Con i programmi di assistenza federale in dubbio, milioni di americani affrontano difficoltà finanziarie.

Visualizzazioni: 32
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 8 Secondo

Mentre gli Stati Uniti affrontano un’epidemia del coronavirus che non mostra segni di rallentamento e i governi locali si muovono per reimporre le restrizioni alle imprese nel tentativo di ottenere un certo controllo sull’epidemia, milioni di americani affrontano la prospettiva di perdere i fondi federali che avevano fornito un’ancora di salvezza.

Più di 12 milioni di lavoratori disoccupati vedranno scomparire i loro sussidi senza lavoro entro la fine dell’anno, poiché due programmi federali creati a marzo ai sensi della legge impostato per scadere a meno che il Congresso non le estenda.

È uno sviluppo che minaccia anche l’economia più ampia.

Un’azione del Congresso è improbabile prima che Joseph R. Biden Jr. diventi presidente il 20 gennaio e non ci sono garanzie che accadrà anche allora: se i repubblicani mantengono il controllo del Senato dopo due elezioni di ballottaggio in Georgia all’inizio di gennaio, le probabilità di passare un il pacchetto di stimoli principali si allungherà.

UN nuovo studio della progressiva Century Foundation ha rilevato che 7,3 milioni di lavoratori perderebbero i loro benefici con la fine dell’Assistenza alla disoccupazione pandemica, che fornisce copertura per i gig workers, i lavoratori autonomi e gli appaltatori indipendenti. Altri 4,6 milioni sarebbero tagliati fuori dall’indennità di disoccupazione di emergenza pandemica, che entra in vigore quando si esauriscono i sussidi statali per l’occupazione.

I programmi rappresentano “le ultime linee di vita disponibili per milioni di americani in un disperato bisogno”, ha detto Andrew Stettner, un senior fellow della Century Foundation e coautore dello studio con Elizabeth Pancotti. “Sarà una fine paralizzante per uno dei nostri anni più bui.”

Allo stesso tempo, lo ha detto il segretario al Tesoro Steven Mnuchin non prevede di estendere diversi programmi chiave di prestito di emergenza oltre la fine dell’anno e ha chiesto alla Federal Reserve di restituire il denaro che li sostiene, una decisione che potrebbe ostacolare la capacità del signor Biden di utilizzare i vasti poteri della banca centrale per attutire le ricadute economiche del virus.

Il signor Mnuchin giovedì ha detto che non continuerà i programmi della Fed, compresi quelli che supportano i mercati delle obbligazioni societarie e del debito municipale e uno che estende i prestiti alle medie imprese. Gli sforzi di emergenza scadono alla fine del 2020, ma gli investitori si aspettavano che alcuni o tutti fossero mantenuti operativi poiché il virus continua a comportare rischi economici.

I programmi dell’era della pandemia sono gestiti dalla Fed ma utilizzano i soldi del Tesoro per assicurarsi contro le perdite. Hanno fornito un importante sostegno che ha ha calmato i mercati critici da quando il coronavirus ha preso piede nel Paese a marzo. Rimuoverli potrebbe lasciare angoli significativi del mondo finanziario vulnerabili al tipo di volatilità che si è riversata nel sistema con l’aumentare dei timori sui virus in primavera.

Chiedendo alla Fed di restituire i fondi inutilizzati, il signor Mnuchin potrebbe impedire al signor Biden Segretario del Tesoro entrante dal rapido riavvio degli sforzi su larga scala nel 2021.

“La Federal Reserve preferirebbe che l’intera suite di strutture di emergenza istituite durante la pandemia di coronavirus continuasse a svolgere il loro importante ruolo di sostegno per la nostra economia ancora tesa e vulnerabile”, ha affermato la banca centrale in una nota.

I programmi di emergenza sono stati sostenuti da 454 miliardi di dollari che il Congresso ha stanziato a marzo come parte di un più ampio pacchetto di risposta alle pandemie. A causa del modo in cui la Fed poteri di prestito di emergenza lavoro, Jerome H. Powell, il presidente della Fed, ha bisogno della firma del segretario del Tesoro per apportare modifiche importanti ai termini dei programmi. L’estensione della data di fine conta come una di quelle modifiche che richiedono l’approvazione.

#Con #programmi #assistenza #federale #dubbio #milioni #americani #affrontano #difficoltà #finanziarie

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *