Elon Musk ha il coronavirus? Dopo quattro test, ancora non lo sa.

Visualizzazioni: 13
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 6 Secondo

Elon Musk, amministratore delegato di SpaceX, è risultato positivo due volte e negativo due volte per il coronavirus dopo aver eseguito quattro test rapidi per il virus, ha rivelato in un tweet scontento venerdì mattina presto. L’annuncio è arrivato pochi giorni prima del tanto atteso lancio della sua compagnia di una capsula Crew Dragon che trasporterà quattro astronauti alla Stazione Spaziale Internazionale.

I test antigenici, che cercano pezzi di proteine ​​del coronavirus, sono economici e convenienti, in genere forniscono risultati alle persone in pochi minuti. Ma sono anche meno affidabili dei test di laboratorio che utilizzano una tecnica chiamata reazione a catena della polimerasi, o PCR, che cerca frammenti di materiale genetico. I test basati sulla PCR sono ampiamente considerati il ​​gold standard nella diagnostica delle malattie infettive.

Il Veritor, un prodotto prodotto dal produttore di dispositivi medici BD, è pubblicizzato come avente un tasso di falsi negativi del 16 per cento, rendendo molto possibile che i due negativi ricevuti dal signor Musk avessero erroneamente perso il virus nel suo corpo. Ma lo sono anche i test antigeni incline a risultati falsi positivi, che identificano erroneamente le persone sane come infette.

L’enigma del test di Mr. Musk arriva in un momento potenzialmente ad alto rischio. Se fosse veramente infetto, la NASA potrebbe non permettergli di visitare i quattro astronauti domenica, come ha fatto con Robert Behnken e Douglas Hurley prima del loro lancio riuscito a maggio.

Poco dopo aver twittato la sua frustrazione per il suo quartetto di risultati del test dell’antigene, il signor Musk ha detto ai suoi seguaci che aveva ha cercato un test di follow-up basato sulla PCR, che fornirebbe una risposta entro 24 ore.

Poche ore dopo, il signor Musk, che ha ripetutamente espresso la sua frustrazione per la pandemia e le sue ripercussioni economiche, è tornato su Twitter per mettere in dubbio la validità dei test basati sulla PCR, chiedendo ai suoi seguaci di istruirlo sul fatto che gli strumenti diagnostici fossero potrebbe generare falsi positivi.

L’annuncio del signor Musk dei suoi test, che era intriso di una simile nota di scetticismo, è stato accolto con un misto di incoraggiamento e scherno. Alcune persone hanno affermato senza fondamento che i suoi risultati contrastanti fossero la prova che i recenti aumenti dei casi di coronavirus erano stati gonfiati. Altri hanno sottolineato che i suoi test ripetitivi hanno avuto un tono discordante sullo sfondo di una nazione in cui molti stanno ancora lottando per accedere alla diagnostica del coronavirus.



#Elon #Musk #coronavirus #Dopo #quattro #test #ancora

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *