L’infermiera britannica è accusata dell’omicidio di diversi bambini affidati alle sue cure

Visualizzazioni: 19
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 22 Secondo

LONDRA – Un’infermiera britannica è stata accusata di diverse accuse di omicidio nell’ambito di un’indagine sulle morti infantili presso l’unità neonatale di un ospedale nell’Inghilterra nordoccidentale, ha detto la polizia in un comunicato mercoledì, in un caso che infesta la comunità da anni.

L’infermiera, Lucy Letby, 30 anni, aveva lavorato in un ospedale di Chester ed è stata arrestata due volte, nel 2018 e nel 2019, in relazione ai decessi. Entrambe le volte, è stata rilasciata senza ulteriori azioni, ma è stata ripresa in custodia martedì e ora deve affrontare otto accuse di omicidio e 10 accuse di tentato omicidio, secondo la polizia del Cheshire. Giovedì avrebbe dovuto comparire in tribunale.

La polizia ha affermato che l’arresto è il risultato di un’indagine sulla morte di bambini presso il Countess of Chester Hospital tra marzo 2015 e luglio 2016.

La dottoressa Susan Gilby, amministratore delegato dell’ospedale, ha detto una dichiarazione rilasciata martedì che lo sviluppo era di “grave preoccupazione”.

“Siamo pienamente favorevoli e rispettosi dei processi giudiziari, e in quanto tali non faremo ulteriori commenti in questa fase”, ha aggiunto. “I nostri pensieri continuano ad essere con tutte le famiglie coinvolte”.

Alla fine del 2016, l’ospedale ha aperto un’indagine sul numero inaspettatamente alto di decessi nella sua unità neonatale e una successiva relazione ha scoperto che “le disposizioni per indagare sulle morti neonatali devono essere rafforzate”.

Il rapporto descriveva in dettaglio come, a partire da giugno 2015, i medici pediatrici dell’ospedale si fossero “preoccupati per un numero superiore al solito di decessi neonatali nell’unità, molti dei quali apparentemente” inspiegabili “e” inattesi “”. la revisione ha portato poche conclusioni, ha scoperto che i medici avevano iniziato a notare somiglianze nella morte dei bambini e ha raccomandato “un’analisi completa ed esterna indipendente di ogni morte neonatale tra gennaio 2015 e luglio 2016”.

Nel 2017 è stata coinvolta la polizia. In una dichiarazione rilasciata questa settimana, l’ispettore capo detective Paul Hughes, responsabile dell’inchiesta, ha affermato che l’arresto della signora Letby è avvenuto dopo più di tre anni di lavoro investigativo.

“In quel periodo, un team dedicato di investigatori” ha lavorato sul “caso altamente complesso e molto delicato”, ha detto nei commenti pubblicato da un punto di informazione locale, Cheshire Live. Quegli agenti avevano “fatto tutto il possibile il più rapidamente possibile per identificare cosa ha portato a queste morti e crolli di bambini”, ha aggiunto, sottolineando che la signora Letby stava collaborando alle indagini.

La signora Letby è stata intervistata nel 2013 da un altro punto vendita locale, The Chester Standard, come parte dell’appello del giornale per il finanziamento di una nuova unità neonatale. A quel tempo, la signora Letby ha detto che aveva lavorato nell’unità neonatale del Countess of Chester Hospital da quando si era laureata nel 2011 e che aveva anche lavorato lì come studentessa infermiera durante la sua formazione.

#Linfermiera #britannica #accusata #dellomicidio #diversi #bambini #affidati #alle #sue #cure

Informazioni sull\'autore del post

admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *