Vanessa Bryant usa la sua piattaforma per combattere i potenti

Visualizzazioni: 8
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 27 Secondo

La causa affermava che Cruz, allora un vice tirocinante, aveva ricevuto copie delle foto da Mejia. Cruz è accusato di averle mostrate a sua nipote a casa di sua madre, mentre fa un’osservazione grossolana sulle immagini dei corpi, e di aver mostrato le immagini in un ristorante a Norwalk, in California, dove potrebbe essere visto ingrandire e rimpicciolire le immagini su una telecamera di sicurezza.

“Molti di noi sono oggetto di maltrattamenti da parte della polizia e dobbiamo solo ingoiare quelle umiliazioni”, ha detto Jody Armour, professore presso l’Università della California meridionale, il cui padre, Fred, ha usato il diritto penale che lui stesso ha insegnato in prigione ad essere rilasciato dopo una parte significativa della sua condanna. “Sorridi e sopporta, perché non abbiamo il tipo di capitale sociale da prendere sul serio come lei.”

I funzionari delle forze dell’ordine, ha detto Ocen, in genere modellano le narrazioni che filtrano dalle interazioni dibattute. Di conseguenza, l’opinione pubblica è spesso divisa su chi simpatizzare. Non in questo caso, ha detto.

“C’è simpatia universale, oltraggio universale per la condotta del Dipartimento dello sceriffo nel banalizzare, minimizzare e dissacrare la memoria di Kobe Bryant e della loro figlia”, ha detto Ocen.

Villanueva, lo sceriffo, ha annunciato un’indagine sulla condivisione delle foto nel marzo 2020, prima che la causa fosse presentata, e ha chiesto all’ufficio dell’ispettore generale della contea di monitorarla.

“Era una farsa”, ha detto Max Huntsman, l’ispettore generale.

A quel punto, ha detto Huntsman, il suo ufficio aveva avviato un’indagine sull’annuncio di Villanueva secondo cui era stato ordinato di cancellare le foto. Ulteriori sforzi per monitorare le indagini sono stati ostacolati dal Dipartimento dello sceriffo, che gli ha offerto solo aggiornamenti periodici e oscurati, ha detto Huntsman.

#Vanessa #Bryant #usa #sua #piattaforma #combattere #potenti

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *