Strategie per la tua staffa da torneo femminile NCAA

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 38 Secondo

Scegliere squadre nel torneo di basket femminile NCAA potrebbe essere una nuova svolta in una tradizione familiare per alcuni fan che si sintonizzano solo quando arriva marzo. Sappi questo: non è così semplice come scegliere UConn per andare fino in fondo.

I gironi del basket femminile sono un po ‘più facili da prevedere rispetto al torneo maschile in qualche modo a causa della forza delle squadre al vertice. Tuttavia, l’esercizio offre nuove sfide ai fan abituati a un diverso insieme di nomi come migliori contendenti. Il Kentucky, ad esempio, quest’anno è fuori dal torneo maschile, ma la squadra femminile è a caccia di un titolo nazionale.

Ecco alcune cose da tenere a mente quando compili un tabellone per il torneo femminile:

Non è che la testa di serie numero 16 Utah Valley (contro la testa di serie numero 1 Stanford) e la testa di serie numero 15 Troy (contro la testa di serie numero 2 Texas A&M) siano completamente sfortunate. Ma anche più che nel torneo maschile, le squadre teste di serie numero 13 e superiori non riescono quasi mai a superare il primo turno.

L’ultima volta che è successo è stato nel 2012, quando il numero 13 di Marist ha sconfitto il numero 4 della Georgia. (È interessante notare che delle nove vittorie n. 13 squadre teste di serie hanno ottenuto nel torneo femminile NCAA, tre appartengono a Marist, una testa di serie numero 15 quest’anno. Marist gioca il numero 2 di sementi Louisville al primo turno.)

Purtroppo, una domanda migliore per i semi più bassi piuttosto che per chi potrebbe tirare fuori un ribaltamento è chi può tenere una partita stretta con una delle squadre al vertice.

Molte delle squadre del torneo hanno ottenuto un’offerta non per la storia leggendaria della loro scuola, ma perché hanno una stella eccezionale o una forza distintiva.

Il numero 10 della Florida centrale, ad esempio, ha una difesa soffocante che tiene gli avversari a una divisione I con 49,9 punti a partita. Sarà sufficiente per superare Northwestern incline al fatturato, un seme n. 7, che ha il settimo maggior numero di omaggi per partita nel paese, secondo Le sue statistiche sul cerchio? Potrebbe Kierstan Bell della Florida Gulf Coast numero 11 e Micaela Kelly del Michigan centrale, due dei primi 10 marcatori del paese, portare le loro squadre al secondo turno?

Le squadre che cercano di vincere dietro la loro caratteristica distintiva si applicheranno anche ai turni di 16 e 8: il numero 2 del seme di Maryland ha un attacco rovente, il più prolifico del paese con 91,3 punti a partita. Sta gareggiando per lo stesso posto nelle Final Four del seme n. 1 del South Carolina, il campione della Southeastern Conference.

I numeri non sono tutto, ovviamente, ma possono offrire un buon punto di partenza.

Dal lato femminile dello sport, gli infortuni (e quasi tutto il resto) non sono così facili da apprendere rapidamente, quindi vale la pena ricontrollare che il roster di una squadra sia al completo prima di sceglierli per andare fino in fondo. LeLe Grissett della Carolina del Sud, l’unico senior dei Gamecocks e un contributore vitale dalla panchina, è fuori per il torneo con un infortunio alla gamba inferiore; Non si prevede che Te-Hina Paopao, playmaker della matricola numero 6 dell’Oregon, tutta Pac-12, giocherà a causa di un infortunio al piede. Ma vale la pena considerare che Notre Dame ha vinto il titolo 2018 con quattro giocatori fuori per lesioni ai legamenti.

Nelle ultime due settimane, l’idea che questo campo sia il più aperto da anni è diventata un punto di discussione popolare all’interno della comunità di basket universitaria femminile – e con buone ragioni.

La testa di serie numero 1 dello Stato della Carolina del Nord ha sorpreso molte persone ed è diventata la prova di ciò che molti analisti hanno detto fin dall’inizio: che ognuna delle prime otto squadre, la testa di serie numero 1 e numero 2, ha buone possibilità di portare a casa il titolo.

Quindi sì, scegli un paio di sconvolgimenti nel primo e nel secondo round, ma concentra le tue energie sul round 8 e oltre.

#Strategie #tua #staffa #torneo #femminile #NCAA

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *