Un giocatore di football Cal ha rinunciato a causa del virus. Poi è venuto il conto delle lezioni.

Visualizzazioni: 21
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 20 Secondo

“Tutto era nell’aria”, ha detto Siemieniec.

Gli altri tre giocatori oltre a Bazakas sono entrati nel portale di trasferimento per cercare offerte di borse di studio altrove. Due trasferiti e uno, Collin Moore, ristretto e ristretto, ottenne la borsa di studio rinnovata.

Bazakas, tuttavia, era già immerso in un programma di master per l’informazione e la scienza dei dati, quindi andarsene non aveva senso.

Ma a giugno, quando le squadre pianificarono gli allenamenti estivi, Bazakas iniziò a chiedersi se tornare al campus fosse una buona idea.

Bazakas, che è alto 6 piedi-6, pesava 330 libbre all’epoca, mettendolo in una categoria ad alto rischio se avesse contratto il virus. I suoi genitori hanno 50 anni, quindi potrebbero essere vulnerabili anche loro. Si preoccupava di contrarre il virus mentre si allenava con i suoi compagni di squadra, per poi portarlo a casa o alle persone nel suo quartiere.

“Il pensiero di tornare indietro mi ha spaventato molto”, ha detto Bazakas, che ha ripetuto conversazioni con i suoi compagni di squadra, la sua ragazza e la sua famiglia per diversi mesi.

Infine, il 16 giugno, il giorno prima che Cal annunciasse che i giocatori potevano tornare al campus per prepararsi per gli allenamenti volontari, Bazakas chiamò Wilcox.

“Era abbastanza comprensivo”, ha detto Bazakas. “Ha detto che il mondo è pazzo e che tutti devono fare una scelta. Ha chiesto: “C’è una possibilità che io possa parlarti di questo o hai deciso?” Gli ho detto che avevo deciso. Ha detto: “OK, lo rispetto”. Non è stata una lunga conversazione. “

#giocatore #football #Cal #rinunciato #causa #del #virus #Poi #venuto #conto #delle #lezioni

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *