Stanford tiene a bada il South Carolina per raggiungere il titolo di gioco

Visualizzazioni: 6
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 4 Secondo

SAN ANTONIO – Stanford è tornata nella partita per il titolo del torneo femminile NCAA per la prima volta dal 2010 dopo aver superato di nascosto la Carolina del Sud venerdì sera, 66-65, in una battaglia avanti e indietro che è arrivata a due tiri mancati dei Gamecocks sul possesso finale.

Haley Jones ha preso un rimbalzo offensivo e ha messo su un tiro in corsa con 32 secondi rimasti per dare a Stanford un punto di vantaggio. Poi, mentre il cardinale cercava di far scadere il tempo, Aliyah Boston ha rubato la palla con sei secondi dalla fine, iniziando un contropiede con una chiara possibilità di vincere. Ma Brea Beal ha mancato un layup dal lato sinistro mentre correva in uno sprint completo, e Boston ha perso una breve possibilità di follow-up dal retro del cerchio.

“Era nelle nostre mani, ma ci siamo trovati a corto”, ha detto ai giornalisti la guardia della Carolina del Sud Zia Cooke dopo la partita. Ha guidato i Gamecocks con 25 punti, di cui cinque da 3 punti che erano chiaramente necessari per contrastare l’attacco da 3 punti aggressivo di Stanford.

A volte, soprattutto nel terzo quarto, Cooke è andato avanti e indietro con Jones, che ha segnato 24 punti per il Cardinal.

L’ultima volta che il cardinale è stato in finale nazionale, è caduto contro l’UConn, 53-47, all’Alamodome. Stanford, allenato da Tara VanDerveer dal 1985, vinse l’ultima volta il titolo nel 1992.

“Per essere in grado di riportarci a questa fase del campionato nazionale è solo un onore”, ha detto Jones. “Per Tara, per la squadra, per il programma.”

Stanford ha faticato all’inizio della partita, commettendo quattro palle perse nei primi cinque minuti, ma ha preso il comando su una serie di tiri liberi della guardia minore Lexie Hull all’inizio del secondo quarto. Alla fine del primo tempo, il cardinale era in rialzo di 6.

Man mano che il gioco si sviluppava, entrambe le squadre iniziarono a privilegiare i colpi perimetrali, con Jones e Cooke che si sfidavano come una combinazione di giocatori – tra cui Cameron Brink e Fran Belibi – che lavoravano per impedire a Boston, la versatile stella della Carolina del Sud, di dominare. Boston ha chiuso con 11 punti, su 5 su 14 tiri e 16 rimbalzi.

Le squadre hanno continuato a scambiare panieri a metà del quarto trimestre. Stanford ha mantenuto un vantaggio di 4 punti fino a quando Destanni Henderson della Carolina del Sud ha realizzato una seconda possibilità da 3 punti per portare i Gamecocks a un punto. La guardia senior di Stanford Kiana Williams ha immediatamente seguito un maglione nella vernice a poco più di 2 minuti dalla fine. Williams aveva 8 punti per il cardinale; Henderson aveva 18 punti, 5 rimbalzi e 3 assist per i Gamecocks.

“Non avevamo davvero una risposta per Cooke o Henderson”, ha detto VanDerveer.

A 39 secondi dalla fine, la Carolina del Sud era sotto di 2. Henderson ha ottenuto un salto indietro per 3 punti, dando ai Gamecocks il loro primo vantaggio dal primo quarto.

Ma Jones ha risposto rapidamente con il tiro che ha finito per essere il vincitore del gioco.

“Dovremo giocare meglio domenica per avere successo”, ha detto VanDerveer.

Brink, che stava gestendo un tendine del ginocchio infortunato, ha trascorso gran parte della partita a tenere d’occhio Boston e l’attaccante della Carolina del Sud Laeticia Amihere, usando il suo telaio di 6 piedi 4 per respingere la palla in basso. Brink aveva sei dei 12 isolati di Stanford; aveva anche 6 punti e 4 rimbalzi.

Stanford ha segnato 56 da 3 punti nel corso del torneo, battendo il record di 54 stabilito da UConn nel 2015.

Le squadre hanno combattuto su un campo nuovo per le Final Four, sostituendo uno dei due campi utilizzati per i turni precedenti nell’ampio spazio che si adatta a un campo di calcio nell’Alamodome. L’allestimento significava che il campo era circondato su tre lati da fan – alcuni avatar ritagliati di cartone, alcuni umani – mentre il quarto lato aveva una grande tenda nera per separare lo spazio dalla metà più tranquilla dello stadio.

La Stanford si è messa in marcia contro la Carolina del Sud molto prima di quanto non avesse fatto nella sua matchup contro Louisville negli ottavi di finale. Il secondo centravanti cardinale Ashten Prechtel ha scatenato la sua squadra in quella partita, una vittoria 78-63, e si è conclusa con 9 punti e 8 rimbalzi in 24 minuti contro la Carolina del Sud.

Stanford affronterà entrambe le teste di serie UConn o Arizona, testa di serie numero 3, per il titolo nazionale di domenica. Gli Huskies e i Wildcats avrebbero dovuto giocare la seconda semifinale venerdì sera.

“Sta andando solo scendere a – domenica – chi lo sta cercando, chi è più aggressivo”, ha detto VanDerveer. “Dovremo essere aggressivi.”

#Stanford #tiene #bada #South #Carolina #raggiungere #titolo #gioco

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *