pausa. Anche i leghisti minori manterranno le distanze; la maggior parte di loro non si presenterà alle strutture di addestramento primaverile finché i grandi leghisti non lasceranno la città.

Almeno i giocatori in Florida avranno una pausa dalle corse in autobus di due o tre ore. Le cinque squadre con sede nella costa orientale dello stato – i Mets, gli Houston Astros, i Washington Nationals, i Miami Marlins e i St.Louis Cardinals – giocheranno solo l’una contro l’altra e le squadre che si allenano nell’area di Tampa non giocare le squadre nella zona di Fort Myers.

I cambiamenti fanno sembrare l’allenamento della primavera scorsa molto più lungo di 12 mesi fa. Allora, l’industria è stata consumata dagli Astros scandalo del furto di insegne. Tre allenatori e un direttore generale sono stati licenziati, ei giocatori di Houston hanno dovuto affrontare gravi contraccolpi da parte dei colleghi della lega e dei fan alle partite di esibizione. La pandemia ha cambiato improvvisamente tutto.

Durante una chiusura di quattro mesi, l’ufficio del commissario e il sindacato hanno litigato sui dettagli della ripresa, un primo campo di battaglia per le scrupolose trattative per sostituire il contratto collettivo che scade dopo questa stagione.

Le parti hanno assunto di nuovo le loro linee dure quest’inverno. Con sostegno da parte dei funzionari della città nella zona di Phoenix più colpita, i proprietari hanno proposto di sospendere l’allenamento primaverile, organizzando il giorno di apertura a fine aprile e abbreviando il programma a 154 partite. I giocatori avrebbero ricevuto la paga piena, con un battitore designato universale e playoff espansi come parte dell’accordo. L’Unione ha respinto quel piano senza una controproposta, mantenendo i playoff estesi come strumento di contrattazione per ottenere i cambiamenti su larga scala che desidera nel prossimo CBA

Salvo un cambiamento, quindi, il campionato si dirigerà verso un futuro incerto rivolgendosi al recente passato, con lanciatori che colpiscono nei parchi della National League e lo stesso formato dei playoff che si è tenuto dal 2012 al 2019: tre vincitori di divisione e due squadre wild card in ogni lega. La scorsa stagione, otto squadre di ogni campionato si sono qualificate per la postseason e il battitore designato è stato utilizzato in tutte le partite.

“Non capisco perché non abbiamo un DH”, ha detto la scorsa settimana Ian Happ, outfielder dei Chicago Cubs, su MLB Network Radio. “Penso per entrambe le parti, per i tifosi, per il gioco, per la salute e la sicurezza – non c’è motivo per cui il DH non dovrebbe essere lì. Non dovrebbe essere legato a niente. Il DH ha senso per il miglioramento del gioco. Ha senso per il futuro, ha senso per mantenere sani i lanciatori. Nessuno vuole vedere Max Scherzer, Jon Lester o Kyle Hendricks colpire. Vogliono vederli colpire i ragazzi; vogliono vederli essere gli assi che sono. “

Rimarranno due innovazioni della scorsa stagione: gli extra inning inizieranno con un corridore in seconda base e le partite dureranno sette inning durante i doubleheader. (Alcune mostre di allenamento primaverili saranno limitate a cinque inning.) Anche la lega introdurre una nuova palla che aderisce più vicino al centro della gamma di specifiche esistente, in altre parole, leggermente più leggero e meno rimbalzante, nella speranza di frenare l’aumento degli home run delle major.

Per alcuni lanciatori, questo aggiustamento ha confermato i sospetti che la lega avesse spremuto la vecchia palla per generare più homer. In ogni caso, se la scorsa stagione ha dimostrato qualcosa, è stata la lezione senza tempo che il lancio di solito vince. I Los Angeles Dodgers hanno avuto la media di run più guadagnata nelle major e ha vinto le World Series. Hanno battuto i Tampa Bay Rays, che hanno avuto la migliore ERA della American League.

I Dodgers aggiunti al loro staff prepotente da firma Trevor Bauer, che ha vinto il premio NL Cy Young per Cincinnati la scorsa stagione, con un contratto triennale da 102 milioni di dollari. L’accordo è anticipato con stipendi di $ 40 milioni nel 2021 e $ 45 milioni nel 2022, e Bauer può rinunciare dopo entrambe le stagioni.

Bauer, che ha scelto i Dodgers sui Mets, sarà il terzo ex vincitore della Cy Young nella rotazione, insieme a Clayton Kershaw e David Price. I Dodgers hanno anche un’ondata di partenti nostrani, nessuno di età superiore a 26 anni, come Walker Buehler, Tony Gonsolin, Dustin May e Julio Urias, che hanno lanciato l’ultimo tiro delle World Series.

Nessuna squadra può eguagliare quella profondità, nemmeno il rivale di divisione San Diego Padres, che ha scambiato per Yu Darvish, Blake Snell e Joe Musgrove per costruire la prima apparizione della squadra nei playoff dal 2006. Dopo una stagione ridotta, potrebbe essere più importante che mai gestire con attenzione il carico di lavoro dei lanciatori.

“Ci sentiamo come se avessimo sette titolari comprovati della Major League; non siamo sicuri di come andranno le cose il 1 aprile, ma non potremmo essere più fiduciosi che ci aiuteranno durante l’anno e anche fino a ottobre “, ha affermato Andrew Friedman, presidente dei Dodgers delle operazioni di baseball. “Aggiungere alla nostra profondità di lancio era qualcosa che era davvero importante per noi, solo con tutte le incognite, passando da una stagione di 60 partite a 162 partite”.

Mentre i Dodgers cercano di diventare la prima squadra a ripetersi come campioni da quando gli Yankees hanno vinto tre vittorie consecutive nel 1998-2000, i Padres, i Chicago White Sox e i Toronto Blue Jays si sono mossi in modo aggressivo per continuare la loro ascesa. The White Sox – sotto un nuovo manager, il Hall of Famer Tony La Russa – ha dato contratti triennali al titolare Lance Lynn e al più vicino Liam Hendriks in free agency, mentre Toronto ha fatto una pazzia per il difensore centrale George Springer (sei anni, $ 150 milioni) e interno Marcus Semien (un anno, $ 18 milioni).

Diverse altre squadre hanno fatto più mosse vincenti, come gli Yankees (Corey Kluber, Jameson Taillon), i Mets (Francisco Lindor, Carlos Carrasco, James McCann, Trevor May, Aaron Loup), i Minnesota Twins, i Washington Nationals e persino i Kansas City Royals, che la scorsa settimana hanno scambiato con i Boston Red Sox per l’outfielder Andrew Benintendi.

I Red Sox, che hanno distribuito Price e Mookie Betts ai Dodgers lo scorso inverno, sono inciampati a 24-36 per una percentuale di vincita di 0,400, la loro peggiore dal 1965. Le loro aggiunte sono state per lo più segnaposto a basso costo: Franchy Cordero, Enrique Hernandez, Marwin Gonzalez, Hunter Renfroe – segnalando un altro anno di ricostruzione a Fenway Park.

Le strategie di smontaggio sono ancora in voga, e non solo con squadre tipicamente avari come Cleveland, Pittsburgh e Tampa Bay. I Cubs spedirono Darvish ai Padres, e i Colorado Rockies hanno distribuito Nolan Arenado ai Cardinals, meno di due anni dopo avergli firmato una proroga del contratto di otto anni. Diverse altre squadre, come Arizona, Baltimora, Cincinnati e Seattle, non hanno fatto quasi nulla per migliorare.

Non c’è da meravigliarsi, quindi, che i giocatori credano che l’attuale sistema economico incentivi la perdita scoraggiando anche le squadre dal superare un limite di imposta sul lusso, creando di fatto un tetto salariale. Risolvere questi problemi ed evitare uno sciopero deve essere una priorità fuori dal campo in questa stagione, perché mentre questo allenamento primaverile è destinato a sembrare diverso, è sicuramente meglio di nessun allenamento primaverile.

#Pronto #baseball #inizia #lallenamento #primaverile #questa #settimana

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *