Briefing sul coronavirus: cosa è successo oggi

Visualizzazioni: 19
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 30 Secondo

Gli Stati Uniti stanno vacillando mentre le infezioni e i ricoveri salgono ai massimi storici. I focolai stanno emergendo da costa a costa.

Quale posto è il peggio?

I nostri giornalisti Mitch Smith e Amy Harmon hanno approfondito i dati e ha trovato molti posti idonei, a seconda delle metriche.

L’area metropolitana con i casi pro capite più recenti: Minot, ND

Il Nord Dakota ha il maggior numero di casi pro capite e i casi più recenti pro capite, e l’area di Minot, nota per la sua base dell’aeronautica, sta andando peggio che altrove.

La contea con i casi più noti: Contea di Los Angeles, California

Più di 325.000 casi sono stati identificati nella contea di Los Angeles nel corso della pandemia, più che in 44 stati, ma questa cifra può essere un po ‘fuorviante. Su base pro capite, la contea di Los Angeles ha molti meno casi rispetto a molte altre contee della California e altrove.

Lo stato con il più alto tasso di ospedalizzazione: Sud Dakota.

Circa 54 su 100.000 South Dakotans sono ricoverati in ospedale con Covid-19. Il tasso di positività del test rimane alle stelle e ci sono pochi segni di progresso. Martedì, il sindaco Paul TenHaken di Sioux Falls ha espresso il voto decisivo per abbattere un mandato di maschera a livello cittadino, che ha definito “semplicemente inapplicabile”.

Il cluster più grande: Prigione di Stato di Avenal, California

Negli Stati Uniti, più di 30 istituti penitenziari hanno segnalato più di 1.000 casi ciascuno, ma nessuno ha più della prigione di stato di Avenal, nella San Joaquin Valley. Ha registrato più di 3.300 casi noti tra prigionieri e agenti penitenziari.

Lo stato che si è svelato più velocemente: Wisconsin.

All’inizio di settembre, il Wisconsin ha registrato una media di circa 700 casi al giorno. Questa settimana, è in media più di 6.000. Gli ospedali sono pieni, i tassi di positività rimangono alti e le scorte di test sono tese. Più di 300 morti sono state segnalate nello stato nell’ultima settimana, un record.

La grande città con il peggior numero di morti: New York City.

Più di 24.000 newyorkesi, o uno su 351 residenti in città, sono morti a causa del virus. Tuttavia, alcune contee rurali in altre parti del paese potrebbero avere tassi di mortalità più elevati.


Il più grande sistema scolastico della nazione sta per chiudere migliaia di scuole.

New York City, un tempo epicentro globale della pandemia, ora ha tassi di infezione della comunità molto più bassi rispetto alla maggior parte del paese, ma i numeri stanno rapidamente aumentando. Giovedì, il tasso di positività al test di sette giorni è salito al 2,6 per cento. Se quel numero raggiunge il 3 percento, le scuole dovrebbero chiudere.

Per molti di circa 300.000 famiglie che hanno messo insieme i modi per mandare i propri figli in classe per alcuni giorni alla settimana in questo anno scolastico frammentato, l’inversione è un pugno nello stomaco.

Particolarmente esasperante è che ristoranti, bar e palestre – spazi interni che hanno dimostrato di essere vettori primari di infezione da coronavirus – rimanere aperti, anche se con alcune limitazioni.

Le scuole di New York City hanno registrato molto minor numero di infezioni. Un recente tasso di test positivo è stato solo dello 0,17%, spingendo uno dei massimi funzionari sanitari della città a dichiarare che le scuole pubbliche sono tra i luoghi pubblici più sicuri in circolazione.

Molti paesi dell’Europa occidentale hanno scelto di tenere aperte le aule e di porre invece restrizioni a bar e ristoranti, un contrasto che non è passato senza preavviso.

“Il fatto che le scuole pubbliche di New York debbano chiudere perché la città e lo stato sentivano di dover semplicemente lasciare che le persone cenassero in casa e si allenassero in una palestra, dice tutto ciò che dobbiamo sapere su quanto la nostra società apprezzi l’istruzione pubblica, in particolare quando si tratta di ragazzi neri e marroni a basso reddito “, il nostro collega Nikole Hannah-Jones ha detto su Twitter.

Altre grandi città americane con casi di arrampicata hanno già ritardato i rientri o hanno ritirato i piani di riapertura per le scuole pubbliche. Di giovedì, Detroit ha annunciato che avrebbe interrotto tutto l’apprendimento di persona. Questa settimana, città comprese Minneapolis e Philadelphia ritorni pianificati ritardati. Alla fine di ottobre, Boston attirò i suoi pochi studenti di persona. E quasi tutti gli studenti delle scuole pubbliche di Los Angeles; Chicago; Washington DC; e San Francisco sono anche imparare a distanza.

È stato un anno difficile per i genitori. Le scuole sono state chiuse e riaperte, solo per chiudere di nuovo. I genitori si sono affrettati a trovare assistenza all’infanzia mentre lottavano per fare il loro lavoro e navigare nell’apprendimento remoto. Ma ci sono stati anche momenti gioiosi.

Il Times ha parlato con madri e padri in tutta la contea di come è stata la genitorialità durante la pandemia. Ecco alcune delle loro storie.


  • Nuova Zelanda, che ha eliminato la diffusione nella comunità del virus, scoperto un misterioso nuovo caso che i funzionari pensano possa essere stato trasmesso all’interno del paese, riferisce Radio New Zealand.

  • Nel Italia, che sta affrontando un’ondata di casi, il video di un uomo morto nel bagno di un pronto soccorso a Napoli da quello che avrebbe potuto essere Covid ha suscitato indignazione attraverso il paese.

  • Poiché i casi continuano a crescere nella maggior parte dei casi Canada, la provincia occidentale di Manitoba ha implementato restrizioni radicali che ha chiuso la maggior parte dei negozi oltre a drogherie e farmacie, insieme a campi sportivi e parchi giochi, bar, cinema e teatri.

Ecco una carrellata di restrizioni in tutti i 50 stati.



io ho otto coinquilini a casa mia, fuori dal campus della Ohio State University. È stato molto utile avere una comunità mentre si cercava di allontanarsi dalla società. Le persone sono scioccate quando dico loro che vivo con così tante persone, ma non lo farei mai diversamente. Alcune cose che facciamo per tenerci occupati: radersi la testa, diventare maestri di ping-pong, aggiustare vecchi go kart e gareggiare in parcheggi vuoti e lavorare per diventare mastri falegnami. Quest’anno è stato difficile, ma avere persone con cui farlo lo ha reso estremamente divertente.

– Andy Vasulka, Columbus, Ohio

Facci sapere come stai affrontando la pandemia. Inviaci una risposta quie potremmo includerlo in una prossima newsletter.

Iscriviti qui per ricevere il briefing via e-mail.


Adam Pasick ha contribuito al briefing di oggi.



#Briefing #sul #coronavirus #cosa #successo #oggi

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *