L’apprendimento solo remoto ritorna nelle scuole di New York City.

Visualizzazioni: 23
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 1 Secondo

Giovedì mattina i genitori di New York City si sono affrettati a trovare un asilo nido e a organizzare i propri figli per l’istruzione a distanza a tempo pieno meno di un giorno dopo averlo appreso le scuole pubbliche chiuderebbero a causa dell’aumento dei casi di coronavirus.

La notizia è stata consegnata ai presidi in un’e-mail inviata dal cancelliere della scuola poco dopo le 14:00 di mercoledì, poiché la città ha registrato un tasso di positività al test del 3% su una media mobile di sette giorni. Il sindaco Bill de Blasio, che aveva ritardato di ore la sua conferenza stampa mattutina, ha confermato la notizia ai giornalisti quel pomeriggio.

Il sindaco non ha potuto fornire una stima sulla riapertura degli edifici scolastici.

“Oggi è una giornata difficile, ma questa è una situazione temporanea”, ha detto.

Ecco cos’altro devi sapere:

Genitori e insegnanti avevano osservato che il tasso di positività al test della città aumentava costantemente, temendo il giorno in cui avrebbe raggiunto il 3 per cento. Quella era la soglia che il signor de Blasio aveva fissato durante l’estate per terminare le lezioni di persona e richiedere un apprendimento completamente remoto.

Il cancelliere delle scuole Richard A. Carranza aveva recentemente sollecitato i presidi per prepararsi agli arresti, mentre il signor de Blasio incoraggiava i genitori a sviluppare piani di riserva in caso di chiusura delle scuole.

La chiusura della scuola è stata una grave battuta d’arresto nella ripresa di New York dopo essere stata l’epicentro globale della pandemia in primavera. Sig. De Blasio, il primo sindaco di una grande città del paese per riaprire le scuole, ha spinto pesantemente per lezioni di persona durante l’estate come parte del suo piano per rilanciare la città.

Il sindaco ha ammonito mercoledì che le scuole non riapriranno automaticamente una volta che il tasso di positività di sette giorni scenderà al di sotto del 3%. Potrebbe aspettare che la trasmissione della comunità si stabilizzi a un ritmo inferiore per evitare di riaprire e poi dover chiudere di nuovo.

È stata una giornata caotica e confusa per genitori ed educatori poiché l’annuncio stesso è stato ritardato di ore. La conferenza stampa del sindaco delle 10 è stata ripetutamente respinta e alla fine è iniziata alle 3 del pomeriggio

In una conferenza stampa separata all’inizio del pomeriggio, il governatore Andrew M. Cuomo ha gridato a un giornalista che ha chiesto se le scuole sarebbero rimaste aperte. Mentre parlava, il New York Times ha riferito che le scuole avrebbero chiuso giovedì.

Il sindaco ha detto di aver trascorso gran parte della mattinata consultandosi con il signor Cuomo su come riaprire le scuole. Hanno in programma di richiedere più test agli studenti e ai membri del personale e richiedono agli studenti di avere un modulo di autorizzazione che consentirà loro di sottoporsi a test negli edifici scolastici.

L’improvviso cambiamento verso l’apprendimento a distanza interromperà l’istruzione di molti studenti delle scuole pubbliche che avevano frequentato la scuola di persona. Molti genitori dipendono dal fatto che i loro figli siano a scuola almeno una parte della settimana per poter lavorare.

Educatori e genitori hanno anche criticato la città per non aver migliorato l’apprendimento a distanza anche se circa il 70% dei bambini prende già lezioni online a tempo pieno.

Alcuni studenti, compresi quelli nei rifugi per senzatetto, non hanno ricevuto iPad o laptop dalla città e gli insegnanti hanno affermato che alcuni studenti hanno difficoltà ad accedere.

#Lapprendimento #solo #remoto #ritorna #nelle #scuole #York #City

Informazioni sull\'autore del post

admin

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *