La sentenza sulla discriminazione a pagamento della BBC è contestata

Visualizzazioni: 15
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 0 Secondo

“È facile capire perché la fiducia tra alcune donne della BBC e l’organizzazione è venuta meno”, ha detto Caroline Waters, presidente ad interim della commissione. “Molte donne sentivano che le loro voci non venivano ascoltate e sono rimaste confuse su come sono state prese le decisioni sulla loro paga. Ciò ha comportato un pesante tributo emotivo a coloro che sono coinvolti nel processo e la forza dei sentimenti delle donne alla BBC non dovrebbe essere sottovalutata “.

Il direttore generale della BBC, Tim Davie, ha affermato che sebbene la commissione non abbia riscontrato alcuna discriminazione salariale illegale, l’emittente avrebbe dovuto lavorare di più. “La BBC ha realizzato una serie di riforme di vasta portata che hanno notevolmente migliorato la coerenza, la consistenza e la trasparenza dei suoi sistemi retributivi”, ha affermato Davie in una dichiarazione.

Pur riconoscendo gli errori del passato, il signor Davie ha affermato che “le riforme hanno ridotto notevolmente il rischio di discriminazione salariale”. Ha detto che l’emittente condurrà controlli salariali regolari, migliorerà la tecnologia utilizzata per i confronti salariali e rivedrà le fasce salariali.

La lite è iniziata 2017 dopo che il governo conservatore ha costretto la BBC a pubblicare un elenco dei suoi intrattenitori e giornalisti più pagati che guadagnano oltre £ 150.000, o circa $ 204.000, all’anno. Solo un terzo erano donne; ancora meno erano neri, asiatici o membri di un altro gruppo minoritario.

I dati hanno prodotto ampie critiche e l’emittente ha risposto tagliando gli stipendi di diversi importanti giornalisti uomini. Ma l’elenco pubblicato l’anno successivo era ancora cupo per le donne: nel 2018, solo due le donne si sono classificate tra le 20 star più pagate della BBC.

Quell’anno, la signora Gracie, allora giornalista senior e direttrice per la Cina della BBC, si dimise dal suo incarico e criticò pubblicamente l’emittente dopo aver scoperto che lei e altre colleghe erano state pagate molto meno degli uomini che facevano lavori simili. Ha detto che la società stava gestendo un “segreto e illegale“Sistema salariale. La sua causa ha ottenuto il sostegno di altre donne nell’organizzazione

Alla fine è tornata dopo che la BBC si è scusata e ha detto che le avrebbe restituito lo stipendio retrodatato per gli anni in cui era sottopagata. La signora Gracie si è dimessa ad agosto, dopo 33 anni con la BBC, dicendo che era orgogliosa di aver “combattuto per un posto di lavoro equo”.



#sentenza #sulla #discriminazione #pagamento #della #BBC #contestata

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *