La pandemia rende i giovani più aperti alla radicalizzazione, afferma la polizia britannica.

Visualizzazioni: 26
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 25 Secondo

La polizia britannica afferma che la pandemia di coronavirus e il conseguente isolamento sociale hanno contribuito a una “tempesta perfetta” che sta rendendo più giovani vulnerabili alla radicalizzazione.

Neil Basu, l’assistente commissario della Polizia metropolitana, ha affermato che la polizia aveva già visto un forte aumento del materiale estremista online e, con i giovani che trascorrevano più tempo online in isolamento senza l’influenza protettiva delle scuole e delle reti di sostegno, erano sempre più a rischio .

“Secondo me questa è una tempesta perfetta, che non possiamo prevedere e di cui potremmo sentire gli effetti per molti anni a venire”, ha detto il signor Basu in un dichiarazione rilasciata mercoledì dalla polizia.

I commenti arrivano dopo una serie di attentati in Francia e una sparatoria questo mese a Vienna, tutti legati ad estremisti islamici. della Britannia livello di minaccia terroristica è stato portato al massimo – grave – a seguito della violenza, il che significa che le autorità sospettano che sia probabile un attacco, anche se senza una minaccia specifica.

Il signor Basu ha anche notato che la polizia sta vedendo più giovani attratti dalle attività terroristiche. Nel 2019, 12 bambini di età inferiore ai 18 anni, inclusi alcuni di 14 anni, sono stati arrestati in relazione a reati di terrorismo, ha affermato.

“Questa è una tendenza relativamente nuova e preoccupante nel Regno Unito, perché solo pochi anni fa non vedevamo nessuno così giovane tra i nostri casi”, ha detto Basu.

L’informazione è stata rilasciata non appena le autorità lo hanno presentato un nuovo sito web, chiamato ACT, che incoraggia la famiglia e gli amici a collaborare se temono che qualcuno che conoscono sia in pericolo di radicalizzazione.

#pandemia #rende #giovani #più #aperti #alla #radicalizzazione #afferma #polizia #britannica

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *