Corbyn è stato reintegrato dai laburisti dopo aver ripreso le osservazioni sull’antisemitismo

Visualizzazioni: 14
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 39 Secondo

LONDRA – Il principale partito di opposizione britannico, il Labour, ha riammesso il suo ex leader Jeremy Corbyn dopo che il mese scorso ha leggermente invertito la rotta sui commenti, suggerendo che i problemi con la gestione delle accuse di antisemitismo da parte del partito erano stati “sopravvalutati”.

La decisione, in arrivo tre settimane dopo Il lavoro ha sospeso il signor Corbyn sopra quei commenti, ha provocato la rabbia immediata di alcuni gruppi di ebrei britannici, che hanno detto che i suoi tentativi di tornare indietro rispetto ai commenti del mese scorso erano deboli.

Ma mentre la riammissione del signor Corbyn, decisa da un pannello dell’organo di governo del partito, significa che tornerà a essere un membro del partito laburista, non è stato immediatamente chiaro martedì sera se gli sarebbe stato permesso di tornare al partito del partito. panchine in Parlamento come legislatore laburista.

Quella decisione è riservata al successore di Corbyn, Keir Starmer, che martedì sera ha dovuto affrontare intense pressioni da parte di alcuni gruppi ebraici e di alcuni parlamentari laburisti per non consentire al signor Corbyn di rientrare nelle file del partito in Parlamento. (Dopo la sospensione, il signor Corbyn ha mantenuto il suo seggio in Parlamento, ma ha perso la sua affiliazione con i laburisti.)

Il suggerimento del signor Corbyn che i problemi del partito con l’antisemitismo fossero esagerati è arrivato il mese scorso dopo che un cane da guardia britannico per i diritti umani ha scoperto che il Labour era responsabile di “atti illegali di molestia e discriminazione” contro membri ebrei sotto la sua sorveglianza. Il partito ha affrontato a lungo le accuse di aver esitato nella sua risposta alle accuse di antisemitismo e di aver interferito a nome degli alleati politici di Corbyn.

Dopo la pubblicazione del rapporto sui diritti umani, il signor Corbyn ha detto che lo scandalo durato anni è stato esagerato dai media e dai suoi oppositori politici.

“Un antisemita è uno di troppo, ma la portata del problema è stata anche drammaticamente sopravvalutata per ragioni politiche dai nostri oppositori dentro e fuori il partito, così come da gran parte dei media”, scrisse all’epoca. “Quella combinazione ha danneggiato gli ebrei e non deve mai essere ripetuta”.

Martedì, il signor Corbyn ha rilasciato un file dichiarazione nel tentativo di “chiarire qualsiasi confusione su ciò che intendevo”.

“Per essere chiari, le preoccupazioni per l’antisemitismo non sono né ‘esagerate’ né ‘esagerate'”, ha scritto Corbyn in la dichiarazione appena rilasciata, che ha detto di aver presentato anche al Partito laburista poco dopo essere stato sospeso. “Il punto che volevo sottolineare era che la stragrande maggioranza dei membri del Partito laburista era e rimane antirazzisti impegnati profondamente contrari all’antisemitismo”.

Alcuni gruppi ebraici in Gran Bretagna hanno visto la sospensione del signor Corbyn come il segnale più chiaro del signor Starmer, un ex procuratore e avvocato per i diritti umani, sul mutato approccio del partito per sradicare l’antisemitismo e riparare i legami con gli ebrei britannici.

Ma cacciare il signor Corbyn, un tedoforo di lunga data per l’estrema sinistra laburista, ha anche rischiato di far ricadere il partito nelle feroci dispute di fazione che sono diventate il suo marchio di fabbrica durante i suoi cinque anni in carica, terminati all’inizio di quest’anno.

Sebbene il Labour possa aver sperato che il reintegro di Corbyn avrebbe ripristinato una misura di serenità nel partito, non sembrava avere immediatamente quell’effetto. Alcuni gruppi di ebrei britannici da tempo contrari alla leadership del signor Corbyn hanno reagito con rabbia, e anche alcuni legislatori laburisti si sono detti contrari alla decisione.

“Qualsiasi osservatore ragionevole e imparziale considererebbe la dichiarazione di Jeremy Corbyn oggi come insincera e del tutto inadeguata”, ha detto in una dichiarazione il movimento operaio ebraico. “Ancora una volta ci troviamo a dover ricordare al partito laburista che Jeremy Corbyn non è vittima dell’antisemitismo laburista, ma i membri ebrei lo sono”.

In una dichiarazione di martedì sera, il signor Starmer non ha parlato direttamente della riammissione del signor Corbyn nel partito. Ma ha detto che i commenti dell’ex leader il mese scorso erano “sbagliati” e che avrebbe lavorato per stabilire un processo indipendente per il contenzioso delle denunce di antisemitismo all’interno del partito il prima possibile il prossimo anno.

“Non permetterò che concentrarsi su un individuo ci impedisca di svolgere il lavoro fondamentale per combattere l’antisemitismo”, ha detto.

Il rapporto della Commissione britannica per le pari opportunità e i diritti umani, un gruppo di controllo ufficiale indipendente le cui raccomandazioni sono legalmente applicabili, ha rilevato che i leader politici laburisti avevano interferito nelle indagini del partito sugli incidenti antisemiti. Quelli includevano una denuncia contro il signor Corbyn per una volta difendere un murale che mostrava caricature grottesche di banchieri ebrei dal naso uncinato.

Il gruppo di sorveglianza ha anche descritto il partito come aver creato una cultura che potrebbe, a volte, essere vista come tollerante nei confronti dell’antisemitismo e ha accusato due ex funzionari del partito di commenti antisemiti che, a suo dire, equivalgono a molestie illegali.

Quei problemi hanno aiutato ad affondare il tentativo di Corbyn di sconfiggere il primo ministro Boris Johnson un’elezione generale a dicembre.

Martedì, alcuni gruppi di ebrei britannici stavano appassendo nella loro reazione ai tentativi del signor Corbyn di chiarire i suoi commenti.

“La comunità ebraica non accetta questa patetica non scusa da Jeremy Corbyn”, ha detto in una dichiarazione Marie van der Zyl, presidente del Consiglio dei deputati degli ebrei britannici. “Keir Starmer ha giustamente definito il giorno del rilascio del rapporto EHRC un ‘giorno della vergogna’. La risposta di Jeremy Corbyn, al contrario, è stata spudorata. “

#Corbyn #stato #reintegrato #dai #laburisti #dopo #aver #ripreso #osservazioni #sullantisemitismo

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *