Come fingere di essere a Parigi stanotte

Visualizzazioni: 28
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 10 Secondo

Anche se i tuoi piani di viaggio potrebbero essere sospesi, puoi fingere di essere in un posto nuovo per la notte. Around the World at Home ti invita a canalizzare lo spirito di un nuovo posto ogni settimana con consigli su come esplorare la cultura, il tutto comodamente da casa tua.

Parigi è una fantasia collettiva, dai librai lungo la Senna ai tetti di zinco grigio dei suoi edifici in pietra color crema. Per secoli, la città è stata il luogo a cui rivolgersi per le lezioni l’arte di vivere, l’arte di vivere, influenzando moda, filosofia, cultura, arte e gastronomia in tutto il mondo. Oggi, i negozi pop-up e i brunch hipster fanno parte di Parigi tanto quanto i lampioni e l’architettura gotica. Ma il romanticismo della città è senza tempo.

Durante la visita, mi piace essere un flâneur, un passeggino senza destinazione, che si snoda per le strade medievali del Marais, fermandosi ad ascoltare un gruppo jazz, immergendosi nel Museo Carnavalet, facendo shopping a SoPi (South Pigalle), facendo un salto da Éric Kayser per i croissant, seduto al sole su una sedia di metallo verde nei Giardini del Lussemburgo. La sera potrebbe portare un balletto al Palais Garnier, o un tavolo da bistrot sul marciapiede da cui guardare la folla che passa.

In questi giorni, il mio appartamento è il bistrot, la boutique e la boulangerie. Eppure, si scopre che anche questo ha una certa storia d’amore. Ci sono innumerevoli modi per invitare Parigi a casa tua. Tutto ciò di cui hai bisogno è un po ‘di creatività. E forse un bicchiere di champagne.

Éric Kayser, il panettiere artigiano che ha aperto il primo dei suoi negozi a Parigi, ti insegna come fare il classico pane francese, tra cui “la baguette, “Sul suo vivace canale YouTube della Maison Kayser Academy. Gioco per un pasto completo? Julia Childepisodi televisivi di, inclusi alcuni programmi con Jacques Pepin, sono su PBS in linea (la troverai anche su Youtube). Una raccolta di redattori di cucina del New York Times, “Il francese a casa, “Tenta con dozzine di ricette. E per dessert? Autore di libri di cucina e editorialista del Times Dorie Greenspan ha detto in Francia “il dessert potrebbe essere formaggio, frutta o forse il robusto gâteau che quasi tutti i cuochi francesi sanno come cuocere: Torta allo yogurt. Lo faccio spesso e penso sempre a Parigi e ai miei amici quando lo faccio. “

Abbassa le luci e accoccolati nel tuo divano come se fosse una scatola al Guarnizione del palazzo per guardare clip di balletto e opera sul Canale YouTube dell’Opéra National de Paris. Quando hai bisogno di un intervallo, fai come il pubblico e prendi un bicchiere di champagne. Il critico enologico del Times, Eric Asimov, offerte raccomandazioni in linea.

L’eleganza parigina può essere vicina quanto il tuo guardaroba. “Qualunque cosa tu faccia, non canalizzare” Emily a Parigi “, con le sue stravaganti combinazioni di cappelli, stivali e giacche rosa acceso”, consiglia Vanessa Friedman, il principale critico di moda del Times, riferendosi alla serie Netflix. “Riporta la tua mente, piuttosto, a Jean Seberg e ‘Alla fine del respiro‘nel suo mariniere a strisce e capris. Per sembrare francese, non devi sembrare che ti stia sforzando troppo. D’altra parte, non vuoi sembrare sciatto. Quella sciarpa ti è caduta ad arte intorno al collo; quella trincea semplicemente si avvolge naturalmente intorno alle spalle. La parola che stai cercando è spensieratezza. ” Impara ad annodare sciarpe come se fossi nato a Parigi con questo indispensabile video dalla Francia cosmopolita. Naturalmente, Hermes ha delle indicazioni pure.

Pronto ad abbellire la tua casa per l’autunno? Scatena idee con gli account Instagram di Elle Decorazione Francia, Marie Claire House, e Lato della casa, anche boutique hotel come Le Narcisse Blanc Hotel & Spa. Elle Decor ha alcune “Regole francesi di interior design da vivere”In cui il designer parigino Jean-Louis Deniot spiega: “L’intera idea è anti-decor. Per far sembrare che il proprietario l’abbia fatto da solo, per farlo sembrare naturale. Che è, ovviamente, molto francese. “

Non importa che il tuo marciapiede non porti alla Senna. Essere un flâneur non si tratta di essere a Parigi, ma piuttosto di essere nel posto in cui ti trovi – usando i tuoi sensi per assaporare suoni, profumi e colori proprio dove sei. Quindi legati una sciarpa e vai a fare una passeggiata socialmente distante.


Come intendi incanalare lo spirito di Parigi a casa tua? Condividi le tue idee nei commenti.

Per restare al passo con le prossime storie di questa serie, iscriviti alla nostra newsletter At Home o segui il New York Times Travel su Instagram, Twitter e Facebook.


Stephanie Rosenbloom, autrice di “Alone Time: Four Seasons, Four Cities, and the Pleasures of Solitude” (Viking), scrive articoli di viaggio, affari e stili per The Times da quasi due decenni. Twitter: @Stephronyt. Instagram: @StephanieRosenbloom



#fingere #essere #Parigi #stanotte

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *