Questi 10 giocatori potrebbero creare o rompere la tua parentesi

Visualizzazioni: 7
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 47 Secondo

Il torneo NCAA è pieno di emozionanti matchup e questi 10 giocatori potrebbero guidare le loro squadre in una corsa o sconvolgere un girone. Alcuni sono candidati per il John R. Wooden Award, assegnato al giocatore più eccezionale della stagione, mentre altri sono ancore per le loro squadre. Promettono tutti di essere divertenti da guardare.

Luka Garza, Iowa

Due volte Big Ten Player of the Year, Garza è uno dei giocatori più abili del campionato. Il centro senior è finalista per il Wooden Award e si è dimostrato il futuro del gioco. Questo atletico grande uomo ha una media di 23,7 punti e 8,8 assist a partita mentre tira il 54,7% dal campo. Sarà uno dei pochi grandi uomini versatili a cui prestare attenzione quando l’Iowa, seconda testa di serie, inizierà il torneo.

Ayo Dosunmu, Illinois

L’Illinois ha vinto la sua prima offerta per un torneo dal 2013 e sembra una forza da non sottovalutare come testa di serie numero 1. Dosunmu, una guardia junior, è uno dei molteplici giocatori di questa squadra a cui prestare attenzione, con una media di circa cinque punti in più a partita rispetto alla scorsa stagione. Ha anche migliorato i suoi tiri da 3 punti, realizzando ora il 38,8 percento. In qualità di giocatore nazionale dell’anno, Dosunmu ha mostrato miglioramenti costanti dalla scorsa stagione e sembra pronto come sempre a guidare una squadra attraverso il torneo.

Cade Cunningham, Stato dell’Oklahoma

Cunningham, una guardia da matricola, stava già ricevendo attenzione durante la stagione. Ci si aspettava che sarebbe stato un successo, e come finalista del Big 12 Player of the Year e del Wooden Award, lo è sicuramente. Cunningham è un giocatore affidabile per i Cowboys e le sue statistiche lo dimostrano: una media di 20,2 punti e 6,3 rimbalzi a partita. Anche se la sua coerenza a volte può sembrare nella media, è tutt’altro che per un giocatore del primo anno. La squadra avrà bisogno di lui per superare un difficile match al primo turno contro Liberty, una scelta forte e sconvolta.

Cameron Krutwig, Loyola-Chicago

Loyola-Chicago è tornata per un altro promettente torneo. Essendo l’unico titolare rimasto dal team Final Four 2018, Krutwig è pronto a guidare i Ramblers come senior questa volta. Krutwig, un centro, ha una media di 15 punti a partita ed è un’ancora fondamentale per la squadra di questa stagione se vuole fare un’altra corsa. Per essere un grande uomo, è estremamente versatile ed è solo il quarto giocatore della Missouri Valley Conference a segnare almeno 1.500 punti, 800 rimbalzi e 300 assist nella sua carriera.

Kofi Cockburn, Illinois

Questo secondo anno di altezza di 7 piedi è tutto ciò che una squadra può desiderare in un centro versatile. Cockburn è al secondo posto in campionato per il doppio-doppio, arrotondando fino a 16 finora in questa stagione. È efficiente come potrebbe essere un centro, sparando al 65,5% dal campo. Con il suo tiro migliore e il suo dominio nella vernice, sarà difficile per qualsiasi squadra battere l’Illini.

Jared Butler, Baylor

Baylor, il seme numero 1 nella regione del sud, non ce l’avrebbe fatta senza Butler. Il playmaker junior è migliorato molto rispetto alla scorsa stagione, soprattutto per quanto riguarda il tiro. Butler ha una media di 17,1 punti a partita, inclusi i tiri del 42,9% da 3 punti. Ha contribuito a portare Baylor al suo primo titolo di campionato Big 12 in stagione regolare dal 1950, e sembra che non si fermerà presto.

Moses Moody, Arkansas

Il percorso di Moody per il premio Rookie of the Year della Southeastern Conference ha dimostrato le sue capacità di leader da entrambe le parti. Da matricola, ha iniziato in tutte le 28 partite dei Razorbacks in questa stagione e ha giocato in media 33,5 minuti, la maggior parte di chiunque altro nella squadra. Questo lo rende un pezzo affidabile di una squadra dell’Arkansas numero 3 in fase di sviluppo. Aspettatevi che Moody giochi un sacco di minuti in quello che sembra essere un incontro veloce tra i Razorbacks e Colgate al primo round.

Evan Mobley, California meridionale

Un altro centro specializzato si fa strada nella lista e questa volta è Mobley, una matricola. Il marcatore di 7 piedi è una presenza dominante su entrambe le estremità del campo, soprattutto quando si tratta delle sue capacità difensive. Mobley è un difensore affidabile sul bordo, con una media di tre blocchi a partita. Sarà di grande aiuto nella verniciatura e le sue abilità di passaggio non passano inosservate: è il grande uomo che ogni squadra NBA sta cercando in questo momento.

Quentin Grimes, Houston

Grimes ha trovato il successo con Houston dopo il trasferimento dal Kansas prima della stagione 2018-19. Ha trovato il suo posto come guardia efficiente e ha migliorato immensamente il suo punteggio dalla scorsa stagione, passando da una media di 12,1 a 18 punti a partita. Sta anche tentando otto 3-pointer a partita e realizzandone il 40 percento. Questa svolta decisiva è ciò che rende Grimes così eccitante da guardare quando è in campo, e non è molto assente, con una media di 32,2 minuti a partita.

Herbert Jones, Alabama

Jones è stato una parte importante del successo inaspettato dell’Alabama in questa stagione. La guardia maggiore è un grande giocatore a tutto tondo e aiuta la squadra in più modi di quanto non significhino i suoi 11,2 punti a partita. In qualità di Southeastern Conference Player of the Year, Jones è stato un grande aiuto difensivo, con una media di 6,5 rimbalzi a partita – il più di chiunque altro nella squadra. Sta anche aggiungendo numeri piccoli ma importanti al punteggio del box, inclusi 1,8 palle rubate e 1,1 blocchi per partita.

#Questi #giocatori #potrebbero #creare #rompere #tua #parentesi

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *