Una spinta per spostare il campo da golf in cima a uno “Stonehenge” dei nativi americani

Visualizzazioni: 11
0 0
Tempo per leggere:9 Minuto, 0 Secondo

NEWARK, Ohio – La terza buca qui al Moundbuilders Country Club è un par 4 difficile: il green è protetto da un tumulo alto sei piedi che circonda quasi completamente la buca e richiede un abile colpo di chip per essere cancellato se il tuo tiro di avvicinamento va storto.

“È un tiro alla cieca”, ha detto Randol Mitchell, il capo professionista del golf del club, dopo aver guidato la sua palla per una buona parte delle 435 yard della buca. “Devi stare attento a quei cumuli.”

La topografia del percorso è costruita intorno ai tumuli, prescritti dalla cosmologia dei nativi americani che li hanno creati circa 2.000 anni fa come un modo per misurare il movimento del sole e della luna attraverso i cieli.

Ma ora il club, che ha affittato la terra per più di un secolo, è stato chiesto di trasferirsi in modo che i tumuli possano essere adeguatamente abbracciati come un tesoro archeologico, una mossa i membri del club capiscono – hanno conservato i tumuli per generazioni – ma uno che dicono sarà difficile per loro intraprendere a meno che i rappresentanti dello stato non aumentino la posta per il costo della creazione di un nuovo campo da golf.

L’importo di $ 1,7 milioni che i rappresentanti dello stato hanno proposto sotto un dominio eminente è aumentato da un’offerta iniziale di $ 800.000. Ma il club vuole 12 milioni di dollari. La controversia si dirige alla Corte Suprema dell’Ohio martedì.

L’importanza storica del sito è chiara. Il dipartimento degli interni degli Stati Uniti ha già selezionato il terreno per la nomina come sito del patrimonio mondiale dell’UNESCO, come parte di un’offerta più ampia per riconoscere alcuni dei siti simili in Ohio, noti come Hopewell Ceremonial Earthworks.

Molti dei giocatori di golf dicono di abbracciare anche questa importanza, anche se hanno indelicatamente soprannominato un tumulo di otto piedi “Big Chief”. Il club ha un album che ripercorre la storia dei lavori di sterro, noti come Octagon Earthworks, fino alla loro creazione. La club house presenta un dipinto e fotografie dei tumuli. Ai golfisti è vietato guidare i carri sopra di loro tranne che sui sentieri asfaltati.

Tuttavia, se si dovesse incontrare una palla appollaiata in cima agli antichi lavori di sterro, non è vietato colpirla con un ferro 3.

“Su molti campi da golf, l’acqua, i boschi e la sabbia creano sfide naturali”, ha detto David Kratoville, presidente del consiglio di amministrazione del club. “Ecco, sono i tumuli.”

C’erano una volta centinaia di grandi lavori di sterro costruiti da persone del Cultura Hopewell, che si riferisce ai gruppi di costruzione di tumuli di nativi americani che vissero in Nord America dal 100 a.C. al 500 d.C. circa, ma il loro valore non è stato riconosciuto fino agli ultimi anni e molti sono stati distrutti.

Creati un cesto pieno di terra alla volta, usando bastoni appuntiti e zappe a conchiglia, i tumuli del campo da golf fanno parte dei più ampi lavori di terra di Newark e ampiamente accettati come una meraviglia astronomica e geometrica.

Una volta ogni 18,6 anni, se ti trovi in ​​cima al monticello dell’osservatorio del corso e guardi la linea dei monticelli paralleli verso il ottagonale zona, succede qualcosa di spettacolare. Quando la luna nascente raggiunge la sua posizione più settentrionale, si libra sopra il centro esatto dell’ottagono, entro la metà di un grado. Gli allineamenti non sono meno sofisticati delle pietre disposte a Stonehenge, dicono gli esperti.

I membri della cultura Hopewell probabilmente intendevano i lavori di sterro, che possono essere pienamente apprezzati solo dall’alto, per mostrare alle loro divinità della luna e del sole che capivano i loro movimenti, ha detto Ray Hively, professore emerito di astronomia e fisica all’Earlham College di Richmond, India Lo sforzo potrebbe essere stato un tentativo di connettersi o comunicare con i poteri che sembravano controllare l’universo più grande, ha detto Hively, che ha scoperto questi allineamenti con un professore di filosofia, Robert Horn, negli anni ’80.

Nel 1892, la contea di Licking e la città di Newark, a circa 40 miglia a est di Columbus, permisero allo stato di utilizzare la terra come accampamento per la Guardia Nazionale dell’Ohio. Ma dopo che il campo fu chiuso, lo rivendicarono e lo affittarono al club nel 1910. Un noto architetto di golf, Thomas Bendelow, che progettò il primo campo da golf pubblico a 18 buche d’America, Van Cortlandt Park, nel Bronx, progettò un campo che nel 1911 aveva trasformato gli antichi indicatori lunari in avversari di tiro errante.

“Gli antichi costruttori di montagnole hanno involontariamente lasciato l’ambientazione per un campo da golf tanto strano e sportivo quanto mai sentito il colpo di un morso”, un articolo sul campo in proclamato il numero di gennaio 1930 di Golf Illustrated.

Il corso stesso, con a valutazione della pendenza di 119, è medio difficile, anche se nessuno lo confonderebbe mai per Jack Nicklaus Muirfield Village Golf Club (pendenza 130), che si trova a 40 miglia a ovest. Mitchell ha detto che i tumuli sono un ostacolo più formidabile di quanto non sembri a prima vista.

“È difficile riprendere quello che normalmente si spara qui”, ha detto. “Anche se, sulla carta, non dovrebbe essere così difficile.”

Gli sforzi per riconoscere appieno l’importanza dei tumuli come più che insoliti pericoli da golf risalgono a circa due decenni fa, a un periodo in cui un’offerta per costruire una nuova club house, le cui fondamenta sarebbero state scavate nei tumuli, è stato negato. A quel punto, un gruppo guidato da professori locali e nativi americani organizzò una campagna di protesta e alcuni residenti iniziarono a chiedersi se il corso dovesse esistere.

Allora, come adesso, la riluttanza del club a far posto al riconoscimento mondiale del sito ha suscitato critiche.

“Non vorremmo un country club sull’Acropoli”, ha detto in una recente intervista John N. Low, cittadino della Pokagon Band degli indiani Potawatomi e direttore del Newark Earthworks Center. “Non vogliamo un country club sull’Ottagono.”

I membri del club hanno a lungo sostenuto che le critiche sono ingiuste, che il blocco è causato da una riluttanza a rispettare che anche il club ha un po ‘di storia e che non potrebbe continuare a esistere agli importi offerti per rinunciare al suo contratto di locazione.

“Tutti vorrebbero ritrarci come ricchi gatti grassi”, Ralph Burpee, l’ex direttore generale del club, ha detto al New York Times nel 2005. “Bene, questo è Newark, Ohio, che praticamente esclude i gatti grassi e ricchi.”

Kratoville ha descritto i circa 300 membri attuali del club come appartenenti a “un club di campagna per colletti blu”.

“I nostri membri sono persone come gli idraulici”, ha detto, “e vengono fuori per un giorno e ripuliscono le trappole di sabbia e piantano fiori”.

Il proprietario della proprietà oggi è la Ohio History Connection, un’organizzazione senza scopo di lucro in tutto lo stato che stipula un contratto con lo stato per supervisionare più di 50 siti storici. L’organizzazione senza scopo di lucro ha affittato la proprietà al club da quando l’ha acquisita nel 1933 e ospita quattro open house al club ogni anno, che prima della pandemia includevano visite guidate dei tumuli. La struttura è aperta al pubblico anche il lunedì o quando il tempo non è adatto al golf. Il resto dell’anno, i visitatori devono vedere i tumuli da una piattaforma sopraelevata vicino all’area di parcheggio.

The History Connection vorrebbe convertire il sito in un parco pubblico e sottoporlo al riconoscimento come sito del patrimonio mondiale, come luogo di “eccezionale valore per l’umanità”, insieme ad altri, come il Taj Mahal e il Grand Canyon.

“Sentiamo l’obbligo da parte dei contribuenti dell’Ohio di proteggere e interpretare in modo responsabile il valore storico del sito”, ha affermato Burt Logan, direttore esecutivo e amministratore delegato di History Connection. “E speriamo di poterlo fare finalmente presto.”

Ma senza il pieno accesso del pubblico al sito, i funzionari federali hanno affermato che una nomina a Patrimonio dell’Umanità sarebbe impossibile.

Il contratto di locazione dei Moundbuilders dura fino al 2078. E sebbene Kratoville abbia detto che il club era disposto a trasferirsi, History Connection e il club erano a milioni di dollari di distanza. Nel 2018, History Connection ha portato il club in tribunale nel tentativo di acquisire il contratto di locazione tramite dominio eminente.

Due tribunali inferiori si sono pronunciati a favore di History Connection, e ora spetta alla Corte Suprema dell’Ohio valutare se l’organizzazione non profit ha il diritto di acquistare il resto del contratto di locazione. La History Connection, precedentemente nota come Società archeologica e storica dell’Ohio, ha utilizzato per l’ultima volta un dominio eminente circa un secolo fa per acquisire diversi acri di lavori di sterro a 100 miglia a sud del sito di Octagon.

Il country club sostiene che History Connection non ha negoziato in “buona fede”, il che è richiesto prima di una presa di dominio eminente, e che lo scopo pubblico che viene servito – un programma ampliato di ricerca, servizi educativi e conservazione – potrebbe essere realizzato senza terminare l’affitto di un importante datore di lavoro.

Zachary J. Murry, un avvocato dell’Ohio specializzato in eminenti casi di dominio, ha affermato che il tribunale potrebbe non essere disposto ad assumere il ruolo di decidere quale degli scopi pubblici concorrenti è migliore perché le decisioni politiche sono tipicamente prese da altri rami del governo.

Ma se la corte avesse assunto quel ruolo, una domanda sarebbe, ha detto, se operare come un parco pubblico e la prospettiva di diventare una meraviglia riconosciuta a livello mondiale fosse una motivazione sufficiente per giustificare l’assunzione ora, quando il riconoscimento non è ancora stato ottenuto. concesso.

“Questa necessità ‘condizionale’ sembra problematica”, ha detto.

Se il club si trasferisce, Kratoville ha detto di non essere sicuro che il Moundbuilders County Club manterrà il suo nome. Ma certamente non tenterebbe di ricreare i tumuli, ha detto.

“Non puoi farlo”, ha detto. “Sarebbe un corso diverso.”

La Corte Suprema ha solo il compito di decidere l’eminente questione del dominio. Se si scoprisse che History Connection ha il diritto di subentrare nel contratto di locazione, il risarcimento verrà liquidato in un secondo momento in un tribunale inferiore – una somma che Murry ha detto alla fine sarebbe probabilmente compresa tra le due valutazioni.

Glenna Wallace, la prima donna capo della tribù degli Shawnee orientali dell’Oklahoma, che considera i costruttori di tumuli i suoi antenati, ha detto che la disputa va oltre il valore monetario. Il riconoscimento del patrimonio mondiale per i lavori di sterro – e il pieno accesso del pubblico – giocherebbero un ruolo cruciale nel riformulare il modo in cui i visitatori pensano ai nativi americani, ha detto.

“La raffinatezza richiesta per creare questo mostra i miei antenati non erano selvaggi”, ha detto. “Questo deve essere aperto alle persone ogni singolo giorno della settimana, ogni singolo giorno dell’anno.”

#Una #spinta #spostare #campo #golf #cima #uno #Stonehenge #dei #nativi #americani

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *