Con le decapitazioni dei villaggi, lo Stato islamico intensifica gli attacchi in Mozambico

Visualizzazioni: 16
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 35 Secondo

L’insurrezione, iniziata nel 2017 con un gruppo conosciuto localmente come Al-Sunna wa Jama’a, originariamente si è basata su una serie di lamentele locali a Cabo Delgado, una provincia di vaste foreste e immense riserve minerarie, comprese le miniere di grafite e rubini, insieme a Confine del Mozambico con la Tanzania.

Nel 2019 il gruppo si è identificato con la Provincia dell’Africa Centrale dello Stato Islamico, che ha anche una presenza nella Repubblica Democratica del Congo, e quest’anno ha intensificato la sua campagna con assalti sempre più brutali ai civili e strappando territorio al governo.

Il suo più grande exploit è arrivato ad agosto con la cattura del porto di Mocimboa da Praia. Più a nord, il gruppo ha conquistato il territorio intorno a Palma, un porto che è la base principale per le compagnie energetiche internazionali che sperano di sfruttare le riserve di gas offshore non sfruttate del Mozambico, che si stima siano le seconde più grandi al mondo.

Le decapitazioni sono una caratteristica comune degli attacchi dello Stato islamico in Mozambico, ha detto Zenaida Machado, ricercatrice di Human Rights Watch, che ha stimato che la maggior parte delle oltre 2.000 vittime civili del conflitto fosse stata decapitata.

“Usano i machete”, ha detto, riferendosi ai militanti. “Inizialmente avevano obiettivi specifici quando attaccavano un villaggio: funzionari statali, insegnanti, infermiere, capi locali. Adesso è casuale. “

I dettagli esatti sugli attacchi sono difficili da stabilire perché il Mozambico ha bloccato giornalisti e ricercatori sui diritti umani dalla zona del conflitto e la maggior parte delle agenzie umanitarie internazionali sono fuggite.

Dopo gli attacchi di Muidumbe, Pinnacle News, un servizio di notizie locale, ha riferito che i militanti avevano radunato i 20 corpi, insieme a vittime di altri siti, in un campo da calcio nel villaggio di Muatide in uno spettacolo raccapricciante destinato a incutere paura nella comunità locale.

#Con #decapitazioni #dei #villaggi #Stato #islamico #intensifica #gli #attacchi #Mozambico

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *