“Covid-zero” è un’idea che sta guadagnando slancio. Potrebbe funzionare in Canada?

Visualizzazioni: 29
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 13 Secondo

Il Canada è inondato di tristi notizie sul coronavirus.

L’estremo nord del territorio canadese del Nunavut ha perso il suo status di ultimo posto in Canada ad essere libero da Covid-19. Toronto sta annullando la riapertura e imponendo le chiusure più lunghe e rigorose che la provincia abbia mai visto dalla prima ondata di pandemia. E il governo federale ha detto venerdì che a meno che i canadesi non riducano i contatti tra loro e le province non applichino ulteriori restrizioni, il paese è sulla strada per 60.000 nuovi casi al giorno entro la fine dell’anno, circa 5,5 volte il tasso attuale.

Solo il Canada Atlantico, che è isolato dal resto del paese e dal mondo dalle restrizioni di viaggio, è sfuggito alla tendenza.

Alcuni medici e scienziati affermano che per affrontare la crisi, il Canada dovrebbe mirare non solo a contenere la diffusione del virus, ma anche a eliminare completamente nuove infezioni. È un’idea nota sui social media come #COVIDzero e sta guadagnando slancio in tutto il mondo.

La grande domanda è quanto devono diventare aggressivi i paesi. L’Australia fornisce un esempio.

Due dei miei colleghi in Australia, Yan Zhuang e Damien Cave, hanno osservato i 111 giorni di letargo di Melbourne. Ha eliminato casi nella città di cinque milioni, ma le misure sono andate ben oltre qualsiasi cosa il Canada avesse visto e includevano rigorosi coprifuoco e severe restrizioni di viaggio.

I miei colleghi hanno ritratto “un’esperienza vertiginosa e solitaria che molti a Melbourne hanno descritto come un ottovolante emotivo con effetti sull’economia, l’istruzione e la salute mentale che permarranno”.

Ho parlato con Dottor Irfan Dhalla, un professore associato presso l’Institute of Health Policy, Management and Evaluation dell’Università di Toronto su Covid-zero, un’idea che ha sollevato in un editoriale su Globe and Mail a maggio.

Mi ha detto che non aveva proposto di copiare il grave blocco dell’Australia e che era favorevole a mantenere aperte le scuole canadesi. Invece, ha detto: “Dovremmo considerare Covid-zero come un grido di battaglia per un approccio migliore”.

Il dottor Dhalla ha detto che diversi paesi asiatici, in particolare la Corea, potrebbero servire da modello, ma che “l’esempio più convincente” sono le quattro province del Canada Atlantico. La loro principale distinzione: decidere di formare una bolla di viaggio. La maggior parte degli estranei che entrano devono mettere in quarantena.

Dati del New York Times ha mostrato venerdì che Terranova e Nuova Scozia hanno avuto una media di appena 0,3 casi per 100.000 persone rispetto alla settimana precedente, New Brunswick era a 0,7 e l’isola del Principe Edoardo non ha avuto alcun caso.

#Covidzero #unidea #che #sta #guadagnando #slancio #Potrebbe #funzionare #Canada

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *