Roberto Alomar è inserito nella lista dei non idonei del baseball

Visualizzazioni: 7
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 3 Secondo

L’esposizione in corso della targa di Alomar è coerente con un’aggiunta sottile e sensata alla galleria alla fine dell’anno scorso. A dicembre, la sala ha aggiunto un cartello all’ingresso per ricordare agli ospiti che “la consacrazione riflette la prospettiva degli elettori al momento delle elezioni”. Mentre le mostre e la biblioteca offrono resoconti più approfonditi della vita e della carriera di ogni membro, la missione dell’istituzione, aggiunge il segno, è quella di preservare la storia.

In quanto tale, non è stata rimossa alcuna targa per i dirigenti che hanno sostenuto la barriera del colore, come il commissario Kenesaw Mountain Landis, o per i giocatori che si sono rifiutati di partecipare a mostre con giocatori neri, come Cap Anson. Landis, Anson e altri erano considerati degni di essere custoditi ai loro tempi, proprio come Alomar, Kirby Puckett e altri la cui reputazione è stata distrutta durante il pensionamento.

In quel contesto, la decisione dei Blue Jays di cancellare il nome di Alomar dal loro campo da baseball sembra avventata, o almeno storicamente imprecisa; i Buffalo Bills, dopo tutto, mostrano ancora il nome di OJ Simpson sotto il loro tabellone, riconoscendo il suo impatto di tanto tempo fa. Per quanto imbarazzante sia adesso, Alomar farà sempre parte del passato dei Blue Jays.

Ed è qui che Alomar rimarrà per lo sport: nella sua storia, non nel suo presente o, molto probabilmente, nel suo futuro. Non può mettere piede su un campo senza l’approvazione di Manfred. Non può assistere a una partita a meno che non acquisti un biglietto. La sua scomunica è un segnale che il baseball sta finalmente cercando di cambiare una cultura troppo spesso ostile alle donne.

“La mia cliente elogia altri sopravvissuti dell’industria del baseball che si sono fatti avanti e che l’hanno aiutata a sentirsi più sicura nel condividere la sua terribile esperienza che cambia la vita”, ha detto Lisa Banks di Katz, Marshall & Banks a Washington, che rappresenta l’accusatore di Alomar, in un dichiarazione.

“Il mio cliente non ha intenzione di intentare una causa o intraprendere ulteriori azioni. Non ha esposto il comportamento del signor Alomar per notorietà o per denaro e non vede l’ora di andare avanti con la sua vita. Vuole semplicemente assicurarsi che il signor Alomar sia ritenuto responsabile per i suoi illeciti e spera che le sue azioni possano aiutare la Major League Baseball a creare un luogo di lavoro più sicuro per i suoi dipendenti “.

#Roberto #Alomar #inserito #nella #lista #dei #idonei #del #baseball

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *