Boris Johnson, visto come un alleato di Trump, segnala l’allineamento con Biden

Visualizzazioni: 24
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 5 Secondo

LONDRA – Questa settimana il primo ministro Boris Johnson ha lanciato iniziative ambiziose e consecutive sulle spese militari e sul cambiamento climatico, che hanno poco in comune tranne che è probabile che entrambe soddisfino una nuova persona molto importante nella vita del signor Johnson: il presidente- eleggere Joseph R. Biden Jr.

Il primo ministro, che il presidente Trump ha abbracciato come un populista dalla mentalità simile, è desideroso di mostrare può lavorare con il presidente entrante così come ha fatto con quello uscente. Costruire più navi da guerra e eliminare gradualmente le nuove auto a gas e diesel entro un decennio dimostra al Sig. Biden che la Gran Bretagna può essere un partner utile e rilevante, anche se non appartiene più all’Unione Europea.

Questo è importante, hanno affermato gli analisti, perché la Brexit priverà la Gran Bretagna di quello che storicamente è stato uno dei suoi più grandi vantaggi per gli Stati Uniti: servire da ponte anglofono per i leader dell’Europa continentale.

“La Gran Bretagna non giocherà questo ruolo di collegamento degli Stati Uniti con l’Europa”, ha detto Karin von Hippel, direttore generale del Royal United Services Institute, un istituto di ricerca militare a Londra. “Ma la buona notizia è che vogliono giocare un ruolo sulla scena globale. Questo dice al popolo Biden: “Siamo tutti dentro, vogliamo lavorare con te” “.

Il signor Biden si è impegnato a rinvigorire la politica climatica americana rientrando rapidamente nell’accordo di Parigi sul clima. Gli analisti hanno affermato che cercherà anche di curare le tensioni nell’alleanza NATO, che è stata sotto attacco implacabile da Trump, che ha accusato altri membri di non pagare la loro giusta quota dei suoi costi.

Il signor Johnson ha espresso le sue iniziative come gesti di sostegno agli alleati, anche in un momento in cui la pandemia ha distrutto le finanze pubbliche. La nuova spesa militare, ha detto, aumenterebbe il budget per la difesa della Gran Bretagna ad almeno il 2,2% del suo prodotto interno lordo, comodamente al di sopra della soglia del 2% che era un bugaboo per il signor Trump perché altri membri della NATO, come Germania e Francia, non riescono a soddisfarla.

“La Gran Bretagna deve essere fedele alla nostra storia, stare al fianco dei nostri alleati, condividendo il fardello e portando la nostra esperienza per sostenere i problemi più difficili del mondo”, ha detto Johnson presentando il piano di spesa per la difesa alla Camera dei Comuni.

Le sue osservazioni hanno ricevuto una risposta positiva da alcuni a Washington.

Charles A. Kupchan, un professore alla Georgetown University che ha lavorato sugli affari europei alla Casa Bianca di Obama e ha consigliato la campagna di Biden, ha affermato che “il team di Biden guarderà favorevolmente a questo annuncio perché Biden sarà sensibile quanto lo era Trump, e Obama era, per la disponibilità degli alleati, a farsi carico di più del fardello “.

Il signor Johnson deve ancora raccogliere un’altra sfida che farebbe piacere al signor Biden: un accordo commerciale con l’Unione europea. Il signor Biden ha già espresso preoccupazione al signor Johnson che se i negoziati andassero male, potrebbe compromettere l’Accordo del Venerdì Santo, che ha posto fine a decenni di violenza settaria nell’Irlanda del Nord.

Giovedì, i colloqui commerciali hanno registrato una battuta d’arresto nelle fasi finali critiche, quando un negoziatore per l’Unione europea è risultato positivo al coronavirus. Le due parti hanno sospeso colloqui faccia a faccia ad alto livello, sebbene i contatti a livello inferiore continueranno.

Nonostante tutta l’attenzione su Bruxelles e Washington, il signor Johnson ha ragioni interne per lanciare progetti tendone ora. Dopo una settimana caotica in cui lui bruscamente spodestato il suo più influente consigliere, Dominic Cummings, voleva disperatamente cambiare argomento e dimostrare che il suo governo era ancora capace di iniziative importanti, anche senza che il signor Cummings le schiudesse.

Certamente, i numeri dei titoli attirano l’attenzione. Il bilancio della difesa, ha affermato Johnson, rappresenterà la più grande espansione della spesa militare dalla Guerra Fredda: un aumento di 24,1 miliardi di sterline (31,9 miliardi di dollari) nei prossimi quattro anni. Questo è quasi il triplo degli aumenti promessi dal suo partito conservatore nel suo manifesto politico durante le elezioni del 2019.

Il pacchetto sul clima, che afferma di non fare altro che innescare una “rivoluzione industriale verde”, stabilisce l’obiettivo di rendere la Gran Bretagna un emettitore netto di anidride carbonica entro il 2050. Cambierà il modo in cui le persone riscaldano le loro case e investono in fonti energetiche alternative , oltre a vietare la vendita di nuovi veicoli alimentati a combustibili fossili entro il 2030.

Entrambi erano scarsi nei dettagli. Il pacchetto sul clima non aveva i livelli di investimento promessi da Germania e Francia per raggiungere i loro obiettivi di riduzione delle emissioni. Il bilancio militare non conteneva informazioni su come sarebbero stati spesi i soldi; ciò sarà deciso da una revisione della politica estera, di difesa, di sicurezza e di sviluppo che si concluderà all’inizio del prossimo anno.

Tuttavia, la segnalazione era più importante del contenuto. La sconfitta del signor Biden del signor Trump ha radicalmente rimodellato il panorama per il signor Johnson, confrontandolo con un leader americano che si è opposto alla Brexit ed è improbabile che faccia un accordo commerciale anglo-americano una priorità, come ha fatto il pro-Brexit Mr.Trump . Ciò significa che il signor Johnson deve trovare altre aree di collaborazione con l’amministrazione Biden.

“Questa è una mossa insolitamente intelligente da parte di questo governo”, ha detto Simon Fraser, ex capo del Foreign Office. “È Downing Street che usa l’arrivo di Biden per mostrare l’importanza della Gran Bretagna nel mondo”.

L’enfasi della Gran Bretagna sulla difesa, ha detto Fraser, gioca un vantaggio competitivo su Francia e Germania. Entrambi spendono in proporzione meno per le loro forze armate e non sono così strettamente integrati nelle questioni di sicurezza con gli Stati Uniti.

Oltre a una maggiore spesa per l’hardware, la Gran Bretagna ha confermato la creazione di una National Cyber ​​Force, una joint venture del Ministero della Difesa e GCHQ, l’agenzia di sorveglianza elettronica. Da aprile ha condotto operazioni offensive di guerra cibernetica contro stati ostili, terroristi e organizzazioni criminali, non diversamente dalla missione del Cyber ​​Command degli Stati Uniti.

“Questo è un messaggio chiaro e forte all’amministrazione Biden che, anche se non sei d’accordo con la Brexit, ci sono ancora molti modi in cui il Regno Unito può essere un partner importante per gli Stati Uniti – e nella sicurezza, il partner più importante”, ha detto Malcolm Chalmers, vicedirettore del Royal United Services Institute.

Tuttavia, come hanno notato diversi esperti, l’offerta del signor Johnson di essere utile al signor Biden significherà molto meno se la Gran Bretagna non riuscirà a concludere un accordo commerciale con Bruxelles. Un periodo di transizione di un anno scadrà il 1 ° gennaio e gli economisti avvertono che non avere un nuovo accordo per sostituirlo sarebbe gravemente dannoso.

Una spaccatura a lungo termine tra i più stretti alleati europei dell’America sarebbe un saluto sgradito per un presidente che già pensava che la Brexit fosse una cattiva idea.

“La terza cosa logica che dovremmo aspettarci è un accordo sulla Brexit nelle prossime settimane”, ha detto Fraser. “Non farne uno nelle attuali circostanze sarebbe doppiamente sconsiderato a causa del fattore Biden.”

#Boris #Johnson #visto #alleato #Trump #segnala #lallineamento #con #Biden

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *