Briefing sul coronavirus: cosa è successo oggi

Visualizzazioni: 15
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 15 Secondo

L’impennata del coronavirus autunnale negli Stati Uniti è a un pericoloso punto di svolta, con casi che si sono diffusi in un’ampia fascia del paese.

“Ciò che separa questo momento è sia l’ampiezza della lotta in questo momento in tutto il paese, sia l’improvvisa crescita dei numeri dei casi”, ha detto il nostro collega Mitch Smith, che segue il coronavirus per The Times.

Mercoledì scorso, gli Stati Uniti hanno superato per la prima volta i 100.000 casi giornalieri. Otto giorni dopo, quel numero era salito a più di 163.000. Trentasette stati hanno stabilito record di casi settimanali negli ultimi giorni e 32 stati – dall’Alaska al New Hampshire – hanno raggiunto quel traguardo di nuovo ieri.

“Se guardi i grafici a barre dei casi in stati diversi, molti di loro in questo momento sembrano linee dirette verso l’alto”, ha detto Mitch. “E non sappiamo dove va a finire.”

Mitch ci ha detto che aveva più paura per il Midwest, dal Nebraska nord al Canada e da est a Chicago. Il prossimo futuro sembra incredibilmente buio per città come Chicago, Milwaukee, Omaha, Des Moines e Minneapolis, dove i letti degli ospedali si stanno riempiendo e i casi continuano ad aumentare.

Per quanto riguarda i punti luminosi, in realtà non ce ne sono, ha detto Mitch. L’unico sviluppo positivo, se così si può chiamare, è che stati popolosi come Florida, California e New York non si stanno deteriorando rapidamente come altri luoghi, sebbene anche la situazione in quegli stati stia peggiorando.

Nel suo primo discorso pubblico da quando ha perso la sua candidatura per la rielezione, Il presidente Trump non ha riconosciuto l’incredibile aumento di casi di coronavirus che attanaglia la nazione. Per colpa di il vuoto di leadership a livello federale, i funzionari eletti locali in tutto il paese stanno implorando i residenti di cambiare il loro comportamento, istituendo nuove restrizioni e avvertendo di ulteriori cambiamenti all’orizzonte.

Il governatore Kate Brown ha posto l’Oregon in un isolamento parziale per due settimane, chiudendo palestre e ristoranti e limitando gli incontri sociali a sei persone. Nel New Mexico, il governatore Michelle Lujan Grisham ha emesso un ordine di “restare a casa”, chiedendo alle persone di ripararsi sul posto tranne che per i viaggi essenziali, che iniziano lunedì e durano due settimane.

I governatori della California e di Washington hanno esortato i loro residenti oggi a evitare tutti i viaggi interstatali non essenziali, mentre il sindaco di New York City ha avvertito che le scuole pubbliche potrebbe chiudere già lunedì.

Altrove nel paese, mentre i numeri dei casi raggiungono altezze terrificanti, stati, contee e città stanno prendendo in considerazione blocchi economicamente devastanti per evitare che gli ospedali vengano sopraffatti.

Il sistema sanitario in particolare – come ha riferito oggi Ed Wong dell’Atlantico – lo è sotto sforzo intenso.

“Il paese, per molti mesi, ha visto una trasmissione costante, infezioni consistenti, sofferenza costante e morte costante”, ha detto Mitch. “Ma quello che non abbiamo visto, in modo diffuso, è non essere in grado di aiutare pienamente le persone. E dato quello che abbiamo sentito da medici e governatori, temo che sia lì che potremmo essere diretti “.


Mentre i casi sono esplosi negli Stati Uniti, i governatori hanno intrapreso una raffica di azioni per cercare di rallentare la diffusione del virus. Proprio questa settimana, Utah e Ohio, entrambi gli stati guidati da governatori repubblicani, hanno imposto maschere in tutto lo stato. Il governatore dell’Iowa, Kim Reynolds, ha resistito a lungo a un mandato di maschere, ma questa settimana ha ordinato che le maschere fossero indossate durante i grandi raduni.

Il New York Times sta monitorando le restrizioni sul coronavirus a livello statale, comprese quali attività sono aperte o chiuse e se i funzionari richiedono maschere o raccomandazioni o ordini di rimanere a casa. Ecco le ultime modifiche alle regole nel tuo stato.


I funzionari sanitari temono il Ringraziamento quest’anno, poiché il virus in aumento minaccia di peggiorare a causa dei viaggi interstatali e delle grandi riunioni di famiglia.

Il Times ha raccolto indicazioni su come navigare durante le festività natalizie di quest’anno se prevedi di viaggiare, dal tipi di test per il coronavirus disponibili per i viaggiatori su come scegli il posto più sicuro su un aereo. Se stai visitando dei parenti, dovresti aspettarti di entrare in quarantena, con requisiti rigorosi a livello statale. (Come promemoria, gli esperti generalmente suggeriscono due settimane per una quarantena sicura. Quindi, per il Ringraziamento, avresti dovuto iniziare ieri.)

Per studenti universitari, chi potrebbe non avere la possibilità di rimanere nel campus, è fondamentale isolarsi anche se risulta negativo al virus prima di partire. “Il loro arrivo mercoledì con l’intenzione di vedere la nonna giovedì potrebbe rappresentare un rischio enorme”, ha detto ai nostri colleghi David Rubin, pediatra ed esperto di salute pubblica presso l’Università della Pennsylvania.

L’attuale pasto del Ringraziamento dovrebbe apparire significativamente diverso quest’anno, esperti consigliati, con molta aria fresca (attraverso le finestre aperte o ospitando il pasto fuori), una piccola lista di invitati e una celebrazione il più breve possibile. Il Times’s Scrive Tara Parker-Pope che tutti gli ospiti dovrebbero indossare maschere ogni volta che non mangiano e dovrebbero usare tutti utensili separati.

Potresti valutare se saltare del tutto la riunione di famiglia e come dare la notizia a un parente deluso. Quella conversazione dovrebbe avvenire il prima possibile, hanno detto gli esperti del Times Christina Caron. Il dottor Anthony Fauci, il massimo esperto di malattie infettive della nazione, ha detto a Tara che le sue tre figlie adulte avevano deciso di saltare le vacanze quest’anno per evitare di mettere a rischio lui e sua moglie. “Non vuoi essere il Grinch che ha rubato il Ringraziamento”, ha detto. “Ma questo potrebbe non essere il momento di organizzare una grande riunione di famiglia.”


Ecco una carrellata di restrizioni in tutti i 50 stati.



Bene, che favolosi 14 giorni qui a Melbourne! Zero nuovi casi di Covid-19 e zero morti. Siamo tutti vicini alle lacrime di gioia. Dopo un orrendo errore con problemi di quarantena per i residenti di ritorno da altri paesi infestati dal virus alcuni mesi fa, che ha causato un’enorme epidemia di Covid-19, ora siamo in una posizione meravigliosa. Ci sono voluti 115 giorni di isolamento, maschera obbligatoria (ancora imposta per il prossimo futuro) e allontanamento sociale. La banda d’acciaio figurativa intorno a Melbourne è stata sollevata e possiamo ballare tutti al sole in tutto lo stato.

– Deborah McMillan, Melbourne, Australia

Facci sapere come stai affrontando la pandemia. Inviaci una risposta quie potremmo includerlo in una prossima newsletter.

Iscriviti qui per ricevere il briefing via e-mail.


Invia i tuoi pensieri a briefing@nytimes.com.

#Briefing #sul #coronavirus #cosa #successo #oggi

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *